martedì 23 giugno 2009

Pomodori ripieni


Che estate sarebbe senza i pomodori? Un'estate senza tante ghiottonerie, a partire dal semplicissimo spaghetto col pomodorino fresco, al sugo fatto con pomodoro, olio e basilico, alle varie insalate, e potrei continuare a lungo.
I pomodori sono l'unico ortaggio che mi piacciono sin da bambina, tutte le altre verdure che oggi mi piacciono moltissimo e cucino costantemente, mi lasciavano indifferente, ma i pomodori li adoravo.
Ricordo che quando i nonni preparavano la conserva di pomodoro, io ero l'unica fra tutti i nipoti ad offrirmi spontaneamente e gioiosamente, ed ero anche la prima ad essere rimproverata, perché invece di collaborare ero lì a mangiare un San Marzano dietro l'altro.
E il "vizio" non l'ho perso, ancora oggi faccio autentiche scorpacciate di pomodori crudi.

La ricetta di oggi, invece, prevede la cottura al forno. Credo che non sia neanche necessario presentarli, i pomodori ripieni sono un classico della nostra cucina, in special modo di quella ligure, cucina che amo moltissimo.
Nel ripieno non ho messo sale, sia per far risaltare il sapore di tutti gli ingredienti, ma anche perché i capperi tendono comunque a rilasciare sale in cottura.
Pomodori ripieni

Ingredienti per 2 persone

3 pomodori insalatari,
3 cucchiai di pangrattato,
1,5 cucchiai di olive nere preferibilmente taggiasche o di Gaeta,
1 manciatina di capperi sottosale, preferibilmente di Pantelleria,
olio extravergine di oliva, preferibilmente di olive taggiasche,
1 aglio,
erbe aromatiche – origano, basilico ed erba cipollina.

Lavate i pomodori, asciugateli e tagliateli a metà, quindi con uno scavino privateli della polpa e dei semi, avendo cura di raccogliere il liquido di vegetazione; separate la polpa dai semi e tenetela da parte; ponete in un colapasta i pomodori con la parte tagliata verso il basso per farli perdere l’acqua di vegetazione.
Sciacquate velocemente le erbe aromatiche, asciugatele bene e ponetele su un tagliere, aggiungete i capperi dissalati e asciugati, le olive precedentemente snocciolate, l’aglio privato della camicia, la polpa dei pomodori e tritate il tutto a coltello; unite il pangrattato, l’acqua di vegetazione dei pomodori, un filo di olio, amalgamate il tutto e farcite i pomodori; disponeteli in una teglia precedentemente oliata, insaporiteli ancora con un filo d’olio e cuoceteli in forno, possibilmente ventilato, a 180° per circa 35 minuti, o fino a quando risulteranno dorati, i pomodori leggermente appassiti e la crosticina croccante.
Come vino ho abbinato un Colli di Luna rosso.

7 commenti:

  1. devo cire che una bella versione dei pomodori ripieni, mi piace molto

    RispondiElimina
  2. Hai scritto bene, senza pomodori non è estate! Il tuo ripieno è molto buono :-P
    Non c'entra con la ricetta, ma ti volevo dire che quelle amarene in alto non mi lasciano indifferente ogni volta che le vedo!

    RispondiElimina
  3. Spetta, la foglia non è lucida, vuoi vedere che sono ciliegie?

    RispondiElimina
  4. Buonissimi, poi questa versione la adoro!

    RispondiElimina
  5. Gunther, Simo, grazie!
    Federica, benvenuta!
    Tania, ti ringrazio; credo che siano ciliehie, la foto l'ho scattata in Valpolicella.
    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  6. Ciao, cercavo una ricetta per fare i pomodori ripieni col pangrattato e mi è apparso il tuo blog! Complimenti, è pieno di ricette interessanti infatti ora lo seguo..se ti va puoi visitare la mia pagina e seguirla anche tu. A presto, Enza.

    RispondiElimina