lunedì 15 settembre 2008

Peperoni agrodolce


La settimana scorsa a Carmagnola vi era la fiera dei peperoni e, di riflesso, qui a Milano vi era una grande offerta di peperoni di tutte le varietà. Solitamente non li cucino, perchè, pur piacendomi moltissimo, ho una forte intolleranza, ma questa volta ho fatto un'eccezione e li ho preparati per mio marito.
Questa ricetta viene direttamente dal "ricettario di famiglia", anche se ho sostituito l'aceto di vino con quello balsamico; tutto sommato a Napoli la cucina agrodolce, o il dolce-salato, è piuttosto comune.

Peperoni agrodolce

2 peperoni,
1 manciata di capperi,
1 manciata di olive nere di Gaeta,
2 cucchiaini di aceto balsamico,
1 cucchiaino raso di zucchero,
olio extravergine di oliva,
sale.

Lavare e tagliare a tocchetti i peperoni, dopo averli privati della parte bianca e dei semi; far riscaldare l'olio in una padella, aggiungervi i peperoni, e cuocerli fino a quando saranno piuttosto appassiti, avendo cura di girare continuamente; a metà cottura aggiungere i capperi dissalati e le olive, e regolare di sale. Sciogliere lo zucchero nell'aceto e quasi a fine cottura unirlo ai peperoni, mescolare bene per far insaporire, cuocere per 3 - 4 minuti ancora. Servirli tiepidi o freddi.

Come vino ho abbinato un bianco delle cinque terre, che si armonizzava con l'agrodolce.
Ringrazio moltissimo Fiorella per avermi assegnato questo premio:



mi era già stato dato, ma lo ricevo veramente volentieri: un premio sull'amicizia è sempre importante!
Anche in questo caso lo assegno a tutte le persone, che leggono il mio blog.

1 commento:

  1. Ciao Giovanna!! Ke buoni i peperoni, li adoro in tutti i modi.

    Un bacione

    RispondiElimina