lunedì 17 agosto 2009

Insalata con feta e pomodorini canditi



Anche le passioni più grandi richiedono una pausa. Per riflettere. Per avere nuove idee. Per ricaricarsi. Per fare altro.
Anche per la cucina funziona così. Almeno per me. Dopo settimane su settimane che cucino, penso, annoto, elaboro nuove idee, sento il bisogno di fermarmi e di fare altro. Dedicarmi alla lettura in maniera più intensa, visitare una mostra, rivedere un museo, organizzare una gita fuori porta, non fare niente, anche se dietro quel niente vi sono tutta una serie di sinapsi in movimento e in fermento. Però tra una visita al museo e la lettura di un classico, tra una passeggiata nel verde e una gita alla città d'arte bisogna pur mangiare.
Niente di elaborato, ma qualcosa di semplice e curato e quindi la classica insalata di pomodori e mozzarella, si trasforma in pomodorini canditi, velocissimi, basta tagliarli a metà, condirli e metterli nel forno, e invece della mozzarella la feta, un formaggio che amo molto, soprattutto in estate. E' ottimo da solo, ma condita con un filo d'olio e profumata dalle erbe aromatiche è un'autentica delizia. E così la cena è pronta. Leggera e gustosa.


Insalata con feta e pomodorini canditi

Per i pomodorini canditi:

8 pomodorini ciliegino,
erbe aromatiche (basilico, origano),
1 aglio,
1 peperoncino,
olio extravergine di oliva,

per la feta:

200 g. di feta,
erbe aromatiche (erba cipollina, basilico e origano)
olio extravergine di oliva,
eventualmente pepe nero e bacche di pepe rosa.

Lavate, asciugate e tagliate a metà i pomodorini, disponeteli su una teglia, tritate grossolanamente le erbe aromatiche, l’aglio e il peperoncino, disponete il trito su ogni mezzo pomodorino, conditeli con un filo d’olio e poneteli nel forno preriscaldato a 180° per 20 minuti, quindi continuate la cottura per altri 20 minuti a forno ventilato.
Intanto sciacquate la feta ed asciugatela, tagliatela a dadini, conditela con le erbe aromatiche grossolanamente tritate, un filo d’olio extravergine d’oliva e se piace pepe nero grattugiato al momento e bacche di pepe rosa, completate con i pomodorini canditi tiepidi o freddi.



La ricetta puoi leggerla anche su Report on Line.



Come vino ho abbinato un Gavi

4 commenti:

  1. uh piace anche a me questa cena... gnam gnam

    RispondiElimina
  2. sono proprio d'accordo, tutte le passioni hanno bisogno di pause e tempi ben precisi...est modus in rebus...c'è una giusta misura nelle cose...anche per me è così pure in cucina!

    RispondiElimina
  3. Mi specchio perfettamente in ciò che hai scritto all'inizio del post.
    E come te anche se sono qualche volta a riposo le sinapsi lavorano in modo autonomo ...sembra di sentire le scintille che scoccano tra di loro.. e meno male.. pensa quando, almeno per me ci sarà solo qualche piccolo bagliore..
    Dimenticavo di farti i complimenti per i pomodorini ingannevolmente semplici, ottimi e deliziosi..
    baci

    RispondiElimina
  4. Proprio buonissimo: un piatto leggero, semplice..ma davvero molto aromatico!
    bacioni

    RispondiElimina