sabato 25 febbraio 2012

Spiedini di pollo e tacchino con riso basmati

Spiedini di pollo e tacchino con riso basmati

Lo ammetto, mi piacciono moltissimo i piatti unici. Li preferisco al classico primo, secondo, contorno e frutta.
Forse, sarebbe più corretto dire che, in genere, non mi piacciono le schematizzazioni, neanche a tavola, e non mi piacciono i cliché.
Così, appena ho iniziato a cucinare, ho eliminato tutte le convenzioni, steccati, abbinamenti usuali.
In un lampo, il pranzo della domenica è diventato una sorta di brunch, oppure di uno spuntino veloce preparato al ritorno di una mostra d'arte, una visita al mercatino dell'antiquariato, un giro in libreria.
Ancora ricordo l'espressione stupita di una mia amica molto molto convenzionale, quando le raccontavo che avrei preparato per pranzo delle bruschette accompagnate da un piatto di salumi, oppure un'insalata di mare abbinata al riso e così via.
Allo stupore, seguiva sempre la solita, immancabile domanda: "di domenica?"
Insomma, per lei, era assurdo uscire dagli schemi. Al contrario di me, che invece, ho bisogno di sentirmi libera da classificazioni, etichette, regole.
Soprattutto in cucina, dove la fantasia dovrebbe essere una linea guida.

I piatti unici mi sono sempre piaciuti tanto, uno dei primi è stato la cena di molti sabati: insalate di mare gigantesche abbinate a riso lessato, condito con una citronette al pepe rosa.
Senza considerare tutti i piatti preparati col riso basmati o venere, talmente aromatici, da risultare perfetti anche semplicemente lessati.
In questi ultimi anni, invece, ho la fissa del riso pilaf, trasformata in riso speziato, dopo aver acquistato un tè speziato che mi ha ispirato l'idea del riso.
Da allora, continuo a prepararlo, il riso, variando di tanto in tanto le spezie, e abbinandolo principalmente a pesce o pollo, ma in qualche caso anche carne di manzo.
Dunque, l'idea di base è semplicissima: ho infilzato una cipolla con i chiodi di garofano, l'ho posta in una pentola, ho aggiunto un frutto essiccato di anice stellato, una stecca di cannella, ho ricoperto di acqua e quando ha iniziato a bollire ho salato e fatto sobbollire il tutto per una ventina di minuti, in modo che la cipolla si ammorbidisse, e nello stesso tempo l'acqua si insaporisse, poi ho aggiunto il riso basmati, e, a fiamma bassa, l'ho fatto cuocere fino a quando l'acqua si è consumata e il riso era cotto, ma ancora al dente.
Ho eliminato le spezie, condito con un filo d'olio extravergine e abbinato a pollo o pesce.
In questo caso l'ho abbinato a mini spiedini di pollo e tacchino Amadori, che prima di cucinare ho passato nei semi di sesamo.
Il piatto, semplicissimo, era davvero molto buono. Una macedonia ha completato il pasto, come tè, invece, ho abbinato un nero speziato alle arance, cannella e chiodi di garofano.

Ho cucinato il tutto ad occhio, quindi non ci sono dosi.

Spiedini di pollo e tacchino con riso basmati

Ho preparato il riso basmati come riportato sopra, poi ho liberato la cipolla dai chiodi di garofano e l'ho tagliata a fettine, una parte l'ho mescolata al riso, un'altra l'ho posta sul riso, ho condito con un filo di olio extravergine. Intanto, dopo aver passato gli spiedini nei semi di sesamo li ho cotti in forno. Ho servito tutto insieme.

Spiedini di pollo e tacchino con riso basmati

Ho abbinato il tè nero speziato all'arancia, cannella e chiodi di garofano

Alla prossima!

Buon fine settimana! :-)
Giovanna

17 commenti:

  1. anche io non amo le convenzioni in cucina...a volte però mi trovo costretta a cucinare un pò di più di domenica perchè essendo tutti a casa è anche bello condividere il momento del pranzo coi sacri crismi...
    Questo piattino è bello e buono, me lo segno per qualche cenetta settimanale ;)
    Anzi, se mi aspetti arrivo con una bella pagnotta ancora calda o un dolcino!
    baci

    RispondiElimina
  2. hai ragione: è bello uscire dagli schemi, almeno a tavola e in casa propria! :) io non mi scandalizzo, perciò invitami quando vuoi! buon week end anche a te!

    RispondiElimina
  3. ottimo tesoro! ch brava! qursti tuoi spiedini sono attraenti da morire e poi, chissa' come saranno stati appetitosi!

    RispondiElimina
  4. DELIZIOSI E MOLTO APPETITOSI! IO SONO TRA QUELLE CHE ESCONO SPESSO DAGLI SCHEMI, QUINDI MI PIACCIONO QUESTI PIATTI.

    RispondiElimina
  5. è un piatto unico delizioso, semplicemente perfetto!
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  6. è un piatto unico delizioso, semplicemente perfetto!
    Buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  7. Un meraviglioso piatto unico, bello a vedersi e ottimo da gustare!!! Baci

    RispondiElimina
  8. Alla fine con ingredienti semplici si creanod ei piatti deliziosi.. che si rpesentano benissimo! come il tuo!!! smack e buona serata .-)

    RispondiElimina
  9. ciao Giovanna anche io preferisco i piatti unici. Poi come dici tu è giusto sentirsi liberi di mangiare ciò che si vuole, anche la domenica.
    Potevo capire i nostri genitori che avendo vissuto il dopoguerra si sfogavano con le abbuffate della domenica, ma noi non abbiamo mai patito la fame.
    E' un lungo discorso da fare in un commento, ma è bello condividerlo.
    Oggi c'è il problema contrario: prevenire ai giovani l'obesità.
    Comunque questi spiedini sono deliziosi e mi piace moltissimo anche la tua teiera.
    un bacione e scusa per le chiacchere.
    sabina

    RispondiElimina
  10. A volte penso siamo sorelle separate alla nascita! Stessa linea d'onda per gli schematismi a tavola. Sarà perchè vivo da sola, ma vado sempre di piatto unico e giusto quando c'è la cavia torno un po' alla classica routine. Davvero appetitosi gli spiedini, con la carne bianca conquisti anche me. Un bacione, buona domenica

    P.S. stasera mi conquisti anche con quel tè speziato e agrumato insieme ^_^

    RispondiElimina
  11. Anch'io adoro rilassarmi in cucina il Sabato e la Domenica...rilassarmi e godere di quello che c'è cucinato velocemente.....E credimi Giovanna anch'io adoro i piatti unici..perfetti e gustosi una vera e propria soddisfazione per il palato come questi spiedini!!!!
    Un bacione e BUONA DOMENICA!!!!!

    RispondiElimina
  12. A casa nostra non ci curiamo troppo delle convenzioni, mangiamo quello che ci va e pur amando le tradizioni non le subiamo. Mi piace molto ll tuo modo di interpretare la cucina...che buono quel riso con gli spiedini!:)
    Buona domenica cara Giovanna!

    RispondiElimina
  13. Assolutamente sulla stessa linea, abbasso le convenzioni anche in cucina...gia' ne dobbiamo seguire tante nostro malgrado!
    Quindi w i piatti unici che risolvono una cena, come questo ;-)

    RispondiElimina
  14. Vi ringrazio tutte!
    Baci e buona settimana
    Giovanna

    RispondiElimina
  15. Ciao Giovanna! Ottimi questi spiedini!! Lo sai, non ho l'abitudine a gustare il thè con una pietanza di carne.... ma vale la pena provare!! ^__^
    Baci baci,
    Franci

    RispondiElimina
  16. Il piatto unico mi piace molto.
    A parte che sono incredibilmente versatili, poi mi piace mischiare i sapori e scoprirne di nuovi.


    Mi segno la ricetta da provare di certo!

    RispondiElimina
  17. Anch'io adoro i piatti unici! Fanno risparmiare tempo in cucina senza togliere niente al gusto. E poi consentono sempre di fare delle belle personalizzazioni.
    Questi spiedini sono squisiti. Mi piacciono abbinati al riso, hanno un ché di orientale...

    RispondiElimina