mercoledì 3 novembre 2010

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Ricetta, semplice e sprint a condizione che piacciano i formaggi e nello specifico il gorgonzola.
A me i formaggi piacciono tutti. Tantissimo, e se non fossero ricchi di grasso e ipercalorici, ne mangerei quantità industriali.
Per il gorgonzola, poi, ho sempre avuto una grande passione.
Immaginate i bambini che storcono il naso di fronte al suo odore penetrante, e al suo aspetto verdognolo?
Ebbene io non appartenevo alla categoria, fin da piccola, mentre mia sorella mi guardava con sommo disgusto, io golosamente ne mangiavo pezzettoni.

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Incredibile, ma vero, neanche quando mi fu spiegato l'esatto significato di erborinato, e quindi che il colore verdognolo era dato dalla presenza di muffe, mi fece desistere dalla mia grande passione.
Certo, fu un brutto colpo, mi fece un certo effetto, ma imperterrita, ad onta dello sguardo disgustato di mia sorella, continuai a mangiarlo.

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Con gli anni ho messo a punto una serie di ricettine, dopo aver debitamente convertito mio marito ad apprezzare la bontà di questo formaggio.
La gramigna l'ho preparata sabato per pranzo, dopo i vari giri alla posta, supermercato e tutto quanto si accumula da fare in una settimana.
Il sughetto si prepara veramente velocemente, mentre si lessa la pasta.
La ricetta l'ho preparata in progress, nel senso che sapevo che volevo condire la gramigna col gorgonzola e le nocciole.
Poi mentre cucinavo, ho dato uno sguardo al contenitore delle spezie e ho deciso di aggiungere i semi di sesamo, e di papavero.
Mi piace il sapore e anche il colore dei semi di papavero.
E mentre rimestavo il sughetto, sentivo il bisogno di una tazza di .
Ne avevo degustato solo una a colazione e il sabato, se sono a casa, nell'arco della mattinata, ne bevo almeno un paio.
Mentre armeggiavo con bilancina e timer, ho deciso di accompagnarlo alla pasta, e così ho optato per un tè nero indiano, l'Ambootia, e ho detto a mio marito di mettere da parte la bottiglia di vino, che stava aprendo, per un'altra occasione.

La pasta era semplicemente deliziosa, e l'Ambootia l'ha accompagnata egregiamente.

Gramigna con gorgonzola e nocciole

ingredienti per due persone:

160 g. di gramigna,
100 g. di gorgonzola,
10 cucchiai di latte,
una manciata di nocciole,
semi di sesamo,
semi di papavero.

Mentre la pasta cuoce, ponete in una casseruola in grado di contenere la pasta, il gorgonzola tagliato a dadini e il latte, a fiamma molto lenta e con un cucchiaio di legno, girate fino a quando si formerà una cremina, non troppo densa, versateci la pasta, unite le nocciole precedentemente tritate col mortaio e i semi di sesamo e papavero.
Mescolate bene e servite caldissima.

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Ho abbinato il tè nero Ambootia

13 commenti:

  1. Che meraviglia questa pasta! volgio provarla...mio moroso fan del gorgonzola l'adorerà:)

    RispondiElimina
  2. accipicchia che pasta particolare, complimenti ! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  3. Con il gorgonzola ho un rapporto ambivalente: non mi piace crudo e lo adoro invece cotto. Verrei quasi a cena da te con la prospettiva di questa pasta succulenta. Mi piace l'abbinamento con le nocciole al posto delle solite noci e poi i semini mi fanno sempre un bell'effetto. Quelli di papavero li spargerei ovunque ^__^ Un bacione

    RispondiElimina
  4. Questa pasta rispecchia in pieno i miei gusti; adoro il gorgonzola e le nocciole mentre ho un po' di dubbi sui semi di sesamo...bah, non so se ce li metterei... in ogni caso un primo alla grande!

    RispondiElimina
  5. anch'io adoro il gorgonzola! e non solo ma tutti i formaggi con le muffe :) ch'aggia fa!
    ottima pasta!

    RispondiElimina
  6. Ciao! eh..noi siamo formaggoi dipendenti, li utlizzeremmo ovunque e sempre! il gorgo poi, con il suo gusto intenso e la consistenza cremosa...è uno dei nostri preferiti!
    ottima queta tua apsta: non abbiamo mai provato l'aggiunta di semini e bello l'utilizzo di nocciole dolci invece delle classiche noci!
    bacioni

    RispondiElimina
  7. Zola e nocciole????????? Che gustosissimo abbinamento, super!!! Complimenti cara, bravissima!!!

    RispondiElimina
  8. Questa la DEVO provare. E' fantastica!
    Anzi...me ne tieni in caldo un piattino? Arrivo con le pere....
    baci e buonissima giornata

    RispondiElimina
  9. Che bontà questa pasta!!! Anch'io adoro il gorgonzola e questa tua ricetta è davvero speciale!!! La segno. Grazie carissima, un abbraccio e ti auguro una buona giornata

    RispondiElimina
  10. Io adoro il gorgonzola...in tutti i modi e questa pasta mi sembra un insieme di sapori decisi che mi ispira moltissimo.....
    Sarei un pò a dieta da oggi...ultimamente con questo blog sto lievitando e cerco di stare un pò attenta....ma appena mi libero la voglio provare......
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Pagno impazzisce per i formaggi...non ti dico per il gorgo!
    Se non trovo questo curioso formato di pasta, con quale altra mi consigli di provare?
    Baci

    RispondiElimina
  12. Terry, grazie!!!

    Rebecca, grazie!!!

    Federica, dai vieni! Ti prometto che il gorgonzola te lo preparo cotto. Tanto crudo me lo pappo io...

    Barbara, grazie! Ma i semi di sesamo a me piacevano e ci stavano bene, ma non sono obbligatori. Il gorgonzola è talmente saporito...

    Gio, grazie! E che vuò fà? Niente! Mangià!!!!

    Manuela e Silvia, grazie! Allora dobiamo incontrarci per un incontro tutto formaggioso!!!

    Speedy, grazie! E poi la ricetta è-...speedy!

    Simo, grazie! Ma no, te lo preparo fresco, al momento. Tu peli le pere???

    Lady, grazie! Mi fa piacere vedere che anche tu sei un'amante del gorgonzola!

    Viola, grazie! Dieta? Noooo!!!! Dai fai uno strappino....

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  13. Gaietta, grazie! Io l'ho fatta anche con le penne rigate ed era ottima. Oppure i garganelli.
    Uhm mi sta venendo fame...

    Baci Giovanna

    RispondiElimina