domenica 7 agosto 2011

Chi ben comincia....

Tè bianco Bai Yu Huan

Dopo una lunga pausa, vacanziera e non, il non è riferito al lavoro e ai tanti impegni che mi hanno tenuta occupata e lontana dal blog, rieccomi.


Anche queste vacanze le ho trascorse all'insegna della calma e del relax. Passeggiate tranquille, senza nessuna meta precisa, guidata soltanto dal piacere di osservare un tramonto che mi ispirava, il profumo di un fiore, la bellezza della natura, uno scorcio particolarmente suggestivo.

Ho cucinato moltissimo, seguendo il mio istinto, ispirata da un ortaggio o da un prodotto acquistato al mercato contadino. Ricette semplici, ricche di colori e verdure.


Come sempre, la lettura è stata una fedele compagna, ho letto molti libri nuovi e riletto con grande gioia alcuni classici.

In genere ogni estate, ogni vacanza è caratterizzata da un tormentono canoro. Nel mio caso, nella valigia dei ricordi non c'è. Non ho visto televisione e ho ascoltato i miei cd, e Radiotre. 

Comunque, il ritornello è stato: slow, slow, slow

E per mantenere quella calma, i ritmi lenti dei giorni scorsi, prima di ricominciare col lavoro e rituffarmi nel vortice, ci vuole una tazza di Bai Yu Huan, un pregiato tè bianco cinese proveniente dalla provincia di Fujian.
I delicati germogli, raccolti questa primavera, sono stati arrotolati a mano, formando gli "anelli di giada".

Tè bianco Bai Yu Huan

Il tè, preparato come tutti i bianchi a basse temperature, regala un infuso delicato, dalle note fruttate.

Il Bai Yu Huan, è veramente adatto ai ritmi slow. I suoi germogli, arrotolati con tanta cura e precisione, evocano gesti antichi, che si ripetono nel tempo. Un mondo dove non si corre, non c'è meccanizzazione.
Per ottenere la bevanda sono necessari tempi di infusione abbastanza lunghi, che consentano ai germogli di aprirsi e rilasciare i suoi delicati e pregevoli aromi.

Tè bianco Bai Yu Huan

Osservare i germogli che lentamente si aprivano, e ad ogni infusione si srotolavano un po' di più era bellissimo. Fotografavo ed ero incantata dallo "spettacolo" offerto. Sembrava quasi di assistere allo sbocciare di un fiore.

Tè bianco Bai Yu Huan

Nella foto è possibile osservare la grandezza dei germogli al termine della terza infusione, rispetto all'"anello" iniziale.

Tè bianco Bai Yu Huan

Anche l'infuso evoca la lentezza, il suo "liquore" chiaro, il sapore che mano a mano viene svelato, sorso dopo sorso il gusto diventa più incisivo, pur rimanendo morbido e delicato.

Cosa ne dite di prenderci insieme una tazza di tè? 

Tè bianco Bai Yu Huan

Vi ringrazio per i gentili commenti e e-mail che mi avete scritto, quanto prima passo da tutti voi.

Buona domenica!

Giovanna

18 commenti:

  1. Bentornata, Giovanna!!! E' un piacere ritrovarti. Sono contenta che ti sia goduta le tue ferie fino in fondo, rilassandoti e facendo le cose che più ti piacciono. Forte questo the! Lo voglio provare. Buona serata, cara!

    RispondiElimina
  2. Bentornata tesoro, mi sei mancata in questo periodo. Però sono felice di sapere che hai trascorso delle vacanze rigeneranti e che sei riuscita a dedicarti a ciò che più ti piace. Ora avrei bisogno anch'io di staccare un po' la spina...chissà!
    Sono davvero curiosissime le foglie di questo tè, stile girelle di liquirizia. Mai visto niente di simile prima. Sei sempre una scoperta. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  3. bentornata,accetto volentieri una tazza di the,
    ciao cara a presto

    RispondiElimina
  4. Ciao Giovanna,bentornata,accetto volentieri una tazza di questo meraviglioso the!!!!!!!!!!Buon proseguimento!

    RispondiElimina
  5. Bentornata mia cara, slow slow slow è un mantra che dovrei far mio, visti i ritmi che ultimamente mi opprimono.
    Ti mando un grande abbraccio...e presto tocca a me un pò di relax...speriamo vada tutto bene!

    RispondiElimina
  6. Bentornata, cara Giovanna, non immagini quanto ci sei mancata! L'importante è che ti sei riposata e hai staccato la spina per un pò!
    Accettiamo volentieri di bere un tè in tua compagnia!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. Le ferie dovrebbero essere sempre "slow" perche' di solito siamo sempre di corsa ! Interessantissimo la descrizione di questo the' . Buona serata

    RispondiElimina
  8. Bentornata carissima e complimenti per il tè sublime e le splendide immagini! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. bentornata Giovanna,inizio oggi le ferie io!buon lunedì !

    RispondiElimina
  10. Bentornata cara Giovanna, e con un bellissimo post; questo tè mi incuriosisce molto, che meraviglia vederlo "sbocciare"! Ti auguro buon rientro e un arrivederci a presto!!!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao Giovanna bentornata!!!! io finalmente sono in ferie e tra 1 settimana chiudo blog e tutto e parto.. per le meritate vacanze e relax!!! Son contenta che tu ti sia rigenerata.. baci e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  12. Bentornata!! Mi piacciono moltissimo le vacanze che hai fatto, i ritmi lenti con cui hai scelto di trascorrerle, i momenti belli che ti sei regalata. E ancora di più mi piace l'idea di riprendere piano piano. Io ancora devo partire, ma terrò a mente questo tuo prezioso insegnamento e cercherò di metterlo in pratica al rientro!
    Baci

    RispondiElimina
  13. bentornata !accetto volentieri la tua tazza di te che sarà speciale visto che lo fai tu! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  14. Un ottimo e strano te. Lo gusto virtualmente a colazione, Laura

    RispondiElimina
  15. Bentornata!!!che bello rileggerti!!!che buono questo thè..nn sarà orario x gli inglesi ma x me va bene a tutte le ore :) un bacione cara

    RispondiElimina
  16. Buongiorno carissima!!un bacione buona giornata

    RispondiElimina
  17. Vi ringrazio tanto, siete tutti molto gentili!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina