lunedì 15 marzo 2010

Fagioli all'uccelletto

Fagioli all'uccelletto

In questi giorni un pò, veramente un bel pò, di problemi, non mi hanno consentito di aggiornare il blog.
Ora ho deciso di regalarmi un attimo di calma, ho sospeso la lettura del libro in corso, e ho pensato di dedicarmi un pò al blog.
Questa ricetta l'ho preparata qualche tempo fà, ed è un altro grande, meraviglioso, classico della cucina regionale italiana.
I fagioli all'uccelletto, infatti, sono un pò, a detta di alcuni miei amici toscani, l'emblema di questa regione.
A me piacciono moltissimo e nel corso degli anni ho sperimentato diverse ricette, fino a quando ho trovato questa su un libro del Corriere della Sera, dedicato alla cucina regionale della Toscana. I suddetti amici, pur avendo rivolto alcune critiche a qualche ricetta presente nel manuale, hanno, invece, approvato, e apprezzata questa dei fagioli all'uccelletto.
In questo caso ho apportato solo due modifiche, ho sostituito il burro, suggerito dalla ricetta con l'olio extravergine di oliva, per due motivi.
Il primo, è come sempre per motivi salutistici. Laddove è possibile sostituire il burro con l'olio, lo faccio sempre più che volentieri.
Il secondo motivo è scontato, oserei dire banale. Se la Toscana è una delle regioni famose nel mondo per la produzione di meravigliosi oli extravergine, perchè utilizzare il burro, per una preparazione tipica?
Inoltre, invece della passata di pomodoro, ho utilizzato i pomodori pelati, perchè ne avevo un barattolo aperto in frigorifero e volevo consumarlo.
Inoltre ho abbinato, anche perchè volevo fare la "scarpetta", del pane leggermente tostato.

Fagioli all'uccelletto

Fagioli all'uccelletto

Ingredienti per 2 persone

250 g. di fagioli cannellini secchi,
1/3 di barattolo di pomodori pelati,
1 rametto di salvia,
1 spicchio di aglio,
3 cucchiai di olio extravergine di oliva,
sale,
pepe.

Mettete i fagioli in ammollo per almeno 12 ore, o seguite le istruzioni riportate sulla confezione.
Sciacquateli e lessateli in abbondante acqua con un rametto di salvia, per circa un'ora.
Salateli solamente a fine cottura per evitare che si induruscano.
In una padella scaldate l'olio con 2 - 3 foglie di salvia e l'aglio sbucciato e tagliato in due, tre parti nel senso della lunghezza.
Quando la salvia inizia ad appassire e l'aglio a rosolare leggermente unite i fagioli scolati, e un mestolino della loro acqua di cottura, mescolate delicatamente e fate cuocere per qualche minuto.
Unite alla preparazione i pomodori pelati, coprite e proseguite la cottura a fuoco dolce fino a che il condimento si sarà addensato e perfettamente amalgamato.
Insaporite con una generosa macinata di pepe.
Aggiustate di sale, togliete dal fuoco e servite subito.

Come vino ho abbinato un vino umbro, un Montefalco bianco.

16 commenti:

  1. buooooni....i fagioli sono un contorno che mi piace un sacco...ciao katia

    RispondiElimina
  2. Carissima Giovanna, ho sentito la tua mancanza! Spero che tutto si sia risolto. I Tuoi fagioli all'uccelletto sono molto saporiti e invitanti, ed essendo toscana, è un piatto che amo tantissimo!
    Un bacio, tesoro e a presto

    RispondiElimina
  3. sono squisiti...gnam gnam! Clementina

    RispondiElimina
  4. ....uuuuh che delizia....che comfort food ...una vita che non li mangio!!!
    mi hai fatto venir le voglie!!!
    grazieeee:)
    baci

    terry
    http://crumpetsandco.wordpress.com/

    RispondiElimina
  5. Che buoni questi fagioli!!! immagino col vostro pane scialbo una vera delizia, ciao.

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia...mi ricordano tanto la mia amata Toscana!

    RispondiElimina
  7. Katia, grazie!

    Lady Boheme, grazie sei davvero molto cara!

    Clementina, grazie!

    Terry, grazie! Anche per me i fagioli preparati così sono un confort food.

    Max, benvenuto e grazie!

    Simo. grazie! A chi lo dici! Anche a me ricordano la Toscana.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  8. Sono assolutamente d'accordo con la sostituzione del burro con l'olio! E' una ricetta della tradizione dal sapore rustico e buono!

    RispondiElimina
  9. ogni tanto li preparo anche io, in maniera molto simile.. ed è incredibile quanto una ricetta così semplice dia soddisfazione tutti!! li ho mangiati per la prima volta in toscana insieme alla salsiccia e a un paio di fette di lardo... goduriosi!! ciao ciao
    Vale

    RispondiElimina
  10. Ciao!
    Partecipa anche tu al Contest di Marzo de LA CUCINA ITALIANA dedicato al TIRAMISU'!

    Per info:
    http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

    Scade il 10/04/10.
    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  11. Carissima Giovanna, ti capisco, perché anch'io, per un motivo simile al tuo, sono stata in riposo forzato! Con un po' di pazienza vedrai che tutto si risolve. Affettuosi auguri di una pronta guarigione! Un bacione e grazie della graditissima visita

    RispondiElimina
  12. ma quanto possono essere buoni??!!!!?!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  13. Non sai quanto mi abbia fatto piacere, leggere dell'olio evo, la penso esattamente come te, anch'io vivo in una delle patrie dell'olio: la puglia ^_^ e quando posso, a volte anche forzando le cose, lo aggiungo al posto del burro...
    Nonostante tutto però, ci sono delle ricette in cui il burro è insostituibile...
    Buona la ricetta!
    Chissà perchè quel nome...carino...^_^
    baci e buona giornata serena

    RispondiElimina
  14. Buongiorno tesoro, spero tanto che tu stia meglio! ho una dolcezza di primavera da offrirti, se ti fa piacere, passa da me a ritirarla! Un bacio e serena giornata

    RispondiElimina
  15. Da quando mio marito, molto recentemente, ha scoperto di amare i fagioli, questo e' il suo piatto preferito.... magari con l'aggiunta di un po' di salsiccia per fare piatto completo e non farsi mancare nulla!!! A presto, Maura

    RispondiElimina
  16. Tania, grazie!

    Vale, grazie! Mamma mia che voglia di lardo e salsicce...

    Rebecca, grazie!

    Pagnottella, grazie! Eh si, la Puglia, la Toscana sono celebri per l'olio, e che olio!, perchè utilizzare il burro? Comunque, la penso come te, in alcune ricette è insostituibile.

    Cara Lady, arrivo!

    Maurina, benvenuta e grazie! Con le salsicce devono essere stupendi.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina