venerdì 18 settembre 2009

Pagnottine saporite


Come ho più volte detto fare il pane mi piace molto; se poi ho l'esigenza di consumare un pò di ingredienti, mi diverto ancora di più, perchè oltre alla preparazione del pane, devo anche valutare la combinazione dei vari ingredienti per ottenere un prodotto saporito.
Nel caso specifico, volevo utilizzare nocciole e pistacchi in dispensa da un pò di tempo.
E così ho pensato di fare un pane a cassetta, utilizzando lo stampo da plum cake.
Il risultato è stato un pane molto profumato, morbido dentro e croccante fuori, anche per la copertura di granella di frutta secca, adatto sia per la colazione, ma anche per accompagnare dei formaggi morbidi, ottimo con la robiola e il mascarpone.
A questo punto, visto che avevo già le "mani in pasta", ho deciso di fare due filoncini, dal gusto molto diverso, farciti con la scamorza fresca e pomodorini secchi sott'olio.
Il gusto era ovviamente molto diverso, molto deciso ed aromatico, ottimo per accompagnare dei salumi dai sapori robusti, magari abbinato ad un vino rosso corposo.





E come sempre con ingredienti semplici si ottengono prodotti buonissimi.







Il filoncino aveva proprio i sapori tipici mediterranei: scamorza e pomodori secchi.





Pagnottine saporite

Ingredienti per un pane a cassetta e 2 filoncini.

Per l’impasto:
390 g. di farina per il pane,
110 g. di farina 00,
25 g. di lievito di birra,
1 cucchiaio di malto,
olio extravergine di oliva,
1 cucchiaino di sale.

Per il ripieno:
80 g. di nocciole,
80 g. di pistacchi,
100 g. di scamorza fresca,
40 g. di pomodori secchi sott’olio.

Per prima cosa preparare l’impasto: stemperate il panetto di lievito in poca acqua tiepida, unite un cucchiaio di malto, le due farine miscelate e setacciate, 3 cucchiai di olio, amalgamate bene e lavorate con acqua tiepida, nella quale avrete sciolto il cucchiaino di sale.
Quando l’impasto sarà ben amalgamato, formate un panetto, incidete una croce, e ponetelo in una ciotola capace unta con un cucchiaio d’olio.
Coprite con un panno umido e ponetelo in un luogo tiepido e privo di correnti d’aria a lievitare, fino a quando l’impasto sarà raddoppiato.
Intanto tritate la frutta secca, sgocciolate i pomodori e tagliateli a listarelle, tagliate la scamorza a dadini.
Quando la lievitazione sarà completata, lavoratelo brevemente per sgonfiarlo, dividetelo in tre parti, due di dimensioni simili, una più grande.
Lavorate quello di dimensioni maggiori, con le mani unte stendetelo e ponete al centro 2/3 della frutta secca tritata, arrotolate, ponetelo in uno stampo da plum cake precedentemente unto, ungete la superficie e ricopritelo con la restante frutta secca, ponetelo in un luogo tiepido e fatelo lievitare fino a quando sarà raddoppiato, quindi cuocetelo in forno preriscaldato a 200°, fino a quando in superficie risulterà dorato.
Lavorate le due restanti parti d’impasto e farcitele con i pomodori secchi e la scamorza, ripiegatele e formate due filoncini, poneteli su una teglia unta, ungete leggermente la superficie, e fate raddoppiare, quindi cuoceteli in forno preriscaldato a 200° fino a quando la superficie apparirà dorata.




9 commenti:

  1. (^_^) ciao Giovanna, wow!!! quante versioni ...una più buona l'altra
    (-_^) bravissima ♫
    un abbraccio e buon weekend baci baci ♥♥

    RispondiElimina
  2. beh devono essere buonisssssimi!!

    RispondiElimina
  3. Che belle pagnotte, buone e dall'interno delizioso, soprattutto quelle con i pomodori secchi, credo che sia lascino mangiare volentieri anche da sole.

    RispondiElimina
  4. Quanti belle idee, davvero brava!

    RispondiElimina
  5. Molto mediterranee e saporite questa pagnottine!
    ottimi anche gli altri ripieni che hai ideato!
    questi panini ripieni ci piacciono troppo!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. Ma che bel pane, cresciuto bene, brava!
    Baci Alessandra

    RispondiElimina
  7. Complimenti per la fantasia della farcitura e per il bellissimo risultato.
    Ma sai quanto costa in panetteria un pane così???

    RispondiElimina
  8. è proprio il caso di die ...buono come il pane....ma questo è molto di più...bravissima!
    ciao Reby

    RispondiElimina