lunedì 29 novembre 2010

Pesce spada ai datterini

Pesce spada ai datterini

Parlando con gli amici e leggendo i blog, ho constatato che molti di noi, il sabato o la domenica sono soliti preparare una pietanza particolare.
Chi il pollo al forno, chi la pizza e così via.
Io il sabato sera preparo sempre il pesce.

domenica 28 novembre 2010

Dedica sul blog de la Scuola de La Cucina Italiana. Che gioia!

In un post recente, vi ho raccontato della bellissima cena a base di tè, alla quale ho partecipato presso la Scuola de La Cucina Italiana.

Oggi con enorme gioia e soddisfazione una mia amica, mi ha informata che il
blog de la Scuola de La Cucina Italiana, mi ha dedicato un post.

Da grande appassionata delle iniziative della Scuola, il loro riconoscimento, mi ha resa molto felice.

sabato 27 novembre 2010

Frittata con scamorza affumicata

Frittata con scamorza affumicata e semi di sesamo e di papavero

Un'idea semplice per risolvere una cena veloce, o con l'aggiunta di una portata di verdure e un dessert, un pranzo leggero.
Nel mio caso, un pranzo rapido, preparato solo per me.
Una frittata realizzata aggiungendo alle uova, oltre il parmigiano reggiano grattugiato e il latte, che conferisce delicatezza e cremosità, anche i semi di papavero e di sesamo.

mercoledì 24 novembre 2010

Lasagne napoletane

Lasagne napoletane con ricotta, mozzarella di bufala e salsicce

Credo sia superfluo scrivere della ricchezza gastronomica del nostro paese.
Non c'è regione, città, perfino paese, che non offra un suo piatto caratteristico, un formaggio tipico, un vino ben strutturato nel territorio.
Di questo dobbiamo ringraziare chi, tenacemente, decide di voler preservare la memoria del suo paese, della sua gente, grazie ad un formaggio, un vino, un salume.
Perchè il cibo non è soltanto ciò che mangiamo e che allieta le nostre tavole, ma soprattutto cultura, tradizione.
Il cibo rappresenta le nostre radici.
Un esempio è il pranzo o il cenone della vigilia di Natale, io abito a Milano, una città ricca di eventi, di cose da fare, ma anche una città dove ogni giorno ci si confronta con persone provenienti da regioni diverse, città diverse e se, su tante cose, siamo uniti, quando si parla di cibo, soprattutto legato alle occasioni particolari, quali le festività, allora c'è una netta frammentazione, sia chiaro, positiva ed interessante.

lunedì 22 novembre 2010

Cena a base di tè presso la Scuola de La Cucina Italiana

Cena a base di tè presso la Scuola de La Cucina Italiana

La Scuola de La Cucina Italiana, oltre ad organizzare corsi e degustazioni di tè, spesso organizza le cosidette "Serate a tema".
Queste serate sono delle autentiche cene, guidate da un leit motiv.
Io ho partecipato a diverse di queste, memorabile quella sui formaggi spagnoli.

Recentemente la "Serata a tema" era dedicata ad una delle mie grandi passioni: il come ingrediente di alcune ricette classiche, appartenenti alla nostra cultura gastronomica.

sabato 20 novembre 2010

e ci risiamo!

Frittata di porri e pomodori secchi

Duplice ci risiamo: ho rifatto la frittata di porri, e ho cambiato la ricetta. Ma è più forte di me, non riesco ad attenermi alle ricette, parto piena di buone intenzioni, con l'idea di replicare proprio quel sapore, quell'aroma e poi lungo la strada si accende una luce e comincio con i miei: "...e se...?".

mercoledì 17 novembre 2010

Metti una sera a cena...

Cotolettine di pollo con panure di erbe aromatiche, semi di sesamo e di papavero e nocciole

...di fine estate, in frigorifero ti aspettano i petti di pollo, hai lavorato tutta la giornata e desideri una doccia, bere il tè, caldo, of course!, leggere il libro in corso.
Invece devi fare ancora una serie di commissioni, mettere in ordine, insomma il diario di una qualunque e normale giornata settimanale.
Poi realizzi che vorresti tanto una cotoletta di pollo, ma la frittura non è sicuramente un toccasana, poi di sera, in estate e quindi....

lunedì 15 novembre 2010

Cronache di una "cuoca" sbadata

Mousse di marroni e cacao

I titoli per questo post potrebbero essere tanti: da quelli new age: "elogio della lentezza", "inno alla calma" a quelli delle parodie letterarie: "alla ricerca della panna perduta", parafrasando: "Alla ricerca del tempo perduto", oppure: "tanta fatica per nulla", da "Tanto rumore per nulla", o ancora: "la montagna franata" da "La montagna incantata".
O usare inni di riscossa: "non mi arrendo!", oppure rispolverare il solito e (trito) adagio: "in cucina non si butta mai nulla".
Tutto questo per dire che il dessert in questione non doveva essere la mousse che ho presentato, ma il più famoso Montebianco.

venerdì 12 novembre 2010

Pasta sfoglia, carciofini e ...fantasia!

Sandwich di pasta sfoglia con prosciutto cotto e carciofini

Della bontà e della versatlità dei carciofi si potrebbe scrivere e parlare a lungo. Ottimi cotti in mille modi, perfetti nei risotti, con la pasta, nelle torte salate e via discorrendo.
Perfino M. Proust ne parlò nel suo capolavoro: "Alla ricerca del tempo perduto".
Tranquilli, già vi immagino sbuffare e pensare: "che noia!", "ancora con Proust!", "dopo che ne ha tanto scritto a proposito degli
asparagi e delle madeleines, adesso inizia con i carciofi..."

mercoledì 10 novembre 2010

Metti un finocchio a cena e salmone affumicato con finocchi e crema allo yogurt


Lo ammetto, stasera intendevo postare un'altra ricetta.
Poi, facendo il solito giro nei vari blog, ho letto di questa importante iniziativa, promossa dal blog de La gaia celiaca, e non solo ho deciso di aderire, ma ho sentito il dovere morale di farlo.
Perchè? Semplice, sono contraria ad ogni forma di discriminazione, non mi piace l'emarginazione, non mi interessa sapere la provenienza geografica delle persone, e tantomeno verso chi è indirizzato l'amore delle persone.
Mi interessano le PERSONE, la loro umanità, la loro essenza, la loro interiorità.
E non mi piace che la dignità degli esseri umani debba essere calpestata con battutacce, offese, allusioni.
L'iniziativa, rivolta ai food blogger e non, consiste nell'esporre il banner e nel caso dei food blogger presentare una ricetta a base di finocchi.
Ortaggio che mangio moltissimo, mi piacciono e li trovo ideali negli spuntini di metà mattina in ufficio, ma stasera non ne avevo in casa e non avevo neanche ricette con questo ingrediente da postare.

Così ho riciclato una ricetta già presentata più o meno un anno fa: salmone affumicato con finocchi e crema allo yogurt.

Peraltro, ricordo bene che questa ricetta, molto veloce, la preparai per poter vedere con calma il programma di F. Fazio, Che tempo che fa, dedicato alla musica classica.
Proprio l'altra sera al nuovo programma di F. Fazio, stavolta insieme a R. Saviano, era presente Nichi Vendola che ha parlato dei termini offensivi con i quali vengono etichettati i gay....

Insomma, mi sembra che in un modo o in un altro questa ricetta sia sempre legata a qualcosa di importante.

salmone affumicato con finocchi e crema allo yogurt

lunedì 8 novembre 2010

Ho fatto la frittata!

Frittata con porri e pecorino

La cena è pronta, il sugo per domani pure, il tè l'ho bevuto, e adesso eccomi qua pronta ad aggiornare il blog.
La ricetta di stasera è una frittata con i porri, preparata per cena alcune sere fa.
La preparazione è semplicissima: si stufano i porri, si aggiunge un po' di formaggio, le uova, of course!, si mette tutto in forno e si aspetta che sia pronta leggendo un libro, sfogliando una rivista, aggiornando il blog, parlando a telefono con un'amica.

venerdì 5 novembre 2010

Indovina indovinello....

Risotto al tè verde Gyokuro Kansai

....cosa c'è nel risotto bello? Spinaci? No!!!! Bietole???? Nooooo!!!!
E allora?

Partiamo dall'inizio. Come sapete la cucina regionale è una mia grande passione, l'ho scritto e riscritto, mi interessa la storia che c'è dietro una ricetta, la nascita di un piatto, il legame col territorio, in una sola parola le nostre radici e la territorialità.

mercoledì 3 novembre 2010

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Gramigna con gorgonzola e nocciole

Ricetta, semplice e sprint a condizione che piacciano i formaggi e nello specifico il gorgonzola.
A me i formaggi piacciono tutti. Tantissimo, e se non fossero ricchi di grasso e ipercalorici, ne mangerei quantità industriali.
Per il gorgonzola, poi, ho sempre avuto una grande passione.
Immaginate i bambini che storcono il naso di fronte al suo odore penetrante, e al suo aspetto verdognolo?
Ebbene io non appartenevo alla categoria, fin da piccola, mentre mia sorella mi guardava con sommo disgusto, io golosamente ne mangiavo pezzettoni.

lunedì 1 novembre 2010

L'autunno in tavola!

 Pollo al forno con l'uva e purea di mele

Stamattina mi sono alzata presto per cucinare. Il ticchettio della pioggia sui vetri, il grigiore che penetrava dalle imposte, mi hanno invogliata ad alzarmi e iniziare una nuova giornata.
Già pregustavo il che avrei bevuto, accompagnata da una fetta del pane tirolese che ho comprato qui a Milano.
In un attimo la cucina si è animata, da una parte il bollitore che fischiava, segno che l'acqua per il tè era pronta, poco dopo il timer, col suo ticchettio mi avvisava che il tempo di infusione era terminato.