lunedì 9 giugno 2014

Pane con noci e uvetta

Pane con noci e uvetta 5

Caldo o non caldo, sto sempre con le mani in pasta. Che dire? Amo preparare il pane. Se potessi lo farei regolarmente, smettendo definitivamente di acquistarlo.
Invece, il tempo è quello che è, e posso dedicarmi ai miei amati impasti solo durante il fine settimana.
Di tanto in tanto immagino una vita in campagna, ritmi tranquilli, tempo a disposizione, passeggiate in mezzo alla natura, magari in riva ad un laghetto come quello della foto, possibilmente un forno a legna e tanti tanti lievitati ai quali poter dedicare il mio tempo.
Poi, riacquisto concretezza e mi rendo conto che a me piace vivere in città, e la campagna, così come laghi e fiumi sono dei piacevoli diversivi ai quali dedicarsi durante le vacanze o nei fine settimana, sempre che in città non ci sia qualche cosa che mi interessa particolarmente o....qualche lievitato da preparare! :-)


Lago del Frassino, Peschiera del Garda

Il pane presentato oggi è sicuramente un bis. Mi spiego. Qualche tempo fa, avevo pubblicato il paté di ricotta abbinato al pane con noci e uvetta.
Avevo scritto che il pane era una ricetta tratta dal delizioso libro di Emanuel Hadjiadreou Come si fa il pane, preparato con delle varianti rispetto al libro, ovvero grano kamut invece della farina bianca, poi non avevo aggiunto la farina integrale e non avendo le noci di Pecan, avevo utilizzato quelle di Sorrento.
Il pane era davvero gustoso e l'avrei comunque rifatto, però la voglia di provarlo con la farina integrale, è stato un incentivo sufficiente a farmelo rifare quasi subito.

Pane con noci e uvetta

E credo che lo rifarò presto, visto che avendolo deciso all'ultimo minuto, ancora una volta non avevo le noci di Pecan e ho usato quelle di Sorrento, che insieme alle nocciole sono sempre presenti nella mia dispensa.
Aggiungo che volevo provare il lievito madre essiccato e per il quantitativo mi sono orientata sulle istruzioni riportate sulla confezione, facendo le dovute proporzioni e considerando che stavo utilizzando anche farina integrale e noci e uvetta che appesantiscono l'impasto.
Il pane con la farina integrale è strepitoso, ottimo sia abbinato a salumi e formaggi che mangiato per colazione con un velo di burro e qualche cucchiaino di marmellata.

Borghetto, Valeggio Sul Mincio

Pane con noci e uvetta

tempo di preparazione: 25 minuti, più le fasi dell'impasto, più la lievitazione
tempo di cottura: 25 minuti circa,

ingredienti:

200 g. di farina 0 bio,
50 g. di farina integrale,
15 g. di lievito madre essiccato,
5 g. di sale,
35 g. di noci a pezzetti,
35 g. di uvetta.

Mescolate le noci e l'uvetta e mettete da parte.
In una ciotola mescolate le farine e il sale e mettete da parte. In una ciotola ponete il lievito e attivatelo aggiungendo mezzo bicchiere di acqua tiepido.
Unite alle farine il lievito disciolto in acqua e cominciate ad impastare, aggiungete altra acqua tiepida e impastate fino ad ottenere un impasto che lavorerete per pochi minuti.
Ponete l'impasto in una ciotola, copritelo con un canovaccio umido e fate riposare per 10 minuti, quindi unite all'impasto le noci e l'uvetta impastate delicatamente per non schiacciare l'uvetta, quindi tirate una parte dell'impasto dal lato e premetelo al centro.
Girate la ciotola e ripetete l'operazione altre nove volte in meno di dieci secondi.
Coprite l'impasto con un canovaccio, fate riposare 10 minuti e ripetete l'operazione suindicata.
Ripetete ancora due volte, sempre a distanza di dieci minuti.
Al termine, capovolgendo l'impasto nella ciotola, dovreste avere una palla liscia.
Coprite con un canovaccio e fate riposare per un'ora o fino a quando l'impasto è raddoppiato.
Quindi sgonfiatelo, ponete su una teglia ricoperta di carta forno e spolverizzata di farina, ripiegate un lato dell'impasto verso il centro, ripiegate sopra il lato opposto.
Fate rotolare l'impasto fino a formare un salsicciotto, tenendo presente che le estremità devono essere più sottili.
Spolverizzate il pane di farina, incidete delle linee diagonali sulla superficie con un coltello seghettato affilato.
Coprite con un canovaccio, fate lievitare finché raddoppia quasi di volume, ovvero per circa 30 - 40 minuti.
Circa 20 minuti prima di infornare, scaldate il forno a 240°, mettete una teglia sul fondo del forno, riempite una ciotola di acqua fredda.
Quando il pane sarà lievitato ponete la teglia nel forno, versate la ciotola d'acqua nella teglia posta sul fondo del forno.
Abbassate la temperatura a 200° e fate cuocere per circa 25 minuti, o fino a quando risulta gonfio e dorato.
Sfornate e fate raffreddare su una griglia.

Pane con noci e uvetta 3

Alla prossima!

Buona settimana!

Giovanna

13 commenti:

  1. pensa che io invece son diventata pigrissima coi lievitati...
    ho appena preso un bel libro per farmene tornare la voglia, ma...nada.
    Tornerà, spero presto, prima o poi...
    intanto mi godo la meraviglia che hai preparato tu tesoro!
    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  2. Un pane fantastico, complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia il tuo pane, dagli ingredienti mi ricorda un po' quello che mi preparava mia nonna quando ero piccina. Grazie per la ricetta , segnata . Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  4. anche io sono una fanatica del pane! niente male questo!

    RispondiElimina
  5. Grandiosa la versione con farina integrale...qui fa caldissimo, e con tutto l'amore per i lievitati, l'idea di accendere il forno ci fa troppa paura :)
    Magari da preparare alla sera...il risultato è splendido!

    RispondiElimina
  6. L'aspetto è invitante, ma i tuoi pani sono sempre invitanti.
    Belle le foto.

    RispondiElimina
  7. anche per me è lo stesso, non c'è caldo che riesca a trattenermi dal mettere le mani in pasta, non ce la potrei fare a rinunciarci
    questo pane dev'essere magnifico, buonissimo sia col dolce che col salato
    un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  8. come sempre bravissima, veramente hai una marcia in più Giovanna !Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  9. ma come si fa a rinunciare ad un pane così buono!?!?!? Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. deve essere davvero stra buono questo pane :-P
    aspettiamo anche la terza versione allora ;-)
    belle foto.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  11. un pane meraviglioso !
    Sono però passata per darti una bella notizia...sei tra le 10 finaliste del mio contest!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  12. Io potrei vivere solo al mare...montagna e lago sarebbero l'ideale solo per una bella vacanza.E' sempre tanta pace che si respira qui,come il pane che proponi:è pacifico nella sua bontà!Amo anch'io la farina integrale nel pane...che posso dire se non che è una meraviglia!
    Baciuzzi tesoro!

    RispondiElimina
  13. anche io sono ocme te, caldo o non caldo, afa o non afa, il forno va eccome! :D e per fortuna mi dico pchè qst pane che incontra i miei gusti da matti altirmenti ce lo saremmo perse!

    RispondiElimina