mercoledì 23 ottobre 2013

Gnocchi di ricotta alla salvia con sugo di Lardomagro Lenti e porri

Gnocchi di ricotta alla salvia con sugo di Lardomagro e porri

Che sono una persona mattiniera l'ho già scritto tante volte. Che mi piace, nella quiete della mattina, sorseggiare il tè e vedere la città che si sveglia lo sapete.
Dopo, il tè, carburo e, se ho deciso di dedicare la giornata a fornelli e cucina, inizio.


A volte, se ho tante cose da fare, mi porto avanti con la preparazione di un impasto e dopo faccio colazione, a volte addirittura, inizio direttamente a cucinare e il tè lo bevo mentre impasto, trito, affetto.
Ma non è sempre così.
Di tanto in tanto mi piace dedicare una giornata all'ozio creativo. Quindi, ritmi più lenti, tè sorseggiato davvero con calma, cura delle piante aromatiche, eventuale giretto al parco e tappa all'edicola per acquistare il quotidiano.

Lardomagro

In pratica, una domenica mattina all'insegna della calma e della tranquillità. Casalinga e oziosa. 
Quell'ozio, però, che non è pigrizia, ma è riposo e relax creativo nello stesso tempo.
Faccio il punto, riepilogo, elaboro, creo, decido e dopo sono di nuovo pronta per mettere le mani in pasta, con energia rinnovata e tante tante idee.
Però, dopo tanto riposo, ozio creativo, relax e tranquillità, cosa si mangia? Dopo una settimana di pranzi veloci, consumati fuori casa, il sabato e la domenica mi piace preparare qualcosa di buono, apparecchiare la tavola con cura e mangiare con calma, conversando con mio marito.
Lo sapete, per me la semplicità è sempre una carta vincente, quindi un buon pranzetto, se si hanno gli ingredienti giusti e di eccellente qualità e un minimo di creatività, si può realizzare anche abbastanza velocemente.
E la tavola può essere apparecchiata con cura, anche con delle belle tovagliette stile Shabby Chic e bicchieri e piatti intonati.

Gnocchi di ricotta alla salvia con sugo di Lardomagro e porri

Questo è esattamente quello che ho fatto un paio di settimane fa. Ho deciso di rilassarmi,  e nel contempo di preparare un bel pranzetto veloce, ma con gli ingredienti giusti.
In questo caso il Lardomagro, una specialità della Lenti che mi ha proprio conquistata.
La sua speziatura e il suo aroma delicato, lo rendono adatto e delizioso in moltissimi piatti.
Poi, della ricotta vaccina freschissima, acquistata il sabato al Consorzio Agrario. 
Non avevo deciso cosa farne, se mangiarla in purezza, o usarla, come farcitura di qualche torta salata, poi, ho pensato di farne degli gnocchi e condirli col Lardomagro.
Nell'impasto degli gnocchi ho aggiunto qualche foglia di salvia tritata e per condirli, ho preparato un sughetto tanto semplice quanto gustoso.
Ho rosolato dolcemente in padella un porro affettato molto molto sottile, e per ammorbidirlo ho aggiunto un po' di acqua, come faccio di solito per il sugo.
Quindi, ho aggiunta il Lardomagro tagliato finemente e l'ho fatto rosolare col porro, a fine cottura ho aromatizzato con delle foglie di salvia spezzettate a mano.
Un piatto veloce, ma molto, molto saporito.
Come sempre tè. In questo caso ho optato per l'English Breakfast, un blend molto adatto alle pietanze salate, e poiché inizialmente, invece della salvia, volevo preparare gli gnocchi col Grand Lapsang Souchong, ho pensato comunque di provarlo abbinato agli gnocchi.
Dunque, entrambi i tè erano perfetti. Il Grand Lapsang con le sue note affumicate, conferiva vigore al piatto.
Anche questa ricetta, come le altre, potete leggerla nel Ricettario eclettico, avete visto come è sempre più ricco di ricette e spunti?

Gnocchi di ricotti alla salvia con sugo di Lardomagro e porri

tempo di preparazione: 40 minuti
tempo di cottura: 10 minuti

ingredienti per 4 persone:

per gli gnocchi:

250 g. di ricotta,
200 g. di farina,
un uovo,
20 g. di parmigiano reggiano,
4 foglie di salvia,
un pizzico di sale,

per il sugo:

4 fette di Lardomagro Lenti,
un porro,
olio extravergine di oliva,
4 foglie di salvia,
sale.

Per prima cosa preparate gli gnocchi. In una terrina unite la ricotta, l'uovo, la farina setacciata, le foglie di salvia tritate, il parmigiano e un pizzico di sale.
Impastate bene, prelevate mano a mano una parte dell'impasto, formate dei rotolini, tagliateli e poneteli su un canovaccio cosparso di farina.
Poi, affettate sottilmente il porro, cuocetelo in padella con un filo di olio extravergine e un mestolino di acqua.
Quando il porro sarà morbido e l'acqua asciugata, unite il Lardomagro tagliato a striscioline, fatelo rosolare dolcemente e aggiungete un pizzico di sale.
Intanto lessate gli gnocchi, prelevandoli mano a mano che salgono in superficie, poneteli nella padella, mescolateli delicatamente per condirli col sugo, unite le foglie di salvia spezzettate grossolanamente e servite.

Gnocchi di ricotta alla salvia con sugo di Lardomagro e porri

Abbinamenti col tè: English Breakfast, un blend molto adatto alle pietanze salate.  Grand Lapsang Souchong dalle piacevoli note affumicate.

Alla prossima!

Giovanna

20 commenti:

  1. che bello poter sorseggiare il te con calma... lo riesco a fare qualche volta ora che sono in maternità quando i pupetti dormono..
    Adoro gli gnocchi e sono proprio preparati in un ottimo modo

    RispondiElimina
  2. benedette domeniche se servono a rigenerarsi per poi proporre splendide ricette come questa ! Un bacione ....

    RispondiElimina
  3. ... sto ammirando questi gnocchetti, perfetti anche nella forma. Deliziosa l'idea della salvia e il condimento che hai creato si abbina a meraviglia!

    RispondiElimina
  4. Ma il tuo"rilassarsi",non si confonde mai con la pigrizia,non occorre specificare!Si vede da ciò che fai,dici e proponi e questi gnocchetti sanno"fare","parlare" e proporsi!Un bacione cara Giovanna...sorseggio il tè che tu mi hai insegnato ad apprezzare!

    RispondiElimina
  5. Evviva le giornate in cui si ha il tempo di cucinare delizie scaldacuore come questo meraviglioso primo piatto!!!Adoro!!Baci

    RispondiElimina
  6. Avverto i sapori di questo piatto che si mischiano.... e sono deliziosi! Quando parli delle tue abitudini riesci sempre a trasmettere un senso di pace pazzesco. Complimenti cara, la tua giornata di calma e tranquillità è stata ben supportata e rappresentata da una vera delizia!

    RispondiElimina
  7. Sono belli rotondi questi gnocchi, mi piace il condimento che hai scelto.
    Il tuo Ricettario eclettico è molto gustoso.

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono molto gli gnocchi di ricotta, un po' più leggeri dei classici (pur sempre deliziosi!) e mi piace anche il tuo abbinamento molto originale :)
    Un bacione!

    RispondiElimina
  9. ti sono venuti proprio bene cara! che gustoso il condimento!!!

    RispondiElimina
  10. Ogni tanto anche io cerco di ricavarmi dei momenti di relax creativo ma è sempre difficile!!!! Il tuo blog è pienissimo di spunti preziosi, le tue ricette sono sempre molto originali come questi gnocchi con un condimento al bacio!!!! Un abbraccio e....continua così!

    RispondiElimina
  11. Che belli questi gnocchi, proprio invitanti! E che bello questo blog!
    Carmen

    RispondiElimina
  12. che bella preparazione ,complimenti , un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  13. la domenica ti fa proprio bene cara! sempre più sù, sempre più sù! :-)

    RispondiElimina
  14. da urlo, tu non sai qaunto io ami gli gnocchi di ricotta

    RispondiElimina
  15. Quanto sono belli questi gnocchi???? deliziosi!!

    RispondiElimina
  16. piattino strepitoso, da gustare in piacevole lentezza e relax...momenti che adoro!
    Un abbraccio amica mia

    RispondiElimina
  17. Io bevo il caffè mentre decido cosa preparare, favolosi questi gnocchi e il loro condimento, brava.
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  18. Che bello rilassarsi mentre sorseggi o mangi qualcosa, ne apprezzi in pieno il loro sapore. Ottimi gli gnocchi di ricotta, mi piace l'idea della salva nell'impasto e poi con quel condimento ... divini!!!!!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  19. Questo condimento è strepitoso, posso solo immaginare il sapore dei tuoi gnocchi, ricetta segnata. Un abbraccio, buon fine settimana Daniela.

    RispondiElimina