martedì 28 agosto 2012

Bibita fresca al tè, pesca, limone e menta

Bibita fresca al tè, pesca, limone e menta


Fare un programma, decidere una meta, organizzare un pranzetto, stabilire una passeggiata, preparare una lista di cose, da fare, ingredienti da acquistare, posti da visitare e poi...e poi cambiare il tutto per dare spazio alla fantasia e all'ispirazione momentanea.

Se in città non è sempre facile poter seguire il filo dell'ispirazione, ma poi perché no? mica si è obbligati a preparare proprio quella pietanza, andare per forza in quel posto, mangiare alla solita ora, in vacanza, invece, non solo si può, ma si deve.
In vacanza i tempi sono dilatati, si è più rilassati ed è piacevole seguire un fuori programma. Che so, decidere di visitare una cittadina per poi seguire un viottolo di campagna che ti porta ad una chiesetta del duecento, un vero gioiellino da ammirare e visitare con calma.
Oppure, trasformare la passeggiata mattutina in un'escursione, acquistando pane, formaggio e frutta dal contadino, per poi scoprire che magari produce anche un vino buonissimo e ti suggerisce l'agriturismo del cugino dove si mangia bene, un posto che non avresti scoperto perché fuori dagli itinerari turistici.
Insomma, cose semplici, niente di particolare ma che conferiscono alle giornate il vero sapore della vacanza.
Ovvero scoprire posti nuovi, non avere fretta, fare qualcosa di diverso.
Pochi schemi, niente liste e tanta curiosità, quella curiosità intellettuale che tiene in esercizio la mente nutrendola di esperienze nuove.

Bibita fresca al tè, pesca, limone e menta

Ma in vacanza è anche piacevole decidere di non fare nulla. Cercare un posticino all'ombra, scambiare quattro chiacchiere, leggere qualche capitolo del libro in corso, mangiare un frutto di stagione, rinfrescandosi con una bibita fresca.
E se con un minimo di organizzazione la bibita la prepariamo home made? In fin dei conti cosa ci vuole? Un pizzico di fantasia e un po' di creatività. Ah si, anche del tè freddo, del succo di limone, una pesca, qualche rametto di menta.
In realtà, nel caso della bevanda postata, le cose sono andate così. Avevo preparato del tè nero in infusione a freddo, lo avevamo bevuto quasi tutto, quando mi è venuta voglia di una bibita fresca al sapore di frutta.
Dalla fruttiera facevano capolino pesche, prugne e limoni e in un attimo ho spremuto un limone, tagliato a fettine una pesca, posto il tutto in una caraffa, aggiungendo 1,5 cl di tè nero Grand Keemun infuso a freddo, 1/2 litro di acqua oligominerale, qualche foglia di menta e un cucchiaio raso di zucchero di canna.
Ho mescolato bene e posto in frigorifero per circa 2 ore.
Con pochi e semplici ingredienti ho ottenuto una bevanda gustosissima, accompagnata dalle fettine di pesche che tra la menta e il limone avevano acquistato un sapore delizioso.
Vi aspetto sul mio terrazzo per berne insieme un bicchiere?

Bibita fresca al tè, pesca, limone e menta

Alla prossima!

Giovanna

16 commenti:

  1. Che bella idea rinfrecsante questo tè :) Con l'infusione a freddo il mio stomaco lo tollera molto meglio e anche a me piace di più. Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. vengo molto volentieri sulla tua terrazza a sorseggiare questo te meraviglioso come solo tu sai fare,
    magari a raccontarcela delle vacanze
    anche per me la vacanza significa scoprire posti nuovi, fare qualcosa di diverso e non avere fretta
    un bacione

    RispondiElimina
  4. A che ora passo??? ho una voglia di sorseggiare una bevanda fresca rilassandomi.. baci e buona giornata .-)

    RispondiElimina
  5. Mi sono alzata da poco e direi che sarebbe la giusta carica per cominciare bene la giornata!

    RispondiElimina
  6. Hai reso perfettamente il senso del tempo in vacanza. E io non posso che approvare e dissetarmi gli occhi con questa tua meravigliosa bibita home made. Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Io passo volentieri! Sono certa che il tea fatto da te ha un sapore incredibile tutto da gustare!!!

    RispondiElimina
  8. Verrei volentieri cara Giovanna
    Bentrovata tesoro...sempre un piacere immenso rileggerti e ovviamente condivido tutto il tuo pensiero... compreso la dolce possibilità di non fare in vacanza assolutamente nulla!!!!(la cosa più rilassante....ahahahahahah)
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  9. Arrivo in ritardo??ne è avanzato un pochino??sai com'è.. avevo un impegno,ma un fuoriprogramma mi ha portato qui da te e mi ha regalato un'altra bellissima esperienza!!Un bacione grande Giovanna e benritrovata!

    RispondiElimina
  10. con il caldo che fa ancora a Roma ci vorrebbe proprio, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  11. Arrivo! Preparami un bicchiere, anzi due.

    P.S.
    Mi ritrovo molto in questa tua frase "... tanta curiosità, quella curiosità intellettuale che tiene in esercizio la mente nutrendola di esperienze nuove"

    RispondiElimina
  12. Ottima la bevanda, a volte basta un po' di fantasia che viene fuori una cosa squisita:) adoro i ritmi della vacanza.. Li ho amati così tanto che ora fatico a ritrovare il ritmo per le cose serie.. magari la prossima ricetta una cosa per ritrovare la concentrazione? :p naturalmente scherzo..
    Baciotti, a presto:**

    RispondiElimina
  13. Vi ringrazio tutte!
    Anch'io fatico a riprendere i ritmi...
    Un bacione

    RispondiElimina
  14. Arrivoo!!! Aspettami è... :-)

    RispondiElimina
  15. C'è per caso un posto anche per me sulla tua terrazza, perchè verrei molto volentieri a sorseggiare una tazza di questo delizioso tè!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina