domenica 9 gennaio 2011

L'inverno in tavola: crema di patate e porri

crema di patate e porri

In questi giorni in città e nei negozi, sto assistendo ad uno "strano" e "noioso" fenomeno: da un lato le strade, i palazzi, alcuni negozi, sono ancora addobbati a festa, luminarie, babbi natale, alberi e tutto il corollario natalizio.
Dall'altro è già pronta sugli scaffali dei supermercati l'offerta di dolci tipici del carnevale.
Quindi da una parte panettoni, pandori e torroni in offerta, dall'altro, new entry del week end, i dolci del carnevale.


Ma dopo l'Epifania, il Natale non dovrebbe essere solo un ricordo? Perchè fino a metà gennaio, a volte anche oltre, gli addobbi non vengono tolti? E poi, dov'è finito quel periodo di transizione tra le festività natalizie e il carnevale? Quel periodo, dove si viveva l'inverno per quello che era, con sobrietà, senza pensare di passare da una festività all'altra?
La risposta è scontata, banale.
Quel periodo è stato stritolato dalle logiche di mercato, che ci vuole tutti consumatori, neanche tanto attenti alla qualità, e come tali dobbiamo spendere e comprare senza sosta tutto l'anno.

Con queste parole non voglio sembrare Savonarola, semplicemente penso che dovremo essere consumatori più consapevoli, comprando il meglio, concedendoci anche un milione di coccole, ma senza lasciarci "guidare" dal mercato.
Vi assicuro che ieri, vedevo in molti carrelli, "spuntare" confezioni di chiacchiere...

Io intanto medito mangiando questa crema calda, vellutata e molto invernale. Accompagnata da una tazza di buon è una supercoccola.
Ho abbinato il
Grand Keemun, il suo sapore legnoso e affumicato, si adattava molto bene alla morbidezza e alla dolcezza della crema.

Crema di patate e porri

ingredienti per 2 persone

600 g. di patate,
3 porri,
40 g. di burro,
alloro,
brodo vegetale,
sale,
pepe.

Pelate le patate, lavatele, tagliatele a pezzettoni, mondati i porri, tagliateli a rondelle e lavateli.
Ponete il tutto in una pentola, aggiungete il brodo vegetale, una foglia di alloro, il burro, salate, pepate e fate cuocere per circa un'ora, poi col minipimer frullatela. Servitela calda.


crema di patate e porri

Ho abbinato il tè nero cinese Grand Keemun

21 commenti:

  1. Ciao Giovanna...non ce transizione tra Natale e il carnevale non ce neanche tra carnevale e la pasqua...vedrai a giorni come ci saranno già le colombe e le uova di pasqua nei banconi...una vellutata accompagnata da un ottimo tè non si rifiuta mai...buona Domenica...

    RispondiElimina
  2. io adoro queste creme-vellutate!!!!
    Ma sai che invece non ho fatto ancora caso ai dolci di carnevale?? eppure mancano due mesi!!

    RispondiElimina
  3. Mamma mia sempre questa fretta di bruciare le tappe...godiamoci ed assaporiamoci i momenti attuali senza avere fretta di arrivare sempre già ad una meta prefissata...
    a carnevale manca ancora così tanto...
    Mah, io la penso così...
    Ottima e morbida la tua crema...calda e avvolgente...
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ♥Olá, amiga!
    Passei para desejar uma semana cheia luz, paz e inspiração para outras receitas saborosas como essa desse post....
    Boa semana!
    Bom domingo!
    Bj♥s
    Brasil ♥

    RispondiElimina
  5. Tesoro...meno male hai adocchiato solo i dolci di carnevale! La mattina della Befana, al bar dove vado di solito a prendere il caffè, accanto alle calze e agli ultimi torroni erano comparsi già gli ovetti di pasqua. Stavo per sentrmi male!!!!!!!
    Adoro la tua vellutata, cremosa e avvolgente. Una vero comfort food per riscaldare le serate fredde e non. Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  6. Deliziosa questa crema,ce ne vorrebbe una al giorno per ristabilire gli equilibri,secondo me.....

    RispondiElimina
  7. Che aspetto delizioso ha questa crema vellutata..ottima con qualche crostino!!

    RispondiElimina
  8. Oggi ho guardato con sgomento anch'io le chiacchiere in bella vista al supermercato ...
    Meno male che le sicurezze esistono ancora, come questa delizosa crema invernale .. un bacione

    RispondiElimina
  9. Dev'essere molto buona questa crema, giovanna. E poi le minestre calde, di questi tempi, ci stanno che è una meraviglia. Sugli addobbi natalizi che iniziano a settembre e vengono tolti a marzo, stendiamo davvero un velo pietoso... baci

    RispondiElimina
  10. ... da quello che mi diceva la mia nonna, tanti anni fa,il carnevale inizia dopo la festa di S. Antonio Abate, il 17 gennaio , ma iniziava sempre in sordina fino ai fatidici giorni "grassi". ci vuole un periodo di tregua per le ..tasche e per lo stomaco! benvengano le tue vellutate coccolose che mi piacciono tanto! ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  11. carissima grazie mille per gli auguri che contraccambio di tutto cuore e auguro a te e alla tua famiglia un anno ricco di serenità...baci katia

    RispondiElimina
  12. Hai ragione cara Giovanna, che tristezza, siamo noi però che dovremmo combattere, nel nostro piccolo, contro questo lavaggio del cervello e creare Noi consumatori gli spazi giusti semplicemente NON ACQUISTANDO la merce...tutto qui !!!
    Un saluto a te e al gruppo che ti segue, bacio Tiziana

    RispondiElimina
  13. ora nei supermercati non si capisce più nulla....se ci fai caso...alla fine di luglio trovi tutto il materiale della scuola...si corre troppo e ci accorciamo la vita:-)questa crema invece....è appropriata alle giornate fredde che stiamo vivendo...giovanna...perdona una domanda...mi spieghi bene bene cosa è il porro...non so se lo conosco oppure magari lo conosco con un altro nome....mi manderesti una fotografia sull'email o su facebook...te ne sarei davvero grata....un bacione grande
    Annamaria

    RispondiElimina
  14. Max, grazie! D'inverno, zuppe, creme, minestre e vellutate sono un balsamo.

    la fede, grazie! Mancano due mesi, è proprio quello che ho pensato io...

    Simo, grazie! Anch'io la penso così, viviamo con calma le stagioni, senza fretta.

    Ines, grazie!

    Federica, grazie! Veramente un comfort food. No, per fortuna gli ovetti non li ho visti. Ma è davvero incredibile...

    Mari e Fiorella, grazie!!!

    Alda e Mariella, grazie! Con i crostini l'effetto comfort è assicurato.

    Meggy, grazie! D'inverno sono un piacere...

    Giulia, grazie! E' vero, qui a Milano è una giornata fredda e piovosa.

    Rebecca, grazie! Si, una tregua è necessaria! Mi fa piacere che anche tu, creme, vellutate e affini, le giudichi una super coccola!

    Katia, grazie!!!

    Tiziana, sono d'accordo. Io, infatti, non voglio essere ritenuta una consumatrice di merci, e mi oppongo a questa politica consumistica, non comprando.

    Annamaria, grazie! Hai ragione, è vero, anche il materiale scolsatico è in vendita con largo anticipo. Stasera ti mando una e-mail.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  15. Quanto mi piacciono queste creme che scaldano anche l'anima, buonissima!!!! Baci GIovanna e buona settimana!

    RispondiElimina
  16. Non sai quanto sono d'accordo con te, ormai non si fa che passare da una festa all'altra. Figurati che in alcuni negozi ho visto i vestiti di carnevale già prima di Capodanno. Una cosa incredibile!!! Siamo bombardati dalle pubblicità e dal consumismo. Bisognerebbe mettere un freno. Per fortuna che ancora riusciamo a ritagliarci dei momenti si pace e semplicità con una bella zuppa calda ed un buon te

    RispondiElimina
  17. Sai che io non ne posso già più delle feste?? Sarà perchè non sto bene e le ho passate praticamente a letto..però da oggi sono anche a dieta e di dolci carnevaleschi non ne voglio proprio sentir parlare!!!Prendo volentieri un piatto di crema di patate e porri...Smack!!

    RispondiElimina
  18. cara Giovanna è la stessa cosa che ho pensato oggi quando mi è arrivata una mail che pubblicizzava i regali per s.valentino! ma non ci danno mai tregua? purtroppo soggiaciamo alle leggi del mercato e del consumismo sfrenato ahimé!
    ps buona la zuppa, adoro i porri! anche crudi! :)

    RispondiElimina
  19. Speedy, grazie!

    Valerio, grazie! I vestiti di carnevale, prima di capodanno è il colmo!

    Ambra, grazie, prendi pure! Ti capisco, anch'io non sono stata bene a Natale. In pratica non ho fatto nulla.

    Gio, grazie! Anche a me piacciono i porri, li faccio in tutte, è proprio il caso di dirlo, zuppe.
    Già S. Valentino? Pazzesco!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  20. Ciao Giovanna,sono rientrata da poco da napoli ed anche se in ritardo ti faccio gli auguri per un felicissimo 2011!Ancora ho i sapori in bocca e i profumi nel naso della cucina della tua città ,davvero unici...ma nella tua crema mi ci tufferei a capofitto...io adoro gli ingredienti che hai usato.un caro abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  21. Antonella bentornata!E' una gioia leggere che, la "mia" Napoli ti sia piaciuta.

    Buon 2011 anche a te!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina