mercoledì 27 giugno 2012

Sformatini di patate

Sformatini di patate 3


E' bello cambiare abitudini, uscire dagli schemi, percorrere strade diverse. Rivitalizza. Offre un altra visione del mondo. Ci riempie di energia.
Se, nel quotidiano, non è sempre possibile, la cucina offre sempre una gamma di possibilità.

Ecco allora questo sformatini, una rivisitazione del classico gattò di patate partenopeo. Certo, non offrono nuove prospettive, ma è stato divertente elaborarli in chiave light, adatti a queste torride giornate.
Cominciamo dallo stampo, via la teglia e spazio a tante pirofiline monoporzioni, più carine e versatili.
Continuiamo con gli ingredienti, no al salame, troppo pesante e grasso, si invece al prosciutto cotto. Invece dei latticini un caciocavallo silano. Noce moscata al posto del pepe, meno piccante e più delicata per accompagnare il prosciutto cotto.
Niente grassi nell'impasto, solo uova per amalgamare. Inoltre, gli sformatini, li ho serviti freddi.
Tè? Certo! Anche quello è un modo per rompere gli schemi. Ho abbinato un classico, il nero cinese Grand Keemun, dalle note affumicate si accompagnava benissimo al prosciutto e al formaggio.

E se invece di mangiarli a tavola, li mettiamo in un cesto di vimini e prepariamo una fresca tavola all'ombra di un albero? Cosa ne dite?

Sformatini di patate 2

Sformatini di patate

ingredienti per 4 sformatini:

1, 4 kg di patate,
150 g. di prosciutto cotto Lenti,
150 g. di caciocavallo silano,
2 uova,
80 g. di latte,
parmigiano reggiano grattugiato,
pan grattato,
olio extravergine di oliva,
sale.

Ho lavato e lessato le patate con la buccia per circa 40 minuti, poi le ho pelate e passate allo schiacciapatate,
ho unito la metà del prosciutto e del caciocavallo tagliati a dadini, le uova, un paio di cucchiai di parmigiano reggiano, un pizzico di noce moscata grattugiata, sale, il latte e ho amalgamato tutto.
Ho oliato quattro pirofiline, ricoperte col pangrattato, ho aggiunto ad ognuna 1/4 dell'impasto, ho farcito con il caciocavallo, il prosciutto cotto e un paio di cucchiai di parmigiano reggiano tenuti da parte, ricoperto col restante impasto di patate e spolverizzato con pangrattato, parmigiano reggiano grattugiato e un filo di olio extravergine.
Li ho cotti in forno preriscaldato a 180° per circa 25 minuti, o fino a quando si è formata la crosticina dorata.
Li ho serviti freddi.

Sformatini di patate 6

Ho abbinato il tè nero cinese Grand Keemun

Alla prossima!

Giovanna

21 commenti:

  1. Buongiorno cara Giovanna
    e siiiiiiiiii
    in cucina è possibile cambiare sempre....e tesoro questi sformatini così ben presentati sono perfetti per un meraviglioso pranzo all'aperto... all'ombra di un albero con magari una fresca brezza......magari in compagni di un'amica!!!!!!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  2. Abbandonare la solita routine ogni tanto fa bene anche se nella vita sulle prime mi destabilizza e mette ansia. In cucina invece sono fatta apposta per i cambiamenti. Le tue cocottine sono deliziose, mi piace molto il profumo della noce moscata abbinato alle patate e infatti la uso sempre sia per il purè che per lo sformato. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Squisiti, ma io, anche se fa caldo, li preferirei tiepidi. Belli anche da vedersi!

    RispondiElimina
  4. adoro le monoporzioni! Rendono ogni piatto particolare...
    Buona estate, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  5. dei gran bei sformatini molto golosi e ben presentati

    RispondiElimina
  6. Io ci sto, assolutamente!
    Mi piace molto questa rivisitazione del gateau e mi piace l'idea di gustarmelo al fresco delle fronde di un albero!
    Ogni particolare della tua proposta mi alletta! ;)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  7. Ottima idea! Adoro le monoporzioni, poi se sono anche alleggerite.

    RispondiElimina
  8. Sono un piatto assolutamente saporito e gustoso! Buonissimi in tutte le stagioni!!! Baci!

    RispondiElimina
  9. Vi ringrazio tutte!
    Un bacione
    Giovanna

    RispondiElimina
  10. devono essere squisiti ;) per me poi che adoro le patate in tutti i modi, li proverò senz'altro!

    RispondiElimina
  11. Mmmmm che buoni!!! E poi le monoporzioni, lo sai, mi piacciono una cifra!!! Un bacione
    Valeria

    RispondiElimina
  12. Con questo caldo bene alla degustazione dello sformatino sotto l' albero!!! Davvero deliziosi...classici ma sempre buonissimi!!! Un bacio grande!

    RispondiElimina
  13. Con questo caldo bene alla degustazione dello sformatino sotto l' albero!!! Davvero deliziosi...classici ma sempre buonissimi!!! Un bacio grande!

    RispondiElimina
  14. che buoniiiii!! amo le patate in tutti i modi, ma così.. sono davvero goloseeeee

    RispondiElimina
  15. gustosi e invitanti questi sformatini, li proverò, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  16. gustosi e invitanti questi sformatini, li proverò, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  17. Ottima rivisitazione!!! Chissà che bontà con il caciocavallo!!! :) bacioni

    RispondiElimina
  18. Vi ringrazio tutti!
    Un bacione
    Giovanna

    RispondiElimina
  19. io adoro questa prelibatezza se insisti una porzione per pranzo

    RispondiElimina
  20. Mmm... buono questo piatto! Mi sembra delizioso e semplice da preparare. Questa te la rubo!

    RispondiElimina
  21. che belli i monoporzione, mi piace l'idea. devo essere l'ultima rimasta senza cocottine, devo provvedere assolutamente!complimenti , le tue foto sono sempre perfette e le tue ricette sempre gustose ed originali, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina