mercoledì 28 settembre 2011

Camera con vista

Vigneti, tempo di vendemmia

L'autunno è una stagione, per me,  molto particolare: da un lato mi suscita voglia di uscire, camminare nei boschi, respirare l'aria frizzantina, ricca di quei profumi tipici di questo periodo, dall'altra, invece, mi fa sentire un forte bisogno di raccoglimento, meditazione, stare con i miei pensieri, condividere queste sensazioni con persone amiche, alle quali voglio molto bene.


Relax

Recentemente sono stata in giro per vigneti, ho parlato con molti coltivatori, visitato cantine.
Queste passeggiate mi hanno lasciato emozioni profonde. Il piacere di stare a contatto con la natura. Quello di assistere alla vendemmia, un rito antichissimo, millenario, che stagione dopo stagione si ripete. L'orgoglio dei coltivatori che avverti mentre visiti le vigne e le cantine. La trepidazione che percepisci nella loro voce circa la riuscita del raccolto.
Il sentimento che ho percepito di più era la passione. Un anziano coltivatore mi ha commossa quando mi ha detto che senza la passione non potrebbe fare nulla.
La vista di un fazzoletto di terra dal quale un contadino, con ostinazione, amore e fatica ha ricavato un piccolo orto personale, mi ha suscitata tanta tenerezza.
Una volta a casa, ho continuato la riririlettura di "Camera con vista", il bellissimo romanzo di E.M. Forster, ambientato agli inizi del novecento, nel quale la protagonista sfida il bigottismo e il perbenismo imperante, scegliendo coraggiosamente di seguire i moti del cuore.
Ancora la passione!


Fichi

Così, tra la lettura, sorseggiare il tè e sgranocchiare qualche stuzzichino, biologico, acquistato direttamente dai produttori, ho iniziato a chiedermi qual'è la mia "camera con vista".
Le risposte sono state diverse: la ricerca, termine che assume diverse sfumature, ma in generale, per me, significa non smettere mai di farmi domande, e avere, ovviamente, il coraggio di darsi le risposte, cercare strade alternative, non fermarsi alla prima risposta, essere curiosi, non dare mai niente per scontato, voler sempre capire il perché delle cose, senza far diventare questo un inutile e sterile esercizio.
L'altra mia "camera con vista" - camera che non chiudo mai - è il mantenere uno spirito gioioso, capire quando è il caso di prendere le cose con levità.
Mantenere, come dire, vivo il fanciullino che è in ognuno di noi. Io l'ho mantenuto talmente vivo che mentre pensavo 'ste cose, mi sono messa a fare le barchette di carta...


E per voi, qual'è la vostra "camera con vista"?

Fichi con prosciutto crudo, gorgonzola e miele con nocciole

Tra una lettura e l'altra, poiché se lo spirito vuole gioia, lo stomaco richiede cibo, ho preparato questi spuntini, che diciamocela tutta, più che spuntini sono stati proprio il "secondo piatto" di un pranzetto veloce preparato un sabato per me e mio marito.

Bruschetta con prosciutto crudo, gorgonzola e miele alle nocciole

I fichi li avevo già preparati lo scorso anno, seguendo una ricetta tratta da La Cucina del Corriere. In questo caso il gorgonzola era di capra e non li ho passati in forno: quando li feci la prima volta ne assaggiai uno prima della cottura e mi sembrava più buono, così stavolta li ho lasciati "nature", inoltre li ho aromatizzati con un miele millefiori con nocciole, acquistato al mercato contadino di Lonato.
La fettina di pane è proprio un'idea, prosciutto crudo, gorgonzola di capra e miele millefiori alla nocciola.


In entrambi i casi ho abbinato il tè oolong all'osmanto, il suo bouquet aromatico e persistente accompagnava piacevolmente i fichi e il prosciutto. 

Bruschetta con prosciutto crudo, gorgonzola e miele alle nocciole

I fichi li ho lavati bene, poi li ho asciugati e senza pelarli li ho incisi con un taglio a croce, al centro ho aggiunto qualche dadino di gorgonzola di capra e il miele alle nocciole, ho avvolto ognuno in una fetta di prosciutto crudo San Daniele et voilà, in un istante è tutto pronto!

Relax

Bruschetta con prosciutto crudo, gorgonzola e miele alle nocciole

Anche in questo caso il prosciutto crudo utilizzato era il San Daniele, il gorgonzola di capra e il miele millefiori alle nocciole.

Vigneti, tempo di vendemmia

Bruschetta con prosciutto crudo, gorgonzola e miele alle nocciole

Nel frattempo la lettura del libro l'ho terminata e ne ho cominciato un altro, ambientato ancora in Inghilterra, prima o poi, almeno da un punto di vista letterario cambierò nazione!


Alla prossima! :-)


Giovanna

33 commenti:

  1. INTANTO LA VISTA DELL'UVA NELLA PRIMA FOTO è STUPENDA...OTTIMI GLI STUZZICHINI...
    LA MIA ''CAMERA CON VISTA''???
    NON AVERE PAURA DELL'ALTRA 'ALICE'...PIENA DI SFACCETTATURE CHE A VOLTE MI SPAVENTANO, MA ANALIZZANDOMI LA STO AMANDO...

    RispondiElimina
  2. la mia camera con vista?
    Cercare di godere sempre della positività del presente e mai delle cose brutte, cercando di vederle sempre sotto una luce buona.
    Aprire la finestra e ammirare ciò che di bello ci offre la giornata...anche un raggio di sole.
    E cercare di godere dei propri hobbies e delle cose che ci fanno stare bene.
    Il tuo post è bellissimo...a in sè il profumo fresco e frizzantino dell'autunno.
    Un abbraccio...arrivo con un vinello.

    RispondiElimina
  3. Che bellezza poter stare così a stretto contatto con la natura!!!! iocosì ci sto con i palazzi.. sigh .-(
    Ottimi questi stuzzichichi.. si..si..si.. molto appetitosi..
    Non sapevo esistesse il gorgonzola di capra... devo assolutamente trovarlo!!! smackk

    RispondiElimina
  4. La mia camera con vista? dare spesso uno sguardo molto in profondità dentro di me e fare la stessa cosa guardando oltre a quello che con gli occhi vedi come primo impatto..guardare alle cose cercando di non giudicare..a volte è difficle ma con un po' di costanza ed esercizio ci si arriva :))
    In questa bella meditazione ci starebbe proprio bene uno di quei fichi ma purtroppo non mi piace il gorgonzola..pazienza ...un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  5. La mia “camera con vista”? imparare a vivere alla giornata, a godere del presente senza lasciarmi prendere dall’ansia per il futuro e per il tempo che vola via inesorabile.
    Si respira un’aria di pace e di serenità in questo post :) Splendidi suggerimenti per assaporare tutta la bontà dei fichi. Ahimè quest’anno ne ho proprio sentito la penuria. Spero di rifarmi il prossimo.
    Un abbraccio, buon pomeriggio

    RispondiElimina
  6. Condivido con te lo stato d'animo ambivalente che porta con sè l'autunno. Il suo fascino è proprio in questa doppia natura. Bellissimo post, denso di spunti di riflessione...come l'autunno!

    RispondiElimina
  7. Che belle foto!Specialmente del piattino molto invitante!

    RispondiElimina
  8. La mia camera con vista assomiglia molto alla tua... e mi ritrovo con i tuoi stati d'animo... Ti capisco appieno!!
    Ottima questa ricettina sfiziosa con i fichi...!
    Franci

    RispondiElimina
  9. La mia camera con vista per alcuni aspetti è simile alla tua prima camera: la ricerca con tutte le sfumature che hai scritto.
    Mentre una cosa che sento che mi manca è la leggerezza, il saper scegliere la levità quando è il momento.

    E' sempre un piacere leggere i tuoi post sia per le ricette che per ciò che scrivi.
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  10. la mia camera con vista??sono una persona che tende a vedere le cose in maniera pessimista, quindi vorrei imparare ad essere più ottimista e meno ansiosa
    complimenti per questo squisito spuntino/cena :) baci

    RispondiElimina
  11. La mia camera con vista e' prendere le cose sempre con il sorriso sulle labbra e cercare di non farsi mai buttare giu' dalle cose avverse della vita, e ogni tanto tornare un po' bambina!!!Ci hai offerto un post stupendo con posti e doni della natura stupendi!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  12. La mia camera con vista e' prendere le cose sempre con il sorriso sulle labbra e cercare di non farsi mai buttare giu' dalle cose avverse della vita, e ogni tanto tornare un po' bambina!!!Ci hai offerto un post stupendo con posti e doni della natura stupendi!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  13. La mia camera con vista e' prendere le cose sempre con il sorriso sulle labbra e cercare di non farsi mai buttare giu' dalle cose avverse della vita, e ogni tanto tornare un po' bambina!!!Ci hai offerto un post stupendo con posti e doni della natura stupendi!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  14. gli stuzzichini sono strepitosi , complimenti davvero , pieni di " autunno", il tuo post è veramente bello e pieno di spunti, sto immaginando di aprire la finestra e ci trovo un ragazza sorridente ed ottimista , ma anche piena di paure,forse è proprio quella...fanciullina che resiste nonostante gli anni che passano, vedo entusiasmo per la vita e tanto amore. ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  15. comlimenti per il bellissimo post e per le immagini! non saprei quale è la mia camera con vista.. io prendo tutto così come viene senza pensarci troppo, sbagliando e continuando a sbagliare :)

    RispondiElimina
  16. Forster è perfetto!
    la mia 'camera con vista' da su un giardino sempre pieno di novità e ricerca, solo in questo modo mi sento vivo!
    qui fichi sono una bellezza, anche da vedere
    un bacio!

    RispondiElimina
  17. La mia camera con vista?oggi è avere il coraggio di dire no per pensare un pò più a me stessa e rendermi conto che alla fine non sono poi così male!E' la voglia di immergermi nelle mie passioni e condividerle con chi può capire e apprezzare sempre anche le piccole emozioni.E tante emozioni suscita il tuo post bello e riflessivo,da godersi magari con uno di questi stuzzichini!!
    un bacio cara e alla prossima!!

    RispondiElimina
  18. che voglia di autunno con questo post!! e che voglia di quei bei piattini! ciao ilaria

    RispondiElimina
  19. La mia camera con vista è la mia camera da letto perchè, a finestre aperte, distesa dal mio letto vedo il celeste del cielo...ottimi gli stuzzichini! CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  20. La mia camera con vista è il giardino di mio nonno in cui ho trascorso tutti i momenti felici della mia infanzia! Complimenti per il bellissimo post, e quei fichi mi fanno proprio gola:-)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  21. Che bel post. Se ci fosse l'aria frizzantina, anch'io avrei voglia di passeggiare e riempirmi i polmoni dei profumi dell'autunno...peccato che fa un caldo tremendo e soffia un vento caldo da phon.
    La vendemmia è un momento particolare dell'anno, emozionante, sempre, per tutti quelli che vi partecipano. Da bambina partecipavo sempre, nella casa in Piemonte...momenti indimenticabili. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  22. Ciao Giovanna, le proposte culinarie mi piacciono moltissimo e le farò sicuramente, magari con il miele alla salvia che ho acquistato recentemente.
    la mia camera con vista? la finestra di fronte, il vicino di casa, le persone che ci passano accanto e non li vediamo. Quest'estate i Balcani, erano così vicini e non li abbiamo visti, eppure oltre il mare azzurro della Croazia c'è ben altro.
    Vorrei prendere insieme un tè, forse un giorno. Un abbraccio, Alex
    Ti va di venirmi a trovare qui (alejandralillia.com)? a presto

    RispondiElimina
  23. Splendido post cara Giovanna, si respira tanta tranquillità e serenità qua da te!!! tuto è perfetto, dalle foto alle splendide propost econ i fichi, che adoro!!!! La mia camera con vista. . .Cercare di cogliere sempre il positivo delle cose, ed essere ottimista, accontentarsi delle piccole cose che sono quelle che danno la vera felicità! Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  24. Che bei posti e che belle foto , poi quella con i fichi buoni!!
    Buona giornata cara baci

    RispondiElimina
  25. la mia camera con vista?
    vivere il presente con quello
    che mi offre...
    ottimi i tuoi fichi..ne ho fatti di simili!!
    Ciaoo

    RispondiElimina
  26. Ti confesso che quel piattino ce l'avessi qui davanti non potrei resistere....ottimo e golosissimo piattino...MI PIACE!!!!Stefy

    RispondiElimina
  27. ... che domanda difficile! La mia camera con vista la devo ancora "scovare". In compenso il romanzo mi è piaciuto molto, così come mi piacciono le "idee" culinarie che hai proposto con questo post. Adoro questa stagione solo per i suoi frutti: fichi, uva, nocciole... ottimi i tuoi abbinamenti.
    Ma ora non mi puoi lasciare con questa domanda in sospeso: qual'è il libro che hai iniziato???
    Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  28. questi piatti sono bellissimi Giovanna! Che colori, meravigliosi, e quanto sono buoni!. Le passioni sono fondamentali nella vita, aiutano nei momenti difficili e ti fanno apprezzare molto di più anche quelli belli! Una vita senza passioni sarebbe inconcepibile cara Giovanna, ci pensi a quanto tante cose perderebbero di significato?
    Un bacione
    Smack

    RispondiElimina
  29. Bellissimo post cara Giovanna!!! Anche io amo l' autunno con tutte le sue sfaccettature e le foto che ci hai mostrato sono bellissime...La mia camera con vista? Vivere più in pace con me stessa e non è poco!! Un bacione...
    Ottimi stuzzichini!!

    RispondiElimina
  30. La vendemmia è una delle cose più affascinanti che ci siano...la faccio da quando avevo 7 anni...mi ricordo il pestaggio dell'uva con i piedi fino ad adesso tutto modernizzato, ma quei ricordi e tutto fino ai giorni nostri mi porta ancora emozione...buonissime e gustosissime le tue sfioziosità...ciao.

    RispondiElimina
  31. Che posto affascinanto tesoro!buona giornata

    RispondiElimina
  32. Un post davvero bello e per me commovente :) devo pensarci su prima di stilare un elenco delle mie "camere con vista". Intanto mi assorbo per bene il tuo scritto e i tanti spunti gradevoli trovati nei commenti qui sopra :) Il tuo blog è sempre piacevole e gli "ospiti" di questa pagina non sono da meno! Grazie Gio!

    RispondiElimina
  33. Vi ringrazio tutti, è stato molto bello il nostro scambio di "camera con vista"!

    Baci e buon fine settimana

    Giovanna

    RispondiElimina