giovedì 2 ottobre 2008

Polpi alla luciana, spaghetti compresi....


Questa ricetta deve il suo nome al borgo di S. Lucia, una delle zone più antiche e caratteristiche di Napoli, celebre nel passato per essere la zona di elezione di pescatori e commercianti.
Oggi il borgo è una delle zone più importanti di Napoli, sede di alberghi rinomati e palazzi storici, ma, grazie anche a molte ricette, rigorosamente a base di pesce, tipiche della zona e servite nei più importanti ristoranti del borgo - e dintorni - il borgo di S. Lucia è rimasto comunque il sinonimo di una zona di pescatori, celebre proprio per il polpo alla luciana.

La ricetta è semplicissima, proprio per questo è necessario che la materia prima sia eccellente, quindi pomodori di buona qualità, di stagione, io il piatto l'ho preparato ancora in piena estate, preferibilmente S. Marzano; io mi sono "accontentata" dei perini, in realtà ottimi, e ovviamente un buon polpo.




Polpi alla luciana

550 g. di polpo,
280 g. di pomodori perini,

180 g. di spaghetti
1 aglio,
30 g. di olio,
1 peperoncino fresco piccolo, (se piace)
prezzemolo,
sale.


Lavate i pomodori, tagliateli a tocchi, poneteli in una casseruola, unite il polpo lavato e privo del becco e dgli occhi, aggiungete l'olio, il peperoncino tagliato a pezzetti, qualche foglia di prezzemolo spezzettata, l'aglio tagliato sottile, salate, mescolta il tutto e fate cucinare a fiamma bassissima per oltre un’ora, fino ad ottenere un sugo denso e sciropposo. Una volta cotto decorate con prezzemolo tritato.
Lessate gli spaghetti e conditeli col sugo; servite a parte il polpo tiepido o caldo.



Come vino ho abbinato un bianco dell'Isola di Ischia.

17 commenti:

  1. ciao,

    Non ti è venuto un po' salato???

    quando l'ho fatto io era un po' troppo saporito per i miei gusti ma buono..

    hai fatto qualcosa di particolare per far si che venisse meno salato??

    RispondiElimina
  2. Ciao Tiziana, no non mi è venuto salato, e non ho fatto nulla di particolare, forse ho messo di base una quantità moderata di sale; di solito non amo la cucina salata, e non abbondo mai col sale, compensando molto con le erbe eromatiche e le spezie.

    RispondiElimina
  3. ciao giovanna,

    io mi riferivo all'acqua rilasciata dal polpo che è salata.. evaporando lo regola di sale ma il mio lo ha reso troppo saporito.. non il polpo in particolare, ma il sughino....

    certo che fatto in questo modo ha un sapore eccezionale

    ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  4. Tiziana, anche il sughino era giusto di sale; di solito quando cucino pietanze che possono rilasciare sale, come il polpo, o per esempio se uso i capperi sottosale, metto poco sale e poi a fine cottura verifico ed eventualmente aggiungo, tanto a mettere si è sempre in tempo....Buona giornata anche a te. Giovanna

    RispondiElimina
  5. grazie per la risposta.. :)

    forse avevo trovato un polpo spurgone :)
    perchè di sale non ne avevo proprio messo.. :) e non so dove posso aver sbagliato....

    riproverò in qualche modo...

    grazie ancora.. :)

    RispondiElimina
  6. Tiziana figurati,è stato veramente un piacere; vengo a fare un giro nel tuo blog.....

    RispondiElimina
  7. Giovannina mangiamo le stesse cose :-) anche se io il polipo lo preferisco in bianco, come tutto il pesce :-)

    Un bacione forte, forte

    RispondiElimina
  8. Mi segno a ricetta! Da noi il polpo c'è nè a iosa e costa poco...e a noi piace molto!
    Ciao
    Martina

    RispondiElimina
  9. * Fiorella, siamo entrambe napoletane, forse per questo mangiamo le stesse cose....
    * Martina, è una ricetta davvero semplice, ma il risultato è delizioso; purtroppo qui a Milano il polpo, come tutto, non costa poco....
    Buona serata. Giovanna

    RispondiElimina
  10. * Fiorella, siamo entrambe napoletane, forse per questo mangiamo le stesse cose....
    * Martina, è una ricetta davvero semplice, ma il risultato è delizioso; purtroppo qui a Milano il polpo, come tutto, non costa poco....
    Buona serata. Giovanna

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Ottima ricetta, bravissima come sempre!

    RispondiElimina
  13. ciao Giovanna !!!! mmmm la pasta col polipo o puppu come lo chiamiamo qui da me dev'essere una bontà :( me tapina non l'ho mai mangiata ...perchè quando c'è il polipo ....finisce sempre nell'insalata di mare però la prossima volta provo a fare questa ricetta -_^ ciao un abbraccio

    RispondiElimina
  14. * Tiziana, grazie per l'informazione. Certo che possiamo scambiarci i link, mi fa molto piacere.
    * Simo grazie, sei sempre carina.
    * Maya, anch'io lo faccio spesso all'insalata, ma così è davvero squisito; noi lo chiamiamo: "purp".
    Baci e buon week end. Giovanna

    RispondiElimina
  15. Ciao Giovanna,
    il polpo alla luciana a me piace moltissimo. Gli spaghetti devono essere deliziosi.
    Buon fine settimana!
    Stefano

    RispondiElimina
  16. Stefano grazie.
    Buon fine ettimana anche a te. Giovanna

    RispondiElimina
  17. Il procedimento è esatto, ma io consiglio di non mettere nemmeno un pizzico di sale: il polpo è già "saporito" di suo. Non dimenticate di mettere un peso sul coperchio, per non fare uscire nemmeno uno "sbuffo" di vapore...;-)

    RispondiElimina