venerdì 12 settembre 2008

Parmigiana di melanzane


Ormai l'estate è agli sgoccioli, ho già iniziato a comprare noci fresche - una delizia! - uva, fichi, quelli settembrini, dolci e compatti, ma io continuo a cucinare melanzane; se sono sempre alla ricerca della ricetta leggera e dietetica, stavolta non ho indugiato: con la provola - la mozzarella di bufala affumicata - e i perini super, ho avuto un solo pensiero: PARMIGIANA!

Circa la modalità di frittura delle melanzane vi sono diverse versioni, ci sono i sostenitori della melanzana fritta "nature", ed altri, che, invece, ritengono che le melanzane debbano essere precedentemente passate nell'uovo battuto, io da sempre preferisco friggerle e basta, sono più leggere, il sapore della melanzana è esaltato e comunque l'uovo è presente nel ripieno.





Parmigiana di melanzane

1 kg di melanzane lunghe,
1 kg di pomodori perini,
150 g. di provola o mozzarella di bufala,
1 uovo,
2 cucchiai di parmigiano grattugiato,
1/2 cipolla,
basilico,
olio extravergine di oliva,
sale.

Per prima cosa preparate il sugo, seguendo le istruzioni riportate qui; nel frattempo lavate e tagliate a fette le melanzane, disponetele su un tagliere e salate ogni paio di strati; dopo circa un'ora, sciacquatele bene, strizzatele, asciugatele e friggetele in olio caldo, io utilizzo sempre l'olio extravergine perchè la frittura viene molto leggera; quando sono dorate ponetele su carta assorbente a sgocciolare; tagliate a dadini la provola, precedentemente sgocciolata e battete leggermente l'uovo; quando il sugo è pronto siamo pronti per assemblare: velate di sugo una teglia, fate uno strato di melanzane, ricoprite con la provola a dadi, spolverizzate col parmigiano, aggiungete un pò di uovo battuto, qualche foglia di basilico, e ricoprite l'intero strato col sugo, continuate fino ad esaurimento degli ingredienti; ricoprite l'ultimo strato di melanzane con la rimanenente provola, il parmigiano grattugiato, e il sugo.
Ponete in forno già caldo a 200° per circa 25 - 30 minuti.



Come vino ho abbinato un bianco di Gragnano.

2 commenti:

  1. Ah Giovannina mia, cosa c'è di meglio di una parmigiana di melanzane??? con un vino di Gragnano, poi...che nome soave! lì abita il mio ragazzo, quindi basta che si parli di Gragnano o Castellammare che mi si illuminano glo occhi...


    Un bacione

    RispondiElimina
  2. Cara Giovanna...io ne mangerei quintali!
    Martina

    RispondiElimina