lunedì 27 maggio 2013

Pasta col sugo di cipolle

Pasta col sugo di cipolle

La pasta con la cipolla è un piatto povero e antico della cucina napoletana, la Cenerentola della più blasonata e ricca pasta alla genovese, ma non per questo meno gustosa.
Dunque, partiamo dalla pasta alla genovese, piatto tipico ed amatissimo della cucina napoletana.
Non c'è famiglia che non lo cucini, seppure con delle varianti, come accade con le ricette regionali.
Io lo preparo, seppure molto molto raramente, con carne di vitellone, prosciutto crudo, sedano, carota, pomodori pelati e cipolle, tanta tanta cipolla, in realtà la cipolla è la protagonista della ricetta.
Un piatto meraviglioso, che richiede molta cura ed attenzione. 
Dalla preparazione delle verdure, alla cottura che dev'essere fatta a fuoco lento in modo che la cipolla si consumi lentamente, diventando sempre più cremosa e morbida.
Vi assicuro una vera, autentica delizia che piace anche a chi non ama la cipolla.
Indubbiamente non è un piatto leggero, però, di tanto in tanto uno strappetto si può fare, o no?

Sugo di cipolle

E' da molto che lo strappetto non lo faccio, ma non per motivi dietetici, ma di tempo.
Tra la preparazione delle verdure, e la cottura occorrono diverse ore, la domenica, quindi è l'unica giornata adatta per prepararlo.
Peraltro, a me che piacciono le cotture lunghe, i vetri che si appannano e il profumo che si sprigiona per casa, si profumo, anche se è un piatto essenzialmente a base di cipolle, il profumo è notevole, è decisamente il piatto ideale.
Però, lo scorso inverno - eh si è un piatto che preferisco mangiare e preparare durante la stagione fredda - ogni domenica c'era qualche ricetta che urgeva di essere preparata, o qualche impegno che non mi consentiva di stare in cucina molte ore, così la sua preparazione è stata rimandata a lungo e la farò in autunno.
Ma mi sto perdendo dietro alla preparazione della pasta alla genovese e non vi sto parlando della ricetta di oggi, che, sebbene è la sua sorella povera, comunque merita la dignità di una spiegazione decente. :-)

Dunque, un sabato al mercato chiedo al fruttivendolo delle cipolle, e mentre lui le pesa e le imbusta, io distratta dall'andirivieni del mercato e da altre verdure che voglio prendere, non vedo che me ne ha date una quantità industriale.
E' vero che a casa ho sempre patate e cipolle, ma è altrettanto vero che troppe ho paura che germoglino, così decido di usarle subito.
Tra mille possibilità penso alla finta genovese, così si chiamava in casa mia, o pasta con le cipolle.
Siamo sinceri, in un piatto preparato solo con cipolle, olio extravergine di oliva e sale, che variazioni potevo apportare? Ma soprattutto perché apportare variazioni?
Risposta semplice. Apportarle perché mi diverto a cambiare le cose, vedere con un altro ingrediente come viene, dare un tocco personale.
In questo caso non potevo sostituire nulla, quindi ho aggiunto. Carote e sedano,  due ingredienti che con la cipolla legano benissimo, d'altra parte sono la base del soffritto.
Dunque, pasta con la cipolla e una piccola quantità di carota e sedano. Olio extravergine di ottima qualità, parmigiano reggiano e un pizzico di pepe nero macinato al momento.
Piatto povero? Sicuramente. Cenerentola del sugo alla genovese? Se si considera la mancanza di carne, forse, se se ne valutano sapore e leggerezza sicuramente no.
Anche senza carne e prosciutto, comunque richiede un tempo di cottura abbastanza lungo, considerato che non bisogna aggiungere acqua, ma cucinarlo a fiamma bassa, per consentire alla cipolla di rilasciare il suo profumo e diventare morbida.
E comunque è un sugo che deve essere seguito, si cucina coperto, in modo che si possa formare un po'di vapore che occorre agli ingredienti per ammorbidirsi, inoltre, considerato che stiamo parlando di un sugo preparato con sole verdure si deve rimescolare abbastanza frequentemente.

Un piatto semplice ma buonissimo, la cipolla morbida e cremosa, le altre verdure morbide ma ancora croccanti, il pepe che fornisce una nota piccante e briosa.
Ed è anche un piatto molto salutare, solo verdure ed olio extravergine.
Tè? Of course! Ho abbinato il tè nero cinese Grand Keemun, le sue note tostate legavano molto bene con la dolcezza della cipolla.

Pasta col sugo di cipolle

Pasta col sugo di cipolle

ingredienti per due persone:

180 g. di penne rigate,
4 cipolle dorate,
2 piccole carote,
un gambo di sedano,
parmigiano reggiano,
olio extravergine di oliva,
pepe nero,
sale.

Ho mondato e tritato finemente le cipolle, pelato e tagliato a dadini le carote e il sedano.
In una casseruola ho posto le verdure tritate, aggiunto l'olio extravergine, il sale, mescolato bene, coperto e a fiamma bassa, mescolando frequentemente, ho portato a cottura.
La cipolla deve risultare morbida, cremosa, sfatta, se necessario aggiungere un mestolino di acqua calda.
Ho lessato la pasta, condita col sugo, il parmigiano e pepe nero macinato al momento.

Sugo di cipolle

Se la pasta con la cipolla è un piatto antico, per la mia lavastoviglie utilizzo solo prodotti modernissimi e di ultima generazione.
Sto continuando a testare i prodotti Pril e sono sempre più soddisfatta dei risultati.
Piatti, stoviglie e lavastoviglie dopo il loro utilizzo risultano lucidissimi e brillantissimi.
Stavolta ho provato Pril Brillantante. Ero curiosa di testarlo con i bicchieri e le stoviglie di vetro, soprattutto con le mie teiere di vetro, amatissime e delicatissime, tutti oggetti che, generalmente, in lavastoviglie tendono ad opacizzarsi.
Ebbene dopo diversi lavaggi risultavano brillantissimi e lucidissimi.
Aggiungo che anche le pareti della lavastoviglie e il filtro erano perfetti.
Per me che ho sempre poco tempo e pongo attenzione all'ambiente, provare un brillantante che rispetta vetro e cristallo, è stata una felice scoperta.
Se prima li lavavo a mano, sprecando acqua, tempo e detersivo, adesso metto tutto in lavastoviglie et voilà, tutte le stoviglie  vengono lavate contemporaneamente, con un notevole risparmio di tempo e denaro.


Alla prossima!

Buona settimana!

Giovanna

15 commenti:

  1. amo molto le cipolle, purtroppo ultimamente faccio un pò fatica a digerirle...questo sughetto però mi fa sognare...potrei prepararlo per mio marito, lui digerisce tutto alla stragrande!
    Un abbraccio e buon lunedì

    RispondiElimina
  2. Ho una passione per le cipolle. Adoro la genovese, una vera prelibatezza culinaria partenopea. Il tuo sugo povero l'adoro; avrei fatto il bis!

    RispondiElimina
  3. buonissima e molto gustosa questa pasta!!ps:pril l ho comprato stamattina!!

    RispondiElimina
  4. il sapore non manca di certo e nemmeno il profumo ! Buona settimana cara, un bacione !

    RispondiElimina
  5. amo le cipolle e questa ricettina per la pasta non me la lascio sfuggire, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Buonasera Giovanna!
    Per me la carne alla genovese ha tutto il profumo di casa (anche da noi in Abruzzo si usa, ma la ricetta mi sembra un po' diversa!), delle feste dai nonni...è confortante e gustosa!
    Il tuo piatto la ricorda a meraviglia, pur essendo più leggero e adatto alla stagione!
    Mi piace molto!!!
    Un bacione cara!

    RispondiElimina
  7. Conosco bene questo sugo... sono cresciuta con queste penne alle cipolle... profumano di infanzia per me e mi hai ricordato che è da tanto tempo che non lo preparo... buonissimo!
    un abbraccio gio:*

    RispondiElimina
  8. Deve essere buonissima, adoro le cipolle e la proverò sicuramente, brava!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ciao Giovanna, che bel condimento rustico, incontra il mio gusto :)
    Lo proverò presto!!!
    Un abbraccio stretto stretto!!!!

    RispondiElimina
  10. Cara Giovanna questo condimento è semplice ma super goloso!! Mi piace moltissimo e sono certa troverebbe la felicità anche della mia dolce metà!
    Un caro abbraccio e a presto, Clara

    RispondiElimina
  11. Le cipolle mi piacciono e questa ricetta è bella che segnata, mi piace molto :-)a presto, Ros

    RispondiElimina
  12. questo proprio non me lo posso permettere , allergia!!!!! peccato , mi perdo una bontà , ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  13. L'altro giorno il mio fruttivendolo mi ha parlato di questa pasta ma sinceramente ho annuito senza commentare!!!! Ma a vederla è tutta un'altra cosa!!! Vado matta per le cipolle, metto subito da parte!!! Grazie per la ricetta

    RispondiElimina