lunedì 28 marzo 2011

Cena finger food e collaborzione con la Mugnaia di Elice

Anellini al sugo di zucchine, prosciutto e zafferano

Ricordate la famosa scena del film “Un americano a Roma”, dove un giovane Alberto Sordi accingendosi a divorare un piatto di maccheroni, esclama: “maccherone tu mi hai provocato, io te magno”?
Di fronte ad un piatto di pasta, ben cucinato, con un buon sughetto, la mia reazione è la stessa.
Certo non lo divoro con la stessa voracità e la quantità è decisamente inferiore, ma la pasta è sicuramente uno dei miei piatti preferiti.
Solitamente, la mangio a pranzo. Ma se la giornata è stata pesante, faticosa e ho bisogno di ritrovare il buonumore allora la sera mi sbizzarrisco.


Tra il frigorifero e la dispensa ho sempre qualche ingrediente simpatico adatto per preparare un sughetto.
Senza contare che in Italia abbiamo tre eccellenze gastronomiche: pomodori, olio extravergine d’oliva e parmigiano reggiano, con le quali preparare un piatto da dieci e lode.
Certo di sera prediligo sughetti leggeri a base di verdure o di pesce.
Piatti semplici, ma aromatizzati con spezie o erbe aromatiche.
Come dico sempre a chi mi dice che per cucinare occorre tanto tanto tempo, a volte pochi accorgimenti fanno la differenza.

Proprio come la pasta della ricetta di oggi, realizzata una sera della scorsa settimana.
Mentre la pasta era in pentola, ho preparato il sugo. Un paio di zucchine, una manciata di pinoli, prosciutto crudo di Parma e zafferano.
Un sugo molto saporito, colorato e leggero.
Come pasta ho utilizzato gli Anellini de La Mugnaia di Elice, pastificio col quale ho iniziato una nuova collaborazione.
Per rendere più simpatica la cena, ho preparato la tavola come una sorta di finger food, utilizzando i contenitori di Atmosfera Italiana.
Idea molto apprezzata.
Ho abbinato un vino rosato, il Bardolino.
Il suo aroma armonizzava molto bene con la sapidità del prosciutto e la delicatezza delle zucchine.

Anellini al sugo di zucchine, prosciutto e zafferano

Anellini al sugo di zucchine, prosciutto e zafferano

Ingredienti per 4 persone

1 confezione di anellini La Mugnaia di Elice,
2 zucchine medie,
100 g. di prosciutto crudo di Parma,
½ cipolla dorata,
parmigiano reggiano,
pecorino romano,
una manciata di pinoli,
una bustina di zafferano,
olio extravergine di oliva,
sale,
pepe.

Tritate finemente la cipolla a coltello e fatela soffriggere in 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, unite le zucchine lavate e tagliate a cubetti, mescolate bene e fate soffriggere per 3 – 4 di minuti.
Salate, mescolate, aggiungete un mestolino dell’acqua di cottura della pasta e cuocete per circa 5 minuti, l’acqua deve consumarsi e le zucchine devono risultare cotte ma croccanti, unite il prosciutto crudo tagliato a listarelle, conservate 4 piccole fette, amalgamate bene, poi aggiungete lo zafferano sciolto in mezzo bicchiere di acqua di cottura della pasta.
Fate consumare l’acqua, unite la pasta, i pinoli precedentemente salatati in padella, il parmigiano reggiano e il pecorino romano grattugiati, profumate con pepe nero macinato al momento, mescolate e fate insaporire bene.
Servite caldo, decorando con il prosciutto crudo tostato in padella e qualche pinolo.

Anellini al sugo di zucchine, prosciutto e zafferano

Ho abbinato un Bardolino Rosato

22 commenti:

  1. Ma ci credi che con una confezione di quella pasta ci mangiamo in 2??? ahahahah E' davvero ottima.. l'ho provata anche io.. Mi piace il tuo condimento in bianco!!!!! baciotti :-)

    RispondiElimina
  2. voglio un assaggino virtuale!!!

    RispondiElimina
  3. Anch'io adoro la pasta, non posso stare un giorno senza (tranne quando vado all'estero, naturalmente)... questa ricetta, nella sua semplicità, è meravigliosa, l'ideale per far tornare il buonumore! Ottima anche la mise en place in queste coppette quadrate, complimenti!!! A presto!

    RispondiElimina
  4. Ahahah, anch'io quando vedo un piatto di pasta mi vengono sempre in mente quella scena e quella frase...
    La pasta la adoro con i condimenti semplici, più sono semplici e più mi piace. Gli anellini poi hanno un fascino particoalre, sarà che è un formato molto usato in Sicilia, dove sono sndata per anni e quindi me la ricorda molto.
    Qui non siusano molto ma a vederli mi hai fatto venire voglia di cercarli.....
    Ottima pasta, buona e molto invitante. Ho già fame....
    PS: ti ho mandato una mail....ci sentiamo presto ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Questo formati di pasta è delizioso tesoro, mi è sempre stato simapticissimo. Peccato trovarlo difficilmente da queste parti. COn il tuo condimento poi lo hai reso particolarmente gustoso. Che dici, arrivo a cena con le cocotte di uova? Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  6. Che bontà questa ricetta!!! Un'idea particolarmente appetitosa, bravissima!!!! Complimenti anche per la deliziosa presentazione!
    Un bacio e buona serata

    RispondiElimina
  7. Anche noi adoriamo la pasta e questo formato poi è particolare! Buonissimo il condimento e bella la presentazione, complimenti!
    Un abbnraccio! Alda e Mariella

    RispondiElimina
  8. Questa pasta la conosco molto bene, è deliziosa e si presta bene a tutti i condimenti..il tuo è super-saporito, ottimo davvero!
    Quasi quasi vengo a cena...il vinello c'è, porto un bel salamino??!
    bacioni!

    RispondiElimina
  9. buona questa pasta!
    vi siete fatti una bella cenetta tu e tuo marito! :)
    buona settimana!

    RispondiElimina
  10. brava...ottima la pasta ben presetata e mi piace moltissimo il condimento utilizzato, e da leggere bene perchè è molto ricco e saporito. Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  11. una ricetta che sa di Primavera, cara Giovanna sei sempre una garanzia.

    RispondiElimina
  12. Claudia, grazie! Si, ci credo. Detto fra di noi, anche io e mio marito abbiamo mangiato una confezione intera.

    Carpe Diem, grazie!

    Sara, benvenuta e grazie!

    Viola, grazie! E' vero è un formato molto utilizzato in Sicilia.

    Federica, grazie! Ti aspetto con gioia e con la cocottina!!!

    Lady Boheme, grazie! Sei gentilissima!!!

    Alda e Mariella, grazie!!!

    Francesca, benvenuta e grazie!

    Simo, grazie! Vieni pure ti aspetto con piacere!

    Gio, grazie! Si proprio una bella cenetta!!!

    Max, grazie! Sei molto carino!

    Valerio, grazie! Come sei gentile!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  13. Mentre guardavo la tua ricetta mi è arrivato l'avviso del tuo commento sulla mia! Coincidenze...
    Meravigliosi anellini. Le tue ricette mi ispirano sempre una tale fiducia...

    RispondiElimina
  14. Carina la versione finger-food...ma sinceramente credo che mi sarei direttamente avventata sulla padella!! quella magnifica padellata di pasta fa venire una fame da lupi.

    RispondiElimina
  15. Gio' sei un'artista! una cena presentata benissimo , originale e gustosa, bravissima, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  16. Bellissima sia la ricetta che la modalità di presentazione!Complimenti!

    RispondiElimina
  17. Giovanna, grazie! E' incredibile, stavamo leggendo l'una il blog dell'altra!

    Elenuccia, grazie! Sei molto gentile!

    Rebecca, grazie! Sei davvero carina!

    Nel cuore dei sapori, grazie davvero!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  18. Una verdadera pasta bien elaborada como la que has preparado con el condimento esencial y servida en paila que me encanta,es un lindo plato,cariños y abrazos.

    RispondiElimina
  19. buona questa pasta.. da buon romano.. faccio come albertone.. me la magno..
    complimenti
    ti invitosul mio blog
    a presto
    giovanni

    RispondiElimina
  20. Rosita, grazie!

    Tiziana, grazie!

    Giovanni, benvenuto e grazie!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina