giovedì 27 marzo 2014

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello Lenti, fiordilatte ed erba cipollina

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

....i muffin si, quelli sono immancabili, sia dolci che salati; eppoi le uova, strapazzate con erbe aromatiche, si mangiano sempre volentieri.
Un paio di crostate, una con confettura e una di frutta fresca. Ah, si, la frutta fresca. Dunque, macedonia e un cestino di frutti di bosco.
Poi sformatini di verdure, tortine salate, un'insalata mista.
Pasta? Si, ma monoporzione. Calda o fredda poco conta, l'importante è che sia ricca di verdure, colorata, bella, allegra.
Da bere? Vino bianco, bibite fresche home made, tè, of course! :-)
Buongiorno a tutti. Non sono impazzita. è semplicemente la lista per un brunch che voglio preparare.

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

Saranno state le temperature alte dei giorni scorsi, che hanno portato tepore e anche una ventata di allegria e di novità, sarà che i pranzi canonici mi piacciono sempre meno, ma in questo ultimo periodo, quando posso, ovvero il sabato e la domenica, preferisco preparare qualcosa che sia, o per lo meno assomigli, al brunch.
Come ho più volte scritto, il cibo, per me, non è soltanto qualcosa da preparare e mangiare.
Mi piace il cibo per l'atmosfera che riesce a creare. E mi piace che sia presentato bene, in una bella cornice.
Il brunch, per me, racchiude tutto questo. Le pietanze di un brunch sono belle, colorate e golose.
Assaggini piacevoli, da mangiare nella sequenza che preferiamo, senza le etichette di "primo", "secondo", "contorno" e così via.

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

Per creare una cornice piacevole basta poco. Tovagliette all'americana, stile shabby chic, elegante, ma con un tocco rustico, che rende informale e più accogliente il momento del brunch.
Poi, piattini, perfetti per le monoporzioni, di colori e fogge diverse, da scegliere in base al cibo, o all'umore.
Bicchieri, molti bicchieri, di diversi tipi, quindi calici e flute per il vino, i tumbler che mi piacciono un sacco per le bibite e tazze per il tè.
Dalla classica inglese, a quella giapponese, senza dimenticare la gaiwan, perfetta per diverse infusioni con le stesse foglie.
Quando organizzo un brunch, dispongo le varie portate su tavolini, vassoi, etagere, mescolando i cibi salati con quelli dolci, ovvero non faccio una rigida contrapposizione fra dolce e salato.

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

Per quanto riguarda la parte mangereccia, invece, devo acquistare un minimo di concretezza, e non affidarmi al mio amato/odiato mantra: "tanto che ci vuole!".
No, no, per organizzare le cose fatte bene, ci vuole tempo, considerato che non amo preparare il cibo con largo anticipo.
Quindi, se il brunch lo organizzo la domenica, inizio a cucinare il sabato mattina.
E se mi piace passare una giornata tra sbuffi di vapore, forno acceso, impasti che lievitano, profumi che si sprigionano, mi piace anche non arrivare distrutta, alla domenica, con troppo cibo preparato e tanta voglia di rilassarmi e fare altro.
Quindi, poche cose ma buone.
Fra le cose da preparare inserisco sicuramente gli sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina.
Questi sformatini, sono la rielaborazione del classico gattò di patate, che nel blog ho presentato innumerevoli volte.
Ma che dire, a me il gattò piace un sacco, lo preparo abbastanza spesso, giocando a fare un sacco di versioni.
Questa è una delle tante. Monoporzione, quindi adattissima per un brunch, o un buffet, molto aromatica per la presenza dell'erba cipollina.
Anzi, sembra che l'erba cipollina, sia fatta apposta per aromatizzare gattò e sformati di patate. :-)
Diciamo che volevo provare l'arrosto di culatello della Lenti, in un classico della cucina napoletana, ed inoltre, volevo valutare l'effetto che dava l'erba cipollina.
Il risultato è stato davvero soddisfacente. L'arrosto di culatello è perfetto come farcitura e l'erba cipollina ha aromatizzato alla perfezione.
Gli sformatini li ho preparati negli stampi da muffin, dopo averli unti molto bene e fatto molta attenzione che il pangrattato aderisse bene alle pareti.

Ovviamente ho abbinato il tè, una teiera calda accompagna tutti i miei pasti, e sicuramente non poteva mancare in un brunch, ispirato alla Francia.
Ebbene si, quando ho preparato gli sformatini, volevo un brunch molto francese, quindi baguette, burro fresco, patate aromatizzate e gli sformatini di patate, rivisitazione del gattò, piatto campano, creato dai cuochi francesi che lavoravano nelle cucine dei Borboni.
E il tè, cosa c'entra con la Francia? C'entra, c'entra, visto che i francesi amano tantissimo il tè.
Nel  mio caso, per i miei sformatini volevo un tè verde. Mi piaceva giocare con l'abbinamento all'erba cipollina, e quindi, ho scelto un verde giapponese, il Sencha Ariake, che ho aromatizzato con zenzero fresco.
Perfetto, davvero perfetto.
Anche questa ricetta la potete leggere sul Ricettario eclettico, ricco di piatti e proposte per un brunch di primavera.

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

tempo di preparazione: circa un'ora,
tempo di cottura: per le patate, 40 minuti circa, per gli sformatini, all'incirca 30 minuti,

ingredienti per 6 persone:

un kg di patate,
200 g. di arrosto di culatello Lenti,
200 g. di fiordilatte,
100 g. tra parmigiano reggiano e pecorino romano,
2 uova,
60 g. di latte,
4 cucchiai di olio extravergine di oliva, più un po'
11 g. di erba cipollina,
pangrattato,
sale.

Lessate le patate. Intanto tagliate a dadini molto piccoli l'arrosto di culatello e il fiordilatte, dopo averlo fatto sgocciolare.
Tritate finemente l'erba cipollina.
Appena le patate sono cotte, pelatele, passatele allo schiacciapatate e ponetele in una terrina. Aggiungete le uova battute, l'olio extravergine di oliva, l'erba cipollina, 3/4 del mix di parmigiano e pecorino romano, 3/4 di arrosto di culatello e fiordilatte, il sale e il latte.
Amalgamate bene, quindi ponete metà dell'impasto negli stampi da muffin, precedentemente unti e ben ricoperti di pangrattato.
Aggiungete una piccola parte del prosciutto e dell'arrosto di culatello, un po' del mix di parmigiano e pecorino.
Coprite con il restante impasto, spolverate col pan grattato e ponete le teglie in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.
Gli sformatini devono risultare ben dorati in superficie.
Sformateli facendo molta attenzione e serviteli caldi.

Sformatini di patate farciti con arrosto di culatello, fiordilatte ed erba cipollina

Alla prossima!

Giovanna

27 commenti:

  1. Ma che carini! e quella doratura...mamma, a quest'ora non vale!

    Un bacio

    Simo

    RispondiElimina
  2. Che sfizio questi tortini!!!! Baci

    RispondiElimina
  3. Che splendida tavola, e che ricetta squisita!Adoro i brunch, mi piac e invitare gli amici nella tarda mattinata della domenica, quando si è un po' pigri ma affamati dalla serata da leoni del sabato ;) Ora non vedo l'ora che finiscano di sistemarmi il giardino così potrò ricevere i miei ospiti all'aria aperta!Intanto mi segno questo goloso spunto!baci

    RispondiElimina
  4. Goloso questo sformatino!!!

    RispondiElimina
  5. Deliziosi davvero con quella farcitura!

    RispondiElimina
  6. Partecipiamo volentieri al tuo brunch! :-)

    RispondiElimina
  7. adoro le monoporzioni, sono un bellissime a vedersi e mi illudo che si mangi un pò meno....bacioni

    RispondiElimina
  8. adoro il brunch proprio perchè si possono mangiare tante cose sfiziose, come questi sformatini che mi hanno proprio stuzzicato l'appetito, nonostante ho appena finito di mangiare! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Questi sformatini oltre a presentarsi bene, sono molto golosi. Farei il bis sicuramente.

    RispondiElimina
  10. sai che in materia di sformati, pecco un bel pò?!
    Forse non ne ho mai fatto uno...
    sarebbe ora di provare, magari con questa tua splendida ricettina...
    Un abbraccio amica mia

    RispondiElimina
  11. Che bella l'atmosfera che descrivi! fresca e curata nei dettagli. I tuoi ospiti saranno soddisfattissimi. Gli sformatini... deliziosi!

    RispondiElimina
  12. Che bella idea questi sformatini di patate , impreziositi dall'arrosto di culatello . Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  13. Questo è per me ! mi piace ogni cosa fatta con le patate !

    RispondiElimina
  14. SARANNO DELICATISSIMI, UNA MERAVIGLIA!!!

    RispondiElimina
  15. Giovanna leggendo il tuo post è venuta voglia anche a me di un brunch, sai che non l'ho mai fatto? Mi piace un sacco come idea! E tu ne hai date tante tra qui questi preziosi sformatini!!!! Che fame mamma mia! Un abbraccio e buona serata!

    RispondiElimina
  16. I brunch mi garbano tanto e il tuo propone piatti sfiziosissimi! Deliziosi questi tortini, mi sono salvata la ricetta ;)

    RispondiElimina
  17. buonissimo, ogni morbida cucchiaiata è un tripudio di sapori!!!

    RispondiElimina
  18. Gli sformatini che proponi sono sicuramente ottimi ma io ogni volta che passo da te rimango incantata dai piatti e stoviglie che usi...mi piace sempre tutto!
    Notte
    Enrica

    RispondiElimina
  19. Mi hai contagiata col tuo entusiasmo e le tue belle proposte...insomma voglio organizzare un brunch anch'io!Quindi sarò qui molto spesso,perchè come sai organizzarlo tu,nessuna...Tesoro è tutto molto invitante e che dire di questi sformatini?da buona campana non posso che apprezzare!Un baciuzzo cara!

    RispondiElimina
  20. Le avevo sbirciate e adesso finalmente le ammiro negli ingredienti e nella preparazione. Molto molto invitanti questi sformatini! Per me che, come sai, con le monoporzioni vado a nozze, questa ricetta è davvero chiccosissima!
    Felice fine settimana e un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Adoro le monoporzioni e questi sformatini oltre ad avere una doratura perfetta devono essere gustosissimi!
    buon we
    Alice

    RispondiElimina
  22. Che sfornati i deliziosi, vorrei provarli per il pranzo Pasquale anche se l'idea del brunch mi attira moltissimo!!! Mi salvo la ricetta!

    RispondiElimina
  23. una meraviglia! ma lo sai che tutte le settimane quando vado a fare la spesa penso a te? compro il prosciutto Lenti per la pizza del sabato e non posso non ricordarmi di Giovanna, la cuoca sopraffina! un bacione

    RispondiElimina
  24. ma che delizia!!!! buonissimi , sempre troppo brava! un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  25. Ciao Giovanna! Ti rinnovo qui i miei auguri di buon compleanno e mi godo un po' questi deliziosi tortini! ;)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  26. Mi piace l'idea della monoporzione e poi con quel prosciutto chissà che sapore ! Complimenti !!!!

    RispondiElimina
  27. mi piace mi piace mi piace! li faccio pure ioooo, adoro le patate e l'arrosto di culatello! ;)

    RispondiElimina