domenica 9 agosto 2009

Pani ai sapori dell'orto


Ecco una ricetta che coniuga due mie grandi passioni, la lievitazione, in questo caso specifico la preparazione del pane, e le verdure di stagione, profumate, saporite e salutari.
La preparazione è un pò lunga, tutte le verdure sono state cotte, separatamente, al forno, e poi utilizzate insieme a due diversi tipi di formaggi, un pecorino stagionato, ed uno al peperoncino piccante che ho comprato in un negozio di specialità pugliesi, prodotti in loco, nei pressi di Salò.
La fatica della preparazione però è ampiamente ripagata dal sapore del pane, io lo chiamo così, ma alcuni amici che l'hanno mangiato mi facevano notare che è un prodotto molto più complesso e ricco del pane.
Comunque lo si voglia chiamare io l'ho abbinato ad alcuni salumi dai sapori sapidi, tipo un buon prosciutto toscano, lo strolghino una sorta di salame preparato con le parti magre del culatello e del prosciutto, olive greche, scelte per il sapore deciso, e una ricca insalata.
Ho preferito non abbinare formaggi considerato che nel pane erano abbondantemente inseriti.
Seguito da una macedonia di frutta fresca e/o una coppa di gelato è una cena completa.







Ho fotografato le varie fasi della farcitura.









Inoltre è preferibile porre i pani, una volta sfornati, su una gratella da pasticciere, in modo tale da consentire il raffreddamento corretto, altrimenti ilvapore che si forma tra il pane e il piatto rischia di rendere gommoso e molle il pane.
Puoi leggere la ricetta anche su Report on Line.


Uno dei filoncini per renderlo più simpatico l'ho sigillato a "barchetta", in modo tale che parte del ripieno fosse visibile.


Pani ai sapori dell’orto

Per l’impasto:

350 g. di farina per pane,
150 g. di farina 00,
15 g. di lievito,
1 cucchiaino di malto,
olio extravergine di oliva,
1 cucchiaino di sale,
per la farcia:
2 zucchine,
2 melanzane lunghe,
1 cipolla bianca umbra,
100 g. di pecorino stagionato,
100 g. di pecorino col peperoncino,
olio extravergine di oliva.

Per prima cosa preparate l’impasto: in una ciotola sciogliete in un po’ d’acqua tiepida il lievito, aggiungete il malto, mescolate bene, coprite con un panno, e fatelo riposare in un luogo caldo per circa 15 minuti, o fino a quando vedrete delle bollicine in superficie segno che il lievito si è attivato.
In una ciotola miscelate le due farine setacciandole, unite il lievitino, 4 cucchiai di olio extravergine e lavorate con acqua tiepida nella quale avrete sciolto il sale, fino ad ottenere un impasto elastico e sodo.
Ponetelo in una ciotola, precedentemente unta con un cucchiaio d’olio extravergine, copritelo con un panno e fatelo lievitare, fino al raddoppio del volume, in un luogo privo di correnti d’aria e tiepido.
Nel frattempo preparate la farcia: lavate, asciugate e tagliate a dadini le melanzane e le zucchine; in una teglia ponete le zucchine, avendo cura di non sovrapporle, condite con 1,5 cucchiai di olio extravergine, mescolate bene e ponetele in forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti, giratele delicatamente e fatele cuocere per altri 7 -8 minuti, o fino a quando risulteranno dorate, ma ancora croccanti.
Cuocete allo stesso modo le melanzane: in una teglia disponete le melanzane, condite con 2 cucchiai d’olio extravergine, mescolate bene e cuocete sempre a 180°, per circa 18 minuti, girando una sola volta le melanzane.
Intanto, sbucciate la cipolla, lavatela, asciugatela e tagliatela a fette; in una teglia disponete le fette, condite con 2 cucchiai d’olio, mescolate bene e cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 – 20 minuti, o fino a quando le cipolle non risulteranno dorate, mescolando una sola volta.
Tagliate entrambi i formaggi a dadini.
Quando l’impasto sarà lievitato, lavoratelo brevemente per sgonfiarlo, poi suddividetelo in 2 porzioni; mentre farcite il primo impasto riponete l’altra parte nella ciotola e copritela con il canovaccio.
Disponete il primo impasto su una spianatoia e allargatelo fino a formare un ampio rettangolo e iniziate a farcirlo, per prima cosa, disponete sull’estremità del lato più corto un terzo delle cipolle, arrotolate l’impasto e ponete su di esso un terzo del pecorino stagionato, arrotolate ancora e ricoprite con le melanzane, arrotolate ancora e ricoprite con il pecorino al peperoncino, aggiungete le zucchine, arrotolate, sigillate, e ponete il pane farcito, con la parte sigillata verso il basso, in uno stampo da plum cake, unto d’olio, fate raddoppiare di volume e cuocete in forno già caldo a 200° fino a quando risulterà gonfio e dorato.
Adesso preparate i filoncini, dal restante impasto ricavate 3 palline, due di pari dimensioni, ed una piccola come un’albicocca, lavorateli e allargateli fino a formare dei rettangoli e farciteli.
Sull’impasto più piccolo ponete i formaggi e le melanzane, chiudete e ponete con la chiusura verso il basso su una teglia precedentemente oliata; farcite gli altri due rettangoli: ponete su entrambi le restanti cipolle, poi mano a mano gli altri ingredienti, avendo cura di terminare, almeno per uno dei due rettangoli con le zucchine e chiudetelo facendo combaciare i due lati, in modo che parte del ripieno possa essere visto.
Ponetelo sulla teglia.
Arrotolate l’altro e ponetelo con la chiusura verso il basso; quando saranno raddoppiati di volume, cuoceteli in forno preriscaldato a 200°, fino a quando risulteranno gonfi e dorati.
Fate raffreddare tutti i pani su una gratella da pasticciere.




Come vino ho abbinato un grechetto, il suo sapore enfatizzava la sapidità del pane e dei salumi, ma rendeva più fresca una cena ricca di sapori.


7 commenti:

  1. Hanno ragione i tuoi amici, altro che semplice pane...questo è un piatto unico bello e buonissimo!
    Complimenti Giovanna, ne avrei gradito anch'io un bel pezzettone

    RispondiElimina
  2. Complimenti Giovanni devono essere stati stra buoni!!! bravissima!!

    RispondiElimina
  3. Giovanna oltre ad essere bello il tuo pane deve essere buonissimo: mi sono stampata la tua ricetta con i vari passo passo, grazie!

    RispondiElimina
  4. mmmm...che buono...adoro il pane e così farcito deve essere irresistibile...cioa katia

    RispondiElimina
  5. Quando di preparano dei "pani" come i tuoi ci vogliono pazienza e bravura... e i risultati sono ben visibili !!!!
    Compliments

    RispondiElimina
  6. Simo, Barbara, Federica, Barbara, Katia, Grazia siete molto gentili e vi ringrazio tutte. Giovanna

    RispondiElimina