sabato 4 giugno 2011

Caserecce con sugo di zucchina e fiori di zucca

Caserecce con zucchinette

A volte mi sembra di non essere italiana. Perchè amo il tè, rispetto al caffè la "nostra" bevanda nazionale? No, perchè stravedo per la pasta e a volte ne parlo, leggo ricette, ne elaboro altre come se la pasta fosse una pietanza esotica e io mi stessi accingendo a scoprirne tutta la sua bontà.
Quando mio marito mi chiede cosa c'è per cena, se ho in programma di preparare un primo piatto a base di pasta, rispondo: "pasta!", come se fossi una newyorkese alle prese con la cucina italiana.


Ebbene si, la pasta mi piace. Condita con tutti i sughi e salse. Non esageriamo, i sughi "pannosi" o quei ragù pesantissimi e concentratissimi preparati dopo aver assaltato una macelleria, mi piacciono poco.

Però un piatto di pasta, condito con un sughetto leggero, a base di verdure di stagione o pesce, lo mangio sempre con molto piacere.


Le caserecce di questo piatto, una specialità della Cascina San Cassiano, all'aroma di curcuma e nero di seppia, le ho condite con un sugo preparato, molto velocemente, con zucchine, fiori di zucca e aromatizzato con zeste di limone, che hanno conferito una piacevole nota di freschezza al piatto.


La pasta al nero di seppia e le zucchine mi hanno ispirato l'abbinamento ad un delicato tè verde giapponese il Tamaryokucha.


Caserecce con sugo di zucchina e fiori di zucca


ingredienti per 2 persone


160 g. di caserecce curcuma e nero di seppia Cascina San Cassiano,
150 g. di zucchina,
15 fiori di zucca,
1 limone biologico non trattato,
olio extravergine di oliva,
1 aglio,
sale.


Soffriggete in 2 cucchiai di olio extravergine di oliva lo spicchio di aglio, unite la zucchina lavata e tagliata a dadini, salate, mescolate per insaporire bene,  incoperchiate e fate cuocere a fiamma media per 5 - 6 minuti, intanto lessate la pasta. Unite alle zucchine i fiori di zucca lavati, privati del pistillo e tagliati in due parti, fate cuocere ancora per qualche minuto, quindi aggiungete la pasta e fate insaporire mescolando a fiamma media per un minuto.
Servite e aromatizzate con le zeste di limone grattugiate al momento.

Caserecce con zucchinette 2

Ho abbinato il tè verde giapponese Tamaryokucha

20 commenti:

  1. Mi associo a te!! Io vado pazza per la pasta, non so resistere. Potrerei rinuciare a tante cose, ma non toglietemi la pasta...pleaseeeeeee!! La tua è molto invitante e poi è abbinata alla verdure, il mio grande secondo amore!! ;-)

    RispondiElimina
  2. Tesoro, complimenti, il tuo piatto è meraviglioso, lo preparerò al più presto!!! Bravissima, un bacione

    RispondiElimina
  3. Son diventata amante dela pasta da quando sto con Riccardo.. ovvero 2 anni.. prima ne mangiavo 1 volta a settimana.. quasi per obbligo.. Ottime queste casarecce al nero di seppia.. ottimo condimento hai scelto!!! smackkk buona domenica :-D

    RispondiElimina
  4. Io non sono una grandissima fan della pasta anche se cucinare primi è la cosa che mi appassiona di più dopo i dolci. Sicuraemnte però preferisco i condimenti semplici e leggeri, ricchi di verdure e se a base di pesce anche meglio. Buonissimo l'abbinamento zucchine-fiori di zucca e con la pasta al nero di seppia crea anche un bell'effetto cromatico. Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  5. A me la pasta piace in ogni versione, e la tua non fa eccezione anzi...me la papperei immediatamente!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  6. Che piatto intrigante...oggi non sono molto in forma, ma mi viene lo stesso una fame nel vederlo...
    baci e buona domenica

    RispondiElimina
  7. La pasta è una delle mie 3P favorite:Pasta, pane,pizza!Quindi non posso che associarmi a te in questa passione e questa versione è molto invitante

    RispondiElimina
  8. Io amo molto la pasta ma come te con sughetti leggeri e "verdurosi"! Queste caserecce devono essere molto buone! Ciao buona domenica

    RispondiElimina
  9. L'abbinamento mi piace molto!
    Giovanna devo dirti..., forse e l'ho già scritto ma non ricordo, quindi scusa se sono ridondante, che mi sto proprio gustando il mio tè sencha nella teiera di terra cotta che era quasi dimenticata e che ora dopo averla "battezzata" mi fa un te davvero ottimo, ancora grazie. Tu abbini alcuni tè che io non ho mai sentito nominare, sai indicarmi qualche libro che mi possa aiutare a conoscerli meglio? un abbraccio Alex

    RispondiElimina
  10. ciao Giovanna, anche a me la pasta piace tanto anche se cerco di limitarne il consumo... ma quando la faccio, piatto unico e porzione abbondante! Come te preferisco i sughi leggeri e non sopporto l'utilizzo della panna.
    Bella la tua gialla e nera; il condimento che hai scelto mi piace proprio tanto. In questo caso il termine per definire questa pasta non è mogliesco ma unisex: buonissima.
    Un bacione e buona giornata

    RispondiElimina
  11. Ciao, molto particolari queste caserecce gialle e nere! Perfetto il condimento fresco e leggero, ideale con queste belle giornate di sole.
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Questo piatto mi piace molto!!! Anche io adoro la pasta e se poi è servita con sughi delicati e gustosi come questo me la divoro proprio!! Queste casarecce poi devono essere proprio buonissime...un bacione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  13. La pasta dà sempre tanta soddisfazione, sia nel cucinarla che nel papparsela... e di sicuro, le ricette migliori sono le più semplici, come la tua, con verdure di stagione! Bravissima!! Un bacio, Sara

    RispondiElimina
  14. @ Sally,
    @ Lady,
    @ Claudia,
    @ Federica,
    @ Francy,
    @ Simo,
    @ Ornella,
    @ Fausta,
    @ Manuela e Silvia,
    @ Patrizia,
    @ Sara,
    grazie!

    @ Amiche cuoche, benvenute e grazie!

    @ Alex, grazie! Non conosco libri sul tè fatti bene. Molte cose le ho imparate frequentando corsi, degustazioni.
    Mi informo e ti faccio sapere. La teiera di terracotta la stai utilizzando, vero, per una solafamiglia di tè? Come ho scritto nel post, è necessario scegliere una famiglia a cui destinarla e non cambiare mai il tipo di tè.

    Baci e buona settimana

    Giovanna

    RispondiElimina
  15. e come faremmo senza pasta? che bello questo piatto a due colori, complimenti per gli accostamenti di sapore,buon inizio di settimana :)

    RispondiElimina
  16. Davvero un bellissimo piatto di pasta, anche se non sono una golosa di pasta, amo molto quella con le verdure e questa mi ispira moltissimo!!!Un abbraccio e buon inizio di settimana!!!

    RispondiElimina
  17. ciao Giovannina....anche a me piacciono i sughi leggeri con lke verdure, ma un'eccezione per il ragù, quello buono la faccio perchè mi piace davvero molto anche se lo faccio di rado. Per il resto anch'io prediligo verdure cotte in modo semplice, come questo tuo piatto di oggi che in più è coloratissimo e questo tipo di pasta gli conferirà senz'altro un gusto particolare...
    Dev'essere veramente buonissima...
    Brava Giovanna
    Smack smack

    RispondiElimina
  18. Il tuo piatto mi piace perchè è leggero e gustoso. Anch'io non amo i sughi troppo elaborati per la pasta.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  19. ..ho voglia di assaggiare queste casarecce alla curcuma..sono curiosissima! =)
    Complimenti per la ricetta!

    Francesca di SingerFood & Chiccherie

    http://singerfood.blogspot.com/

    RispondiElimina
  20. @ Nel cuore dei sapori, grazie!
    @ Rossella, grazie!
    @ Violetta, grazie! Anche a me, seppure di tanto in tanto, un buon ragù, con ingredienti scelti piace.
    @ Fra, grazie!
    @ Francesca, benvenuta e grazie!

    Baci e buona settimana

    Giovanna

    RispondiElimina