martedì 28 aprile 2009

Pollo alla cacciatora

Faccio una breve premessa: per il pollo alla cacciatora bisogna utilizzare tutte le parti del pollo, e non solo le cosce come ho fatto io, ed inoltre è necessario aggiungere il vino rosso che da sapore e corposità, ma avevo queste due coscette, mi piaceva l'idea della preparazione alla cacciatora, e volevo anche un piatto leggero e dietetico, quindi ho deciso di prepararle comunque, senza utilizzare il vino.
Il risultato è stato decisamente soddisfacente, e prima o poi preparerò la ricetta regionale!
Pollo alla cacciatora
Ingredienti per 2 persone

2 cosce di pollo, oppure ½ kg delle parti preferite,

1 scatola di pomodori pelati,
1 carota,
½ cipolla dorata,
½ aglio,
1 costa di sedano,
olio extravergine di oliva
rosmarino,
salvia,
sale & pepe.

Fate soffriggere per un paio di minuti in olio caldo le cosce di pollo, aggiungete la cipolla tritata a coltello,
il sedano e la carota tagliate a rondelle, l’aglio, le erbe aromatiche, salate, pepate e fate rosolare per altri 3 minuti; quindi unite i pomodori pelati, circa mezzo bicchiere di acqua, coprite e fate cuocere per circa 40 – 50 minuti.
Se il pollo dovesse asciugarsi troppo aggiungete poca acqua calda.

Come vino, visto che la ricetta è Toscana, sono rimasta in zona ed ho abbinato un classico Chianti.

domenica 26 aprile 2009

Pizza bianca


Giornata dedicata al riposo e al relax, le temperature più basse e la pioggia non invogliano neanche ad uscire.
Quindi ritmi lenti, lettura del libro che ho in corso: Easter Parade di Richard Yates.
Inoltre la settimana scorsa sono stata alla Feltrinelli per un incontro con Eva
Cantarella, insegnante di Diritto Romano, ed esperta di storia dell'antica Roma e Grecia, che presentava il suo ultimo libro; essendo anche la Giornata mondiale del libro, la Feltrinelli a tutti i soci ha offerto uno sconto del 30% su tutti, proprio tutti!, i libri, e così ne ho approfittato per "saccheggiare" la libreria; oltre ai vari classici e a libri di saggistica, ho acquistato un bel po' di libri di cucina, fra i quali uno sulla panificazione delle sorelle Simili, ed un altro dedicato alla pasticceria dole e salata di Salvatore de Riso, e quindi ho tante cose da leggere e da fare!!!!
La pizza che posto oggi ha una variante rispetto all'altra pizza bianca già pubblicata, a parte qualche piccolissima variazione nell'impasto, ho sostituito il basilico col rosmarino, sembra una variante da poco, ma il sapore è diverso, e le sfumature cambiano completamente.

Pizza bianca

Per l'impasto:

250 g. di farina,
10 g. di lievito,
un cucchiaino di zucchero,
5 g. di sale,
2 cucchiai di olio extravergine di oliva,

per la farcia:

200 g. di mozzarella di bufala,
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato,
olio extravergine di oliva,
un paio di rametti di rosmarino,
pepe.

Per la preparazione dell'impasto cliccate
qui, quando sarà lievitato, stendetelo, aiutandovi con le mani leggermente unte, in una teglia ricoperta di carta forno, ricopritela con la mozzarella precedentemente sgocciolata e tagliata a dadini, il rosmarino, una abbondante grattugiata di pepe nero, il parmigiano e un generoso giro di olio; fate lievitare ancora per circa 10 minuti, quindi ponetela in forno già caldo a 200° per circa 15 minuti.

Ho abbinato una birra al doppio malto.

venerdì 24 aprile 2009

Muffin al formaggio

Ultimamente aggiorno pochissimo il blog, e non riesco nemmeno a lasciare con costanza messaggi nei blog amici, ma gli impegni di lavoro, qualche problema personale, e varie cose, stanno assorbendo, avidamente, il mio tempo.
Oggi sono riuscita a ritagliarmi qualche minuto e ne approfitto per pubblicare questa ricettina simpatica, presa dalla Cucina Italiana di marzo 2007.
La rivista li propone come antipasti, io li ho utilizzati come pane particolare, in accompagnamento a funghi trifolati e culatello, in una cena molto informale.


Muffin al formaggio
Ingredienti per 6

125 g. di farina,
100 g. di latte,
75 g. di formaggio latteria,
30 g. di burro,
20 g. di parmigiano grattugiato,
1 uovo,
1/4 di bustina di lievito in polvere per torte salate,
sale,
burro e farina per la placca.

In una ciotola, preparate una pastella amalgamando con una frusta tutti gli ingredienti indicati, tranne il formaggio latteria che va incorporato per ultimo, ridotto a dadini. Versate la pastella negli appositi incavi della placca da muffin. dopo averli ben imburrati e infarinati; infornate a 180° per circa 25 minuti. Serviteli caldi.

Come vino ho abbinato un chiaretto di Bardolino.


lunedì 20 aprile 2009

Conchiglioni alla crema di carciofi


Rieccomi qua, dopo tanto tempo, ma una serie di impegni, di lavoro in primis, e una settimana di vacanze, mi hanno tenuta lontano dal blog.

La ricetta di oggi in realtà l'ho preparato un po' di tempo fa, ultimamente, sempre per mancanza di tempo, mi sto dedicando poco alla cucina. Poco male, ho tante ricette da pubblicare e condividere.




Conchiglioni alla crema di carciofi

Ingredienti per 4 persone

20 conchiglioni - 120 g. -
4 carciofi con le spine,
130 g. di patate,
100 g. di ricotta di pecora,
40 g. di scamorza affumicata,
30 g. di parmigiano reggiano grattugiato,
1/2 cipolla,
4 cucchiai di olio extravergine di oliva,
3-4 cucchiai di latte,
il succo di 1/2 limone,
sale e pepe.

Lavate e mondate i carciofi, tagliateli a spicchi, e immergeteli in una bacinella colma di acqua fredda e il succo del limone, per evitare che anneriscano; pelate la patata e tagliatela a cubetti, tritate la cipolla a coltello, e soffriggetela nell'olio, aggiungete i carciofi, la patata, fate rosolare per qualche minuto, quindi salate, coprite a filo con acqua bollente, incoperchiate e portate a cottura.
Mettete da parte 5 - 6 spicchietti di carciofo per la decorazione, e frullate i restanti, unitamente alla patata e al sugo di cottura, io ho utilizzato il frullatore ad immersione; lasciate raffreddare la crema di carciofi e nel frattempo lessate al dente i conchiglioni.
Aggiungete alla crema di carciofi la ricotta e amalgamate bene, quindi unite la scamorza affumicata tagliata a dadini, incorporatela bene, e farcite i conchiglioni, disponeteli mano a mano in una teglia precedentemente unta, stemperate la restante farcia con il latte, e stendete il composto ottenuto sui conchiglioni, ricoprite col parmigiano grattugiato, decorate con gli spicchi tenuti da parte e cuocete in forno già a 200° per 20 minuti, lasciate gratinare col grill per 5 - 6 minuti.









Come vino ho abbinato un Vermentino sardo.