giovedì 14 gennaio 2016

Robot da cucina: quale scegliere?

Stanchi di fare tutto da soli in cucina? Perché non farsi aiutare? Per tagliare, sminuzzare, frullare e tanto altro, esistono i robot da cucina che danno una grossa mano in cucina.
Di certo sono gli elettrodomestici più amati da chi ama cucinare, ma soprattutto da chi non ha tanto tempo da dedicare alla cucina. 
Dagli esordi negli anni Sessanta ad oggi i robot da cucina ne hanno fatta davvero tanta di strada e il progresso tecnologico li ha migliorati.
Ma per chi non sa niente di funzionalità, motori, potenze, etc, ecco una rapida guida per scegliere un robot da cucina adatto alle proprie esigenze, a cura di Robotdacucina.org

Cosa vogliamo che faccia?

Chiediamocelo quando scegliamo il nostro robot da cucina. Basta vedere il kit di cui dispone il robot di nostro interesse per capire cosa fa.
Il robot da cucina infatti ha un perno collegato al corpo macchina. Al perno si possono agganciare svariati accessori per tritare, sminuzzare o frullare. Se vogliamo preparare delle vellutate o degli ottimi frullati non può mancare il frullatore (meglio se in vetro e ben capiente).
Se invece, abbiamo poco tempo per sminuzzare le verdure per il soffritto, allora non può mancare il tritatutto.
Ricordiamoci che con questo attrezzo possiamo anche sminuzzare la carne oltre che la verdura.
Se amiamo le centrifughe di pomodori o di frutta assicuriamoci che ci sia appunto la centrifuga.
Se invece non iniziamo la giornata senza un succo d'arancia assicuriamoci che ci sia lo spremiagrumi.
Insomma, in base alle nostre necessità possiamo scegliere il robot che ha più accessori.
Assicurati poi, che tutti i ganci e le fruste siano in acciaio Inox, così da poter essere lavati anche in lavastoviglie.
Un buon prodotto che ha anche un rapporto qualità prezzo ottimo è sicuramente il Bosch ProfiMixx 44 MUM 4405. In plastica (ma molto resistente), compatto ed efficiente.
Il motore da 500 watt dà ottime prestazioni. Pur essendo un prodotto di bassa fascia, soddisfa le necessità ed è adatto a chi muove i primi passi nel mondo dei robot da cucina.




Come scegliere il robot da cucina in base al motore

Sicuramente uno degli aspetti da prendere in considerazione per la scelta del robot da cucina, è la potenza del motore,
Se cucini ogni giorno per molte persone meglio scegliere un motore potente.
Più è potente il motore, più il costo sale.
Esistono, però, anche macchine che operano tramite una cinghia di distribuzione, senza diffusione diretta del motore.
Queste macchine hanno un numero di watt minore, ma danno comunque buone performance.
Assicurati che il corpo sia in alluminio, di certo più durevole della plastica e meno soggetto al deterioramento.
Se vogliamo un motore potente possono esserci utili i 750 watt del Philips HR7761/00 un robot da cucina dal design impeccabile (occupa poco spazio poiché sviluppa verso l'alto) ed ha un kit fornitissimo con cui fare praticamente tutto!

Il movimento planetario

Sembra un'espressione rubata all'astronomia, ma in realtà è un passo in avanti notevole che è stato fato nel mondo dei robot da cucina. E' una funzione molto particolare.
I vecchi robot da cucina, non riuscivano a tenere l'impasto e di conseguenza se ne perdeva sempre un po' sulle pareti della ciotola.
Il movimento planetario, invece, riesce a tenere l'impasto al centro, non disperdendo nulla.
Gli impasti di conseguenza migliorano notevolmente: l'impasto della pizza è migliore e la panna montata morbidissima.
Se cerchi una macchina in grado di fare tutto e con questa ulteriore tecnologia, è il caso di immergersi nel mondo Kenwood che è leader nelle machine da cucina.
Per chi inizia ecco il Kenwood Chef Major Premier KMM770. Ottimo soprattutto per gli impasti.
Se ami cucinare in casa pizze, torte salate e dolci allora è la scelta che fa per te.



Sicurezza, prevenzione e spazio

Per chi ha bambini in casa, o per quelli particolarmente distratti, è importante scegliere un robot da cucina che abbia vantaggi dal punto di vista della sicurezza e non solo dal punto di vista culinario.
I moderni robot non partono proprio se si è dimenticato di agganciare il perno, o se non è stata chiusa correttamente la ciotola. Se il motore è surriscaldato la macchina si ferma.
Prima di acquistare controlla bene ciò che c'è già nella tua cucina. 
Scegli un kit poco voluminoso se hai già qualche attrezzo a casa. 
Ad esempio, se hai già il frullatore puoi scegliere il robot senza frullatore così da risparmiare spazio.
Controlla bene le dimensioni e lo spazio a disposizione in cucina, ma soprattutto fai attenzione alla lunghezza del cavo.
In cucina spesso le prese della corrente scarseggiano e si è costretti ad inventarsi prolunghe andando ad intaccare la comodità e creando disordine.


9 commenti:

  1. ormai io non ne posso fare a meno, ne ho due e spero di completare con gli accessori di cui sono dotati.
    Grazie per il post, molto interessante.

    RispondiElimina
  2. ma che bello, è...grazie per l'interessante recensione!

    RispondiElimina
  3. Un post molto utile , grazie per la tua interessante recensione , ne farò tesoro . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  4. una vera e propria planetaria mi manca ma al momento non ne sento la necessità, tengo a mente però i tuoi consigli, grazie !

    RispondiElimina
  5. Il robot da cucina ha sostituito il marito! (solo in cucina eh!!!)

    RispondiElimina
  6. Ciao, molto utile il tuo post, soprattutto in previsione di dover cambiare il mio :)
    Mi sono aggiunta ai tuoi followers e spero vorrai ricambiare per cui ti lascio il mio link... grazie!!
    http://thatisammore.blogspot.it/
    That’s amore

    RispondiElimina
  7. Grazie per i tuoi utili consigli e per il post così dettagliato!
    Mi unisco ai tuoi followers sperando che ricambierai sul mio blog.
    Ciao :)
    My Tester Mania

    RispondiElimina
  8. grazie, sono informazioni sempre utili!

    RispondiElimina