giovedì 19 maggio 2011

Panini ai cereali con semi e erbe aromatiche

Panini ai cereali con semi e erbe aromatiche

Quando preparo il pane ho sempre la sensazione di compiere una sorta di rito, comune a tutte le popolazioni del mondo.
Un rito semplice, millenario, fatto di pochi ingredienti per dare vita ad uno degli alimenti più importanti ed essenziali.
Amando la cucina, mi piace preparare ogni tipo di piatto, semplice o elaborato che sia, ma la gioia, la soddisfazione che provo quando preparo il pane è impareggiabile.
Farina, acqua e lievito, pochi semplici ingredienti che si trasformano in un una fragrante pagnotta, un croccante panino.
Aggiungendo qualche erba aromatica, un po' di semi, un pizzico di spezie, si ottiene un pane aromatico che arricchisce il pranzo.

Questi panini li ho preparati il giorno di Pasqua, utilizzando la Miscela per Pane ai Cereali del Molino Chiavazza.
Ho seguito le istruzioni riportate sulla confezione, aggiungendo all'impasto semi e erbe aromatiche.
Ho ottenuto un pane buonissimo, molto fragrante, croccante fuori e soffice all'interno.

Panini ai cereali con semi e erbe aromatiche

La sua fragranza si è mantenuta anche nel corso dei giorni successivi.
Una volta lievitato, ho suddiviso l'impasto in due parti, ad una ho aggiunto salvia e rosmarino fresco, all'altra semi di lino, zucca e girasole, usati anche per la decorazione.
Mi sono divertita a giocare con l'impasto, ho preparato qualche nodino, alcune treccine e per alcuni la classica forma del panino.
In tavola, il pane così presentato fa tutto un altro effetto.

Erano molto buoni sia i panini preparati con i semi che quelli con le erbe aromatiche.
Abbinati ad un tagliere di salumi e formaggi erano deliziosi.
I panini ai semi sono ottimi anche per colazione spalmati di marmellata.

Panini ai semi

500 g. di Miscela di Pane ai Cereali Molino Chiavazza,
25 g. di lievito di birra,
olio extravergine di oliva,
zucchero,
erbe aromatiche fresche (salvia e rosmarino),
60 g. di semi di lino, zucca e girasole,
sale.

Per prima cosa preparate il lievitino, sciogliete il lievito in un po' d'acqua tiepida e 10 g. di zucchero, coprite e fate riposare per circa quindici minuti, sulla superficie ci saranno tante bollicine, segno che il lievito si è attivato.
Sulla spianatoia con la farina fate la fontana, al centro ponete il lievito attivato, 4 cucchiaio di olio extravergine, 10 g. di sale, iniziate ad impastare, aggiungendo mano a mano acqua tiepida.
Quando avrete ottenuto un panetto liscio e setoso, ponetelo in un contenitore leggermente unto, copritelo con un canovaccio umido e fatelo lievitare in un luogo riparato da correnti d'aria per circa un'ora, o fino a quando l'impasto sarà raddoppiato.
Quindi, lavorate brevemente l'impasto per sgonfiarlo, suddivitelo con una spatola in due parti, incorporate alla prima i semi, alla seconda un cucchiao di erbe aromatiche finemente tritate.
Preparate i panini dandogli le forme che preferite, cospargete i panini ai semi con qualche seme di lino e fate lievitare per circa 30 minuti.
Cuocete in forno prerioscaldato a 200° per circa 15 minuti.
Sfornateli e fateli raffreddare su una gratella da pasticciere.

Panini ai cereali con semi e erbe aromatiche

31 commenti:

  1. un gran lavoro con un gran risultato sono davvero buonissimi complimenti cara..
    by da lia

    RispondiElimina
  2. E' un rito preparare il pane!
    Un miracolo quello che ne scaturisce.
    Grazie per la tua ricetta!
    A presto!

    RispondiElimina
  3. Adoro il pane ai cereali con l'aggiunta di tanti semini. ma con le erbe aromatiche lo hai reso davvero paradisiaco. Non oso immaginare il profumo dal forno e che delizia appena tiepido. Un abcione

    RispondiElimina
  4. Ahhh ma bei panini... anche nei loro formati!!! la farina la consoco benissimo.. crea un pane troppo buono.. e che si mantiene come dici tu!!! smackkk

    RispondiElimina
  5. troppo buoni li faccio spesso anch'io! non ho ancora capito però come far rimanere i semini attaccati alla superficie del pane...tu sì? :-/

    RispondiElimina
  6. davvero splendidi questi panini! bravissima

    RispondiElimina
  7. Che soddisfazione quando il pane riesce bene. Il tuo è perfetto.

    RispondiElimina
  8. La soddisfazione di mangiare un panino fatto con le proprie mani, e ancor prima di sentirne il profumo irresistibile che si sparge in cucina, è impareggiabile! E poi i tuoi panini sono anche belli e sani con tutti quei semini salutari..! un bacio

    RispondiElimina
  9. adoro l'odore del pane appena sfornato,pero' sarò una delle poche persone a cui il pane non piace tanto, non lo mangio tutti i giorni e quando lo faccio ne assaggio un quarto o metà...pero' so apprezzarlo...

    RispondiElimina
  10. Che gran lavoro, ma di sicuro una bella soddisfazione, bravissima Giovanna!

    Un abbraccio Tziana

    RispondiElimina
  11. Bravissima Giovanna, che soddisfazione panificare in casa, sono una meraviglia, e chissà quanto buoni!!! Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  12. Che buoni dovevano essere. Chissà quanto poco son durati in tavola abbinati a quel tagliere di salumi e formaggi! Sono quelle cose a cui io non so proprio resistere! :-)

    RispondiElimina
  13. Verissimo, preparare il pane ha sempre il fascino di un rito. Mi emoziona ogni volta. Belli i tuoi panini, brava!

    RispondiElimina
  14. Preparare il pane credo che sia uno dei riti più "magici" dell'uomo. Per questi panini vale il detto "Buono come il pane"! Complimenti ti sono venuti benissimo.

    RispondiElimina
  15. Io il pane non lo faccio spesso perchè farei fatica a consumarlo, però me ne dispiace perchè fare il pane è una delle cose più belle che si possano fare in cucina.
    Questi panini sono deliziosi, la treccina è bellissima e trovare in tavola tanta bontà dev'essere un'esperienza proprio da provare ;)
    Magari prima o poi.....
    Che delizia cara Giovannina....brava brava brava!
    Un bacione
    Smack

    RispondiElimina
  16. Una vera bontà questi panini, tesoro!! Perfetti sia nella forma che nel gusto!!! I miei complimenti, un abbraccio e buona serata

    RispondiElimina
  17. Adoro il pane fatto in casa, anche se non lo faccio spesso, perchè per vari motivi ne mangiamo pochissimo!Il tuo è meraviglioso, brava Giovanna!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  18. Lia, grazie!

    Dana, grazie!!

    Federica, grazie! Semini ed erbe aromatiche sono sempre presenti!

    Claudia, grazie! E' proprio un'ottima farina.

    Blueberry, grazie! Neanch'io sono bravissima, li metto sul pane e man mano che lievita dovrebbero inglobarsi...

    Zucchero e farina, grazie!

    Franci, grazie! Sei gentilissima!

    Sara, grazie! E' vero, è proprio una soddisfazione.

    Carpe Diem, grazie! L'odore del pane è impagabile!

    Tiziana, grazie!

    Speedy, grazie! Sei molto gentile!

    Mari, grazie! Un buon pane e un tagliere di salumi e formaggi, è una tentazione irresistibile!

    Zia Elle, grazie! Un vero e proprio rito!

    Fra, grazie! Un rito antico che si tramanda di generazione in generazione...

    Violetta, grazie! Se vieni da me lo facciamo insieme. Comunque è vero, se si panifica, bisogna essere in tanti per consumare il pane.

    Lady, grazie! Sei gentilissima!

    Alda e Mariella, grazie! Come siete carine.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  19. hai ragione ... è troppo bello impastare!!! che bei pani che hai fatto complimenti! baci ELY

    RispondiElimina
  20. dev'essere molto saporito!!poi è davvero bello!!complimentissimi!!

    RispondiElimina
  21. che bel risultato ha avuto la tua panificazione!!Complimenti!!

    RispondiElimina
  22. Il pane è il miglior cibo che esista, quando gli concedi il tempo sa regalarti qualcosa di preziioso!

    RispondiElimina
  23. L'Ostessa, benvenuta e grazie!

    Tina, grazie!

    Nel cuore dei sapori, grazie!

    Barbara, grazie!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  24. è vero, preparare il pane ti mette in contatto con l'umanità! credo che non ci sia nessuna popolazione al mondo che non abbia il suo! complimenti i tuoi panini sono eccezionali!

    RispondiElimina
  25. Il profumo del pane mette il buonumore...almeno a me...
    Questi rusticissimi e golosissimi panini ce li vedo bene con un bel salame felino...arrivo???

    RispondiElimina
  26. E com'è che mi è saltato questo post? ero venuto a curiosare da te e mi ritrovo che mi ero perso questi buonissimi paninelli...hai ragione è un rito lo è anche per me e anche una grande soddisfazione...buona domenica...Ciao.

    RispondiElimina
  27. Io mi immagino il profumo dei panini alla salvia e rosmarino appena sfornati...Credo che sia davvero un piacere unico, prima ancora di quello che si prova assaporando un boccone di questo soave pane fatto in casa, con tutte le cure e l'amore che merita. Che altro dire? Ti invidio perché a me i lievitati in genere non escono così bene...

    RispondiElimina
  28. sei la mia maga dei panini... sempre ottimi e gustosissimi!

    RispondiElimina
  29. Marjlou, grazie! Panificare, è' proprio un "rito" universale!

    Simo, grazie! Che buoni col salamino, ti aspetto!!!

    Max, grazie! Come sei gentile!

    Lucia, grazie! Sei gentilissima! Il profumo del pane, misto alle erbe aromatiche è una vera delizia.

    Giovanna, grazie! Come sei carina!

    Baci e buona settimana

    Giovanna

    RispondiElimina
  30. ps:grazie mille per auguri e buon inizio di settimana cara Giovanna, kiss

    RispondiElimina
  31. ciao giovanna, quando vedo dei blog come il tuo mi vien da piangere...e' bellissimo e sei molto brava, ti ringrazio x essere passata da me e vorrei seguirti anche io se non ti dispiace...ho provato ma mi dice che non e' possibile di riprovare piu' tardi...io insisto eh?
    salutoni !

    RispondiElimina