domenica 4 maggio 2008

Rotolo ricotta e spinaci

La domenica mattina se decido di non uscire mi piace molto dedicarmi con calma ad una delle mie grandi passioni: cucinare.

La cucina, come per tutte le altre cose alle quali mi dedico, è anche ricerca, ovvero mi piace studiare l'origine delle ricette, le varie tecniche, la tipologia degli alimenti, valutare in cosa posso essere autonoma - per esempio spesso preparo il pane, mentre non compro mai la pasta all'uovo, o le orecchiette, gli impasti per le pizze, la pasta frolla, la brisee, perchè ritengo che con un impegno davvero minimo, si può avere un prodotto di qualità superiore "confezionato" con ingredienti scelti da me; in estate mi piace coltivare le piante aromatiche sul balcone, i peperoncini...
Anche la ricetta da prepare è frutto di una ricerca:il clima, il mio umore, gli ingredienti presenti sul mercato in relazione alla stagione - non preparerei mai la caprese a dicembre, o la la verza a luglio.

Oggi, considerata anche la temperatura più mite, ho optato per un primo piatto, leggero e delicato: un rotolo di pasta fresca ripieno di ricotta e spinaci.



Il rotolo è molto semplice da preparare, tutto sommato è un altro modo di presentare i ravioli di magro, la ricetta viene direttamente dalla Scuola de "La Cucina Italiana", dove recentemente ho seguito un corso dedicato alla pasta fresca.

Rotolo ricotta e spinaci

Ingredienti per quattro

Per la pasta:

  • 160 g. farina 00,
  • 40 g farina di grano duro,
  • 2 uova.
Per il ripieno:

  • 500 g di spinaci mondati,
  • 400 g di ricotta di pecora,
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato,
  • noce moscata.
Per la presentazione:
  • 400 g di polpa di pomodoro,
  • 1 scalogno,
  • olio extravergine di oliva,
  • basilico,
  • sale.
Preparazione:

Lavate e lessate in poca acqua gli spinaci, strizzateli e tritateli finemente a coltello. In una terrina setacciate la ricotta ed unitevi gli spinaci, il parmigiano, il sale e la noce moscata.
Setacciate la miscela di farina e impastatela con le uova; lasciate riposare l'impasto per circa un'ora, avvolto nella pellicola, per impedire di seccarsi.

Stendete una sfoglia non troppo sottile, appoggiatela su un canovaccio, copritela col ripieno di ricotta e spinaci ed arrotolatela su se stessa.

Avvolgete il rotolo in una pezzuola e legatene le estremità. Immergete il rotolo in abbondante acqua bollente, salata e fate sobbollire per circa 20 minuti. Sgocciolate il rotolo, lasciatelo riposare e tagliatelo a fette.

Nel frattempo preparate il sugo: tritate finemente lo scalogno e fatelo appassire nell'olio per qualche minuto, aggiungete la polpa di pomodoro, abbondante basilico tagliato a julienne, salate e portate a cottura.

In una pirofila formate uno strato di sugo, appoggiatevi le fette di rotolo, cospargete di parmigiano reggiano grattugiato, e inumidite con qualche cucchiaiata di latte.



Gratinate in forno a 180° per qualche minuto e servite.



Io e Francesco, mio marito, l'abbiamo molto apprezzato e l'abbiamo accompagnato con un buon vino bianco, il traminer.
Dopo pranzo, come sempre quando sono a casa, ho sorseggiato una tisana, l'ho preparata al finocchio in abbinamento alla leggerezza del rotolo.

1 commento:

  1. questo rotolo l'ho visto su un sacco di libri ma non ho mai avuto il coraggio di farlo...è semplice???mi ispira un sacco...baci katia

    RispondiElimina