giovedì 10 aprile 2014

Conchiglioni farciti con arrosto di culatello Lenti, mozzarella, parmigiano e salvia

Conchiglioni farciti con arrosto di culatello, mozzarella, parmigiano e salvia

Tra un brunch agognato, un pic nic sognato, una merenda in terrazza descritta, si deve iniziare a pensare alla Pasqua.
L'obiettivo principale della mia Pasqua sarà: relax! relax! relax!.
Però, tra un rilassamento ed un altro, si deve pur mangiare, e poi, Pasqua è proprio la "mia" festa.
Tralasciando che spessissimo il mio compleanno coincide con Pasqua, pasquetta e Sabato Santo.
Sorvolando che sono nata proprio il giorno di Pasquetta, in primo pomeriggio, a ridosso del pranzo :-).
Però, tra un tralasciare e un sorvolare, devo riconoscere che Pasqua è la mia festa, per le pietanze.

Asparagi, lattughino, barba di frate, spinacino, patate novelle sono le verdure primaverili e pasquali maggiormente presenti sulla tavola delle feste.
E sono anche verdure che amo tantissimo e delle quali, in stagione, of course!, faccio autentiche scorpacciate.
Ma la pietanza che rende Pasqua la "mia" festa è l'amatissimo casatiello.
Nel corso degli anni, tra la versione "canonica" e varie rivisitazioni, l'ho fatto e rifatto.
E anche quest'anno, non mancherà. Versione canonica? Rivisitazione? Poi lo scoprirete.... :-)

E nell'attesa di casatiello e varie ricette pasquali, possiamo gustarci questi conchiglioni ripieni di tante cose buone, quali mozzarella, arrosto di culatello Lenti, parmigiano e un tocco, ma un tocco proprio di salvia e una volta farciti, avvolti in tanto tanto sugo e cotti in forno .
Un sugo semplice, di quelli che piacciono a me. Ovvero, passata di pomodoro (per i pomodori freschi aspetto l'estate, quella vera), scalogno, olio extravergine e...tempo, ovvero un paio d'ore di cottura per un sugo denso e profumato.
Questi conchiglioni, possono essere preparati il giorno prima, riscaldati prima di essere serviti e a pensarci bene, sono ideali per un brunch, un aperitivo in terrazza.....e come primo per il pranzo di Pasqua :-)
Ma è solo un'idea, il menù di Pasqua, con ricette colorate, primaverili e con verdure di stagione arriverà la prossima settimana.
Soffermandomi ancora sui conchiglioni, aggiungo che, come sempre, ho abbinato il tè, in questo caso un nero cinese che amo tantissimo, ovvero il Grand Keemun, che con le sue note tostate è perfetto con il sapore delicato dell'arrosto di culatello.
Termino dicendo che sono piaciuti tantissimo e finiti in un lampo....
Anche questa ricetta la potete leggere nel Ricettario eclettico.

Conchiglioni farciti con arrosto di culatello Lenti, mozzarella, parmigiano e salvia

tempo di preparazione: un'ora,
tempo di cottura: circa 3 ore,

ingredienti per 32 conchiglioni:

32 conchiglioni,

per il sugo:

800 g. di passata di pomodoro,
2 cucchiai di olio extravergine,
uno scalogno,
sale,

per la farcitura:

200 g. di mozzarella di bufala,
120 g. di arrosto di culatello Lenti,
parmigiano reggiano,
salvia,
pepe.

Tritate finemente lo scalogno e stufatelo in 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e un dito di acqua. Un volta che l'acqua si è consumata aggiungete la passata di pomodoro, il sale e cuocete fino a quando il sugo risulta denso.
Intanto tagliate a dadini la mozzarella e l'arrosto di culatello, ponetelo in una terrina, aggiungete un paio di foglie piccole di salvia tritata, 2 cucchiai di parmigiano e un paio di mestolini di salsa di pomodoro.
Amalgamate bene i vari ingredienti e ponete in luogo fresco ad insaporire.
Intanto lessate i conchiglioni, poneteli su un canovaccio a raffreddare. "Sporcate" di sugo il fondo di una teglia, farcite i conchiglioni e poneteli nella teglia.
Ogni volta che terminate una fila cospargeteli di sugo. Completate fino ad esaurimento dei conchiglioni.
Cospargete di sugo e parmigiano reggiano grattugiato. Ponete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti poi gratinateli per 5 minuti col grill.
Serviteli caldi, nappati da un cucchiaio di sugo e cosparsi con un paio di foglie di salvia tritate e parmigiano reggiano grattugiato.

Conchiglioni farciti con arrosto di culatello, mozzarella, parmigiano e salvia

Abbinamento col tè. Nero, cinese, il Grand Keemun, con le sue note tostate è perfetto con la dolcezza e delicatezza dell'arrosto di culatello.

Stay tuned per il menù di Pasqua! :-)

Alla prossima!!!!

Giovanna

13 commenti:

  1. Troppo appetitosi questi conchiglioni, ripieno sublime!

    RispondiElimina
  2. Una vera bontà! Con un primo del genere si va sul sicuro!

    RispondiElimina
  3. una ricetta perfetta per un pranzo in famiglia, grazie ! Un bacione

    RispondiElimina
  4. che meraviglia di piatto, allegro, colorato e irresistibile!!!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. E si , questo è un signor primo piatto !

    RispondiElimina
  6. Mi piacciono moltissimo i conchiglioni farciti e, in generale, tutte le paste grosse adatte ad essere riempite con carne, pesce e sughi! Tu hai avuto una splendida idea :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  7. E' vero.. il pranzo di Pasqua è primaverile, fresco... è molto anche nelle mie corde direi^^ ma i tuoi piatti sanno tutti di primavera:)
    Un bacione Gio'

    RispondiElimina
  8. Come scrivi giustamente il pranzo di Pasqua essendo in primavera dovrebbe essere primaverile e fresco; invece a casa mia è sempre stato simile (come quantità) a quello di Natale.
    Mi piacciono molto i tuoi conchiglioni ripieni.

    RispondiElimina
  9. Pure qui Pasqua è casatiello e pastiera! Questo piatto di conchiglioni ripieni è da paura, balzano letteralmente fuori dal monitor e sembra di sentirne il profumo.

    RispondiElimina
  10. in attesa del tuo casatiello, mi pregusto i conchiglioni, meravigliosi!!!!

    RispondiElimina
  11. che meraviglia! mi ricordano tanto i conchiglioni che mi faceva la mia mamma quando ero bimba... lacrimuccia! :)

    RispondiElimina
  12. hanno un ottimo aspetto questi conchiglioni, la qualità degli ingredienti è tutto in una ricetta

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia, immagino il profumo , sfiziosissimi . Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina