sabato 20 febbraio 2016

Patate al forno per il Calendario del Cibo

Patate al forno 1

Ai vari progetti dell'AIFB, ovvero Associazione Italiana Food Blogger, della quale faccio parte da un paio di anni, quest'anno si è aggiunto quello del Calendario del Cibo, iniziativa tesa alla salvaguardia e alla valorizzazione delle nostre tradizione gastronomiche e dei nostri prodotti tipici, vanto e orgoglio della nostra nazione.
Già noto nei paesi di cultura anglosassone, come National Food Calendar, il Calendario, si propone, per tutto il 2016, di raccontare la storia dei nostri prodotti alimentari e delle ricette tipiche, di cui l'Italia è ricchissima.

Patate al forno 7

Quotidianamente, un ambasciatore, vi racconterà la storia di una ricetta o di un prodotto tipico.
Agli ambasciatori, si affiancheranno i contributors con ricette attinente l'ingrediente del giorno, oppure relative alla ricetta stessa.

Patate 1

Oggi è la giornata nazionale delle patate al forno, ed io ne sono l'ambasciatrice.
Ricetta amatissima, protagonista di pranzi delle festività, contorno ideale per pollo, tacchino, arrosti, salmone, ha faticato ad affermarsi, per la difficoltà che hanno incontrato le patate ad essere apprezzate dagli europei, una volta importate dai paesi andini.
Sul sito dell'AIFB, potete leggere l'articolo che ho scritto, che ripercorre le tappe dell'ingresso delle patate in Europa, le ricette tipiche che possono prepararsi con questo meraviglioso ingrediente, e le tecniche per la preparazione delle patate al forno.

Patate al forno 4

Da queste parti vi racconto la ricetta, la tecnica che ho utilizzato, il tipo di patate, con cosa le ho abbinate e a quale vino.
Partiamo da un assunto. Quando si parla di patate al forno, si parla di patate perfettamente cotte, morbide al centro e croccanti esternamente. Ottenere questo risultato non è difficile, ma bisogna conoscere qualcosa sulle patate, ovvero che sono delle amidacee, quindi ricchissime di amido. Per renderle croccanti è necessario che le patate perdano il loro amido, pena, una patata molle, unta e indubbiamente poco gradevole.
Per far perdere l'amido vi sono due scuole di pensiero, legate a due tecniche differenti, ovvero, sbianchitura in acqua bollente salata, lievemente acidulata, oppure, porre le patate in acqua fredda per un paio d'ore, cambiandola (eventualmente) un paio di volte.
Personalmente, ritengo entrambe le tecniche valide e mi avvalgo di entrambe, a seconda del tempo che ho a disposizione e della tipologia di patate.
Ecco, scegliere la giusta tipologia è fondamentale.
Le varietà d'elezione sono indubbiamente la rossa, la gialla (versatile e adatta a diversi utilizzi) e chiaramente le novelle, deliziose e protagoniste incontrastate dei pranzi di primavera, quello pasquale in primis.
Una volta scelta la giusta tipologia, è necessario stabilire la forma che si vuole dare alle patate.
I tipi di taglio, per questa tecnica di cottura sono quattro: a spicchi, parmentier (ovvero un piccolo dado), paysanne o tornita a piccola botte.
Indipendentemente dal taglio scelto, le dimensioni delle patate tagliate devono essere uguali, pena una cottura difforme.
Le patate novelle, si sciacquano, si strofinano per eliminare impurità e non si tagliano, tranne quelle di dimensioni più grandi che si tagliano in due o quattro parti.
Le novelle, solitamente, preferisco sbianchirle. Il passaggio in acqua bollente, sebbene duri solo pochi minuti, le ammorbidisce.
Per la ricetta di oggi ho usato le novelle, anche se febbraio non è la loro stagione, volevo presentarvi un classico della nostra cucina, nella sua forma "migliore" e più amata.
Le ho abbinate ad un trancio di salmone cotto pochi minuti al vapore, e condito con una salsina allo yogurt, senape ed erbe aromatiche e come vino ho abbinato un corposo rosso, un Valpolicella, perfetto sia con le patate che col salmone.

Patate 3

E adesso la ricetta!

Patate al forno

ingredienti per 4 persone:

500 g. di patate novelle,
olio extravergine di oliva,
erbe aromatiche (rosmarino, salvia e timo),
aceto bianco,
pepe nero,
sale.

Sciacquate e strofinate le patate con un canovaccio, in questo modo non eliminate la buccia, ma soltanto le, eventuali impurità.
Quelle particolarmente grandi tagliatele in due o quattro parti.
Ponetele in acqua fredda.
Nel frattempo portate ad ebollizione un litro e mezzo di acqua, salatela leggermente e aggiungete un paio di cucchiai di aceto bianco, quindi unite le patate e sbollentatele per circa tre, quattro minuti, raccoglietele con la schiumarola e lasciatele intiepidire.
Intanto in una teglia aggiungete due, tre cucchiai di olio extravergine di oliva e riscaldateli leggermente, per riscaldare l'olio è sufficiente porre la teglia sulla pentola dove sono state sbianchite le patate, il vapore riscalda l'olio al punto giusto, quindi aggiungete le patate, mescolatele delicatamente in modo che possano tutte uniformemente ungersi, e ponetele in forno, preriscaldato a 180°, possibilmente in modalità ventilata, per 25 minuti, girandole una sola volta a metà cottura.
A fine cottura condite col sale, il pepe nero macinato al momento, aromatizzate con le erbe aromatiche tritate a coltello, mescolate delicatamente e servite.

Patate al forno 3

Ringrazio tutti i contributors, per le bellissime ricette relative alle patate al forno. :-)
Avrei voluto elencarli tutti, ma erano davvero tanti! :-)

9 commenti:

  1. mangerei patate ogni giorno, le adoro !

    RispondiElimina
  2. Per piacere ma dove le trovo le ricette dei contributori? Non c'è una raccolta di link da qualche parte? Così è davvero poco pratico. Grazie.

    RispondiElimina
  3. @Pellegrina, le trovi qui: http://www.aifb.it/calendario-del-cibo/giornata-nazionale-delle-patate-al-forno/

    RispondiElimina
  4. come resistere alle patatine novelle al forno? .. che acquiolina...

    RispondiElimina
  5. buonissime le novelle al forno! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Adoro le patate in qualsiasi modo e maniera e qusta tua ricetta, e soprattutto le foto, si mangiano con gli occhi. Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. molto buone nella tua versione e anche più veloci della mia ricetta!

    RispondiElimina
  8. per me dovrebbe essere ogni giorno la giornata nazionale delle patate al forno, io le adoro ed ho letto la tua ricetta con molta attenzione, perchè a volte ci sono dei passaggi che sembrano scontati ed invece sono necessari per la buona riuscita della ricetta stessa. Grazie, un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Difficile trovare qualcuno che non ama le patate al forno. Ottimo post.

    RispondiElimina