giovedì 10 luglio 2008

Girandole al prosciutto


Preparare - e mangiare!!! - le pizze, le focacce, è un divertimento unico! Fare l'impasto, attendere che lieviti, pensare gli ingredienti per la farcitura è un tale piacere che talvolta, anche in una giornata lavorativa preparo la pizza per cena, se poi fa caldo - anche troppo! - va anche meglio per la lievitazione, è velocissima! Così, dopo aver letto questa ricetta su uno speciale della Cucina Italiana, il primo pensiero è stato di realizzarla, il secondo di mangiarla....



Girandole al prosciutto



Per la pasta di pane:

  • 500 g. di farina,
  • 20 g. di lievito di birra,
  • 1 cucchiaino di sale,
  • 1 cucchiaino di zucchero,
  • 2 cucchiai di olio extravergine,
per la farcitura:
  • 100 g. di prosciutto cotto,
  • 35 olive verdi,
  • qualche rametto di timo,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale grosso,
  • pepe.
Per la preparazione della pasta di pane clicca qui, quando l'impasto è pronto sgonfiatelo, lavoratelo brevemente e con le mani unte stendetelo, quindi ricopritelo col prosciutto cotto, le olive precedentemente snocciolate e tritate grossolanamente e il timo tritato.
Avvolgete l'impasto fino a formare un "salame" piuttosto stretto e con un coltello tagliatelo a fette spesse un paio di cm, disponetele su una teglia rivestita di carta forno, leggermente unta, spennellatele con l'olio, cospargetele con sale grosso e pepe nero macinato al momento, e fate cuocere in forno già caldo a 200° per circa 15 minuti.
Servitele fredde o tiepide, sono ottime come aperitivo o antipasto.





Il momento della farcitura...



Come vino ho abbinato il bianco di Lugana, tipico del basso Garda, il suo sapore fruttato e di grande sapidità regge bene il gusto deciso delle girandole.

Nessun commento:

Posta un commento