sabato 8 maggio 2010

Focaccia ai tre gusti

Focaccia con cipolla, formaggio e frutta secca

Qualche settimana fa, parlando con un'amica di un libro che avevo letto per l'ennesima volta, di quanto fosse d'attualità, e di quanti spunti vi avessi ritrovato, lei mi ha guardata stupita, dicendo che il libro l'aveva appena letto anche lei, e che aveva provato le mie stesse sensazioni.
Così, abbiamo pensato di organizzare un incontro per parlare di letteratura in generale, e di quella francese in particolare, infatti il libro al quale mi riferisco è Papà Goriot.
Decidiamo di organizzarlo a casa sua, invitiamo un pò di amici, scartiamo l'idea di comprare delle pizze di asporto e facendo un piccolo sforzo, ognuno di noi porta qualcosa che non necessiti di ulteriori cotture.
Io, incerta fra mille opzioni, decido di rimanere in ambito letterario/francese per il dolce, portando le
madeleines e di preparare una focaccia.
Così, consulto i miei libri di ricette, quaderni, appunti, e decido di preparne una di tre gusti diversi, abbinabile sia ai salumi che ai formaggi.
La focaccia con la cipolla mi piace molto, sapevo che un'amico avrebbe portato le alici marinate e decido che un pezzo l'avrei farcito proprio con le cipolle.
E gli altri due?
Semplice, uno con scamorza affumicata e salvia, un abbinamento inconsueto, ma delizioso.
Ottimo con i salumi più delicati, l'altro con pochissima scamorza bianca, crescenza, noci e nocciole, molto buono abbinato con i salumi dal gusto più deciso.
L'idea è piaciuta a tutti, e fra una valutazione di Balzac, Parigi, Proust e le madeleines, l'Italia ha "trionfato" con questa focaccia.





La parte farcita con la crescenza e la scamorza bianca, l'ho aromatizzata con il rosmarino, che unitamente alle noci, le nocciole e la salvia le ho aggiunte pochi minuti prima della fine della cottura.

E' buona anche fredda, ma calda sprigiona tutta la sua aromaticità e fragranza.

Focaccia ai tre gusti

Ingredienti per 6 persone

500 g. di farina,
25 g. di lievito di birra,
1 cucchiaino di zucchero,
1 cucchiaino di sale,
3 cucchiai di olio,

per la farcitura alle cipolle:

2 cipolle dorate,
olio extravergine d'oliva,
peperoncino,
sale,

per la farcitura alla scamorza:
50 g. di scamorza affumicata,
olio extravergine d'oliva,
salvia,

per la farcitura ai due formaggi:

2 fette sottili di scamorza bianca,
100 g. di crescenza,
2 noci,
2 nocciole,
rosmarino,
olio extravergine d'oliva.

Per prima cosa preparate l'impasto:

Per la preparazione dell’impasto fate con la farina la fontana, aggiungete al centro 3 cucchiai di olio, il lievito, lo zucchero e iniziate a lavorarlo, aggiungendo mano a mano acqua tiepida nella quale avrete sciolto il sale. Lavorate energicamente l'impasto, fino a quando diventa liscio e non più appiccicoso; formate un panetto e ponetelo in un recipiente, copritelo con un panno umido e mettete il tutto in un luogo tiepido e privo di correnti d'aria a lievitare.
Intanto preparate le tre farciture: sbucciate le cipolle, tagliatele grossolanamente ponetele in una casseruola, aggiungete un filo d'olio extravergine d'oliva, un dito d'acqua, un pizzico di peperoncino, uno di sale e cuocetele a fiamma bassa, fino a quando risulteranno morbide e abbastanza asciutte.
Tagliate a striscioline la scamorza affumicata, spezzettate la salvia, tagliate la scamorza bianca, sgusciate la frutta secca.
Quando l'impasto sarà lievitato, lavoratelo brevemente per sgonfiarlo, tenetene da parte una piccola quantità per preparare le striscette divisorie, e stendetelo, con le mani unte, su una teglia ricoperta di carta forno.
Ponete le striscette divisorie, farcite la prima parte con le cipolle, la seconda con la scamorza, e la terza con la scamorza bianca e la crescenza.
Condite con un filo d'olio extravergine, e cuocete a 200° per circa 20 minuti, unite la frutta secca, le erbe aromatiche, fate cuocere per un altro paio di minuti.

Come vino ho abbinato un Pigato ligure.

12 commenti:

  1. è un bel modo per variare il gusto e accontentare un po tutti quando è più varia secondo me è anche più buona

    RispondiElimina
  2. Buonissima, tre gusti davvero molto appetitosi.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono gli abbinamenti e anche molto la focaccia, avrei voluto essere con voi :) Buona domenica

    RispondiElimina
  4. Che belli questi incontri fra amiche, un pò letterari, ma anche moooolto golosi!
    Un abbraccio e buona domenica

    RispondiElimina
  5. Ciao! tra queste focacce non sappiamo proprio dire quale ci piaccia di più! Davvero un trio unico!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. Tesoro, la tua idea è veramente originale! Tre gusti diversi e tutti appetitosi,in un'unica focaccia supergolosa! Immagino quanto successo abbia avuto all'incontro letterario! Complimenti di cuore! Un bacio e ti auguro la buonanotte

    RispondiElimina
  7. mmmmm....che profumino!!!!!! quale scegliere???? tutti , troppo buona!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  8. Gunther, grazie! Lo scopo era proprio quello di abbinarla a quante più cose.

    Stefano, grazie!

    Milù, grazie! Sarebbe bello poter organizzare qualcosa del genere...

    Simo, grazie! E' vero un pò letterari e molto golosi.

    Manuela e Silvia, grazie!

    Lady Boheme, grazie! In effetti l'incontro è stato bello, ma grazie al contributo di tutti.

    Rebecca, grazie! Non scegliere, prendile tutte.

    Baci e buona settimana Giovanna

    RispondiElimina
  9. Ciao ho trovato il tuo blog per caso e ho visto questa meravigliosa focaccia...mi ha ingolosita subito!!!
    Complimenti per il blog e la tua bravura!
    A presto,Zu

    RispondiElimina
  10. Libri, libri libriiiii,che belli!! Che bello poter condividere la nostra passione con gli amici!!

    RispondiElimina
  11. Zu, grazie e benvenuta!

    Sally, lo sai i libri sono la mia grade passione.

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  12. non avrei saputo quale scegliere delle tre se fossi stata uno dei tuoi amici!
    che brava...tre idee in una!:)

    RispondiElimina