giovedì 12 gennaio 2017

Treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia

Ricetta della treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia

Festività natalizie accantonate, con loro addobbi et similia, consumati pandori e panettoni, per la verità un solo pandoro e tre panettoni, di cui uno vegano fatto con farro e cioccolato e un altro bio, si riparte.
In realtà, a parte qualche giorno di ferie fatto immediatamente prima di Natale, ho sempre lavorato, però questo Natale è stato sicuramente quello nel quale ho cucinato meno, ma molto meno rispetto agli scorsi, sono uscita tantissimo e mi sono tuffata nell'atmosfera natalizia, piazza Duomo, l'annesso mercatino di Natale, corso Como etc etc.
E' stato il primo Natale completamente vegetariano, con tantissima verdura, semi, frutta secca, molti legumi con i quali ho preparato anche vari hummus.

Ricetta della treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia
Ricetta della treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia

Festività, come sempre, senza eccessi, con molta sobrietà, tanta musica, quest'anno Beatles, Beatles e ancora Beatles e tanta lettura, ultimamente sto leggendo diversi libri dedicati ad Alan Turing.
Trascorse le festività si ricomincia, ed io parto con una delle preparazioni che in assoluto amo realizzare, ovvero un lievitato. Questo l'ho preparato più o meno un anno fa, per un progetto molto interessante e speciale di cui vi ho tanto parlato.
In pratica una treccia di pane bianco, farcita con una crema di robiola, pistacchi e salvia. Una farcitura leggera ma golosa. Il pane è perfetto per un antipasto abbinato a formaggi, hummus, creme di yogurt, salmone e frutta secca. In ogni caso, è un pane che accompagna molto bene tutti i pasti.

Ricetta della treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia

Treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia

ingredienti per una treccia:

per l'impasto:

250 g. di farina 00 bio,
250 g. di manitoba,
4 cucchiai di olio extravergine di oliva,
15 g. di lievito di birra,
15 g. di sale,

per la farcitura:

100 g. di robiola,
35 g. di pistacchi,
2 foglie di salvia.

Su una spianatoia setacciate le farine, fate la fontana e al centro ponete il lievito sbriciolato, l'olio extravergine di oliva e il sale.
Iniziate ad amalgamare i vari ingredienti, poi, aggiungete acqua leggermente tiepida ed impastate fino ad ottenere una pasta liscia, setosa, morbida, ma non appiccicosa.
Ponetela in un recipiente, coprite con un canovaccio umido e fate lievitare per circa 2 ore, o fino a quando l'impasto sarà raddoppiato.
Ponete nel frullatore, i pistacchi sgusciati e le foglie di salvia lavate ed asciugate, tritate fino ad avere un composto omogeneo.
Lavorate brevemente l'impasto per sgonfiarlo, pesatelo e suddividetelo in due parti uguali.
Ricavate due sfere e fatele riposare coperte col canovaccio umido per circa 15 minuti, quindi, aiutandovi con le mani, stendetele e spalmatele entrambe con la crema di robiola, pistacchi e salvia.
Piegatele, quindi intrecciatele, ponete la treccia in uno stampo da cake foderato di carta forno.
Copritela col canovaccio umido e fatela lievitare per circa 15 minuti, quindi cuocete in forno preriscaldato a 200° per circa 15 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° e cuocete per altri 20 minuti.
Sfornate, sformatela e fatela raffreddare prima di servirla.

Ricetta della treccia di pane farcita con crema di robiola, pistacchi e salvia

7 commenti:

  1. I tuoi pani farciti o aromatizzati, mi piacciono sempre molto.

    RispondiElimina
  2. da mangiare una fetta dopo l'altra anche così al naturale. strepitoso :) un abbraccio, buona serata

    RispondiElimina
  3. soffice e gustoso, ti è riuscito benissimo ! Un bacione

    RispondiElimina
  4. Strepitoso questo pane, sei davvero fortissima coi lievitati, chapeau! Un bacio amica e buon anno nuovo

    RispondiElimina
  5. Ma che spettacolo questo pane! Una sinfonia di sapori!

    RispondiElimina
  6. adoro i pani farciti! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. un pane che è una meraviglia, buonissimo anche al naturale!!! complimenti.

    RispondiElimina