lunedì 3 giugno 2013

Gnocchi di ricotta e rucola con sughetto di pomodorini e rucola

Gnocchi di ricotta e rucola  con sughetto di pomodorini e rucola

Quando ho ricevuto l'invito a partecipare alla Parmigiano Reggiano Chef, ho accettato subito, senza alcuna esitazione per diversi buoni motivi.
Il primo è che amo i formaggi, il secondo è che adoro il Parmigiano Reggiano.
Per me è IL formaggio. Mi piace mangiarlo in purezza, accompagnato da un buon pane, lo amo abbinato con miele, confetture e mostarde, lo utilizzo come farcitura e molti miei primi piatti sono completati da una grattugiata di Parmigiano Reggiano.
A questi vanno aggiunti altri motivi che mi hanno indotta a partecipare, nello specifico sette ottimi motivi, le regole dello SmartCooking.
Ovvero riusa, riduci, risparmia, rifletti, riponi, rispetta, ricorda.
Principi che sono alla base della mia cucina. Non mi piace lo spreco in generale. Non mi piace la cultura del consumismo, non amo i principi dell'usa e getta.
E soprattutto non mi piace buttare il cibo. Lo trovo un gesto davvero poco etico e irrispettoso.


Se avanza qualcosa del pranzo o della cena, o lo riutilizzo senza apportare alcuna modifica, oppure aggiungendo qualche ingrediente preparo un'altra pietanza.
Non acquisto quantità di cibo esagerato. Prima di andare a fare la spesa controllo quello che ho in dispensa.
Verifico la scadenza degli alimenti, e se imminente, li utilizzo a stretto giro in qualche ricetta.
Con gli yogurt in scadenza, giusto per fare un esempio, preparo torte, muffin, frittate, o salse per accompagnare le verdure.
Poi conservo sempre gli alimenti in contenitori di vetro, li copro con la pellicola, separo la verdura dagli altri alimenti, bado che tutto sia ben coperto.
Mi avvalgo di ingredienti semplici, ma non poco costosi, da sempre, in tutti i campi, applico la regola del: "poco, ma buono".
Scelgo con attenzione quello che compro, non prendo verdure fuori stagione, e se possibile, ma non sempre lo è, mi avvalgo di prodotti a km zero.

Ricotta, pomodori ed erbe aromatiche

Gli gnocchi di ricotta è una ricetta che rispecchia i valori dello smartcooking. Ingredienti semplici, veloce, gustosa.
Una volta impastata la ricotta con la farina, le uova e il parmigiano, eventualmente qualche spezia o erba aromatica per insaporire, e si è pronti per procedere con la preparazione degli gnocchi.
Di solito, parto dalla ricetta di base e aggiungo all'impasto erbe aromatiche o spezie, a seconda dell'umore o dell'estro.
In questo caso avevo un bel mazzetto di rucola in frigorifero e ho pensato di aggiungerne una parte all'impasto e di utilizzare la restante per il sughetto, che volevo morbido, quasi un guazzetto.
Quindi ho preparato un sugo molto morbido,  tritando grossolanamente il cipollotto e i pomodorini, cuocendo pochissimi entrambi.
La rucola l'ho aggiunta a fine cottura, così non l'ho proprio cotta, ma semplicemente scottata.
Il risultato è stato buonissimo. La rucola ha conferito agli gnocchi un sapore leggermente piccante, le erbe aromatiche una nota gradevolissima e fresca.
Il sughetto avviluppava bene gli gnocchi, e non tritando troppo le verdure, il sapore dolce dei cipollotti, contrastava bene con quello aromatico degli gnocchi.
Ovviamente tè. In questo caso ho optato per un tè verde giapponese che amo molto. Il Sencha Ariake. 
L'ho scelto per valutarne l'abbinamento con la ricotta e il risultato mi ha soddisfatto molto.

Gnocchi di ricotta e rucola  con sughetto di pomodorini e rucola

Tra formaggi, verdure, olio extravergine, farina, l'ho ritenuto un piatto unico. Fragole fresche e yogurt hanno completato il pranzo.

Gnocchi di ricotta e rucola  con sughetto di pomodorini e rucola

Ho abbinato il tè verde giapponese Sencha Ariake

Alla prossima!

Buona settimana! :-)

Giovanna

25 commenti:

  1. Mi trovi perfettamente d’accordo sulle attenzioni in cucina e sul “poco ma buono” che cerco di applicarlo un po’ ovunque. Adoro gli gnocchi di ricotta, gustosissima l’idea di arricchirli con la rucola. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  2. sono pienamente d'accordo, infatti anche io ho aderito a questo meraviglioso progetto smartcooking!
    In cucina è bello sperimentare, ma con un occhio sempre attento a tante cose....
    ottimi i tuoi gnocchetti, colrati allegri e saporiti!
    Porto il vinello...arrivoooo

    RispondiElimina
  3. Come dire.... sposo perfettamente sia la ricetta quanto l'ideologia di base della gestione della cucina. Un approccio decisamente valido. E poi guarda qui cosa ne è uscito... :) Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. ciao carissima, ho guardato i tuoi ultimi piatti e mi hai fatto venir fame alle 9 del mattino.
    Abbiamo spesso gusti simili.
    un bacione
    sabina

    RispondiElimina
  5. Condivido il tuo pensiero sull'ideologia dello smartcooking.In cucina si possono relizzare grandi piatti con pochi ingredienti semplici, e con gli avanzi puoi sbizzarire la fantasia e crearne piatti sfiziosi. La tua ricetta p favolosa. Buona settiman Daniela.

    RispondiElimina
  6. E queste regole dovremmo rispettarle un pò tutti!Io lo faccio,odio buttare il cibo e non è solo per un fattore economico,ma come dici tu è davvero irrispettoso!Con questo piattino hai messo in pratica tutti i buoni principi dell'educazione a tavola,preservando un gusto unico,complimenti cara!Un bacione tesoro...il parmigliano è IL FORMAGGIO!

    RispondiElimina
  7. concordo anche io sui principi fondamentali e utili in cucina, e sono sempre più convinta che bisogna avere maggiore rispetto per il cibo!
    Questi gnocchi sono i miei preferiti, così morbidi e con quel sughetto sono perfetti .-)

    RispondiElimina
  8. Questo piatto mi piace davvero molto, è fresco, colorato e certamente ottimo!!

    RispondiElimina
  9. Sono pienamente d'accordo e queste regole dovremmo farle tutti e tutte nostre!
    Questi gnocchi sono deliziosi e così sodi mi fan ritornar la fame!!
    un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  10. mamma mia quanto sono buoni questi gnocchi!!!

    RispondiElimina
  11. grazie Giovanna per questi gnocchi veramente SMART, crediamo davvero nella cucina sostenibile!! E se tra voi c'è qualcuno che vuole partecipare alla gara, caricate le vostre ricette di riciclo (e che contengano il parmigiano reggiano) su https://apps.parmigianoreggiano.it/prchef/, c'è tempo fino al 9 giugno!!
    ciao
    Letizia

    RispondiElimina
  12. Condivido in pieno il tuo pensiero e trovo il tuo piatto irresistibile!!!! COMPLIMENTI!!!!

    RispondiElimina
  13. Bellissimi e buonissimi questi meravigliosi gnocchi di ricotta!

    RispondiElimina
  14. Anche io sto molto attenta ad osservare le regole in cucina, il tuo piatto è delizioso e come al solito ben presentato!!! Brava

    RispondiElimina
  15. un piatto fresco e leggero come il tuo fa venir voglia di mangiare!
    e bastano poche regole di buon senso per un piatto ottimo :P

    RispondiElimina
  16. che proposta meravigliosamente smart! :-)

    RispondiElimina
  17. Mi piacciono molto gli gnocchi di ricotta! E' tanto che non li preparo, ma dopo aver visto il tuo piatto credo che torneranno sulla mia tavola molto presto! :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  18. Hai ragione, poco ma buono, un vero peccato gettare il cibo! Tesoro quel piatto è davvero invitante, bravissima come sempre!!
    Un abbraccio stretto!!!

    RispondiElimina
  19. Condivido in pieno i principi esposti.
    I tuoi gnocchi di ricotta sono delicati e gustosi allo stesso tempo.

    RispondiElimina
  20. sposo appieno i principi dello smartcooking anche io! non so cosa mi piaccia di più..se la ricetta, il piatto o le foto...c'è da perdersi! bravissima, baci :-X

    RispondiElimina
  21. se c'è la ricotta mi precipito, sono ricotta/dipendente !!! Magnifica ricetta cara Giovanna, le foto poi sono splendide, buona giornata, un bacione !

    RispondiElimina
  22. ciao...complimenti veramente...ti seguo volentieri..xke non passi anche tu nel mio blog??? un bacio
    http://lericettedimarty.blogspot.it/
    aggiungimi anche su fb che cosi possiamo stare sempre in contatto e scambiarci consigli..
    https://www.facebook.com/martina.rossi.1481?ref=tn_tnmn

    RispondiElimina
  23. fantastica questa ricetta, se l'avevo vista prima.....ma proverò a rifarla!!!poi ti dirò
    bacio

    RispondiElimina
  24. Che bel piatto, così invitante ed appetitoso!
    Anche le foto sono bellissime, complimenti! :-))

    RispondiElimina