domenica 10 maggio 2009

Garganelli al sugo di fave e pancetta


Ricetta molto primaverile, le fave sono un tipico prodotto di stagione, e l'unione con la pancetta e il pecorino romano è un classico.
Questo sugo, molto semplice e veloce, ho pensato di abbinarlo ai garganelli, una pasta all'uovo tipica dell'Emilia, classicamente abbinata a sughi di carne robusti e importanti; in questo caso volevo giocare con i contrasti, e condire la pasta, preparata con la ricetta della scuola della cucina italiana, che prevede nell'impasto anche il parmigiano reggiano e la noce moscata, con questo sugo dal sapore delicato, con una punta di sapidità offerta dalla pancetta, scelta, appositamente dolce.





Garganelli al sugo di fave e pancetta

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta:

240 g. di farina 00,
60 g. di semola di grano duro,
3 uova,
25 g. di parmigiano reggiano grattugiato,
noce moscata.

Per il sugo:

600 g. di fave fresche,
2 cipollotti rossi,
60 g. di pancetta,
pecorino romano,
olio extravergine di oliva,
sale e pepe.

Per i garganelli miscelate le due farine, fate la fontana, sgusciate le uova al centro, aggiungete il parmigiano reggiano, e una abbondante grattugiata di noce moscata.
Mescolate il tutto e lavorate a lungo; quindi lasciate riposare l’impasto per almeno un’ora, ben avvolto nella pellicola per evitare che si secchi.
Stendete l’impasto in una sfoglia non troppo sottile, ricavate dei quadrati di circa 4 cm per lato, avvolgeteli intorno ad un bastoncino e passateli sul tagliere rigato, per imprimere la caratteristica rigatura; lasciate seccare per circa mezz’ora.
Sgranate le fave, lavateli e lessatele per circa 10 minuti in acqua bollente salata, quindi passatele sotto un getto d’acqua fredda e privatele della pellicina.
Tagliate a rondelle i cipollotti, dopo averli privati della membrana esterna e lavati; poneteli in un capace tegame con 5 cucchiai d’olio, unite la pancetta tagliata a dadini e fate soffriggere per circa 2 – 3 minuti; unite le fave, regolate di sale, facendo attenzione che la pancetta è già piuttosto sapida, e fate stufare per circa 5- 6 minuti.
Lessate i garganelli, poneteli nella casseruola, unite il pecorino romano grattugiato, un’abbondante macinata di pepe e fate insaporire a fuoco vivace.
Servite subito decorando con sfoglie di pecorino romano.

Come vino ho abbinato un Pigato ligure.







9 commenti:

  1. Complimenti per la ricetta ma in particolare per i garganelli, li hai fatti proprio bene, brava!

    RispondiElimina
  2. Mi chiedevo come potevi aver realizzati i bellissimi garganelli.
    Indispensabile il giusto attrezzo ma veramente encomiabile la pazienza e la perfetta esecuzione
    Poi con questo sugo......

    RispondiElimina
  3. complimenti per i garganelli sono bellissimi, poi con il sugo sto immaginando il conubio pancetta e fave..mi viene l'acquolina...

    RispondiElimina
  4. Mamma che buoni devono essere....li ho fatti anch'io con l'aggiunta di pomodorini spadellati!
    Bacioni e buona serata

    RispondiElimina
  5. Ma quanto ci piace questa pasta! le fave le abbiamo scoperte da poco, ma nella pasta son davvero speciali!
    un bellissimo piatto il tuo!!
    un bacione

    RispondiElimina
  6. davvero molto invitante e gustoso ;)

    RispondiElimina
  7. * Tania, grazie!
    * Mammazan, ti ringrazio! In un negozio di bricolage ho fatto fare i bastoncini.
    * Nuvoletta, grazie!
    * Simo, i pomodori spadellati legano benissimo.
    * Manu e Silvia, grazie. Le fave annch'io le uso poco per cucinare, di solito le mangio crude abbinate al pecorino.
    * Mirtilla, grazie.
    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  8. sei davvero bravissima,anche i garganelli fatti in casa,tutto un altro sapore e poi il piatto favoloso!!baci imma

    RispondiElimina
  9. Dolci a gogò benvenuta! Grazie sei molto gentile. Giovanna

    RispondiElimina