mercoledì 6 luglio 2011

Gnocchi di ricotta e piselli con sugo alle zucchinette

Gnocchi di ricotta e piselli con sugo alle zucchinette

In questi giorni sono un po' pigra "birichina" e così dopo il lavoro, invece di andare a casa e mettere in ordine, preparare cene sontuose decenti,  stirare, (mamma mia stirare che brutta parola!!!), mi dedico molto allegramente alle mie passioni.

Lunedì sono andata ad una degustazione di tè. Fine pomeriggio bellissimo. Mi sono incontrata con persone che conosco, ne ho conosciute altre e insieme abbiamo bevuto tè freddi, comparando varie tecniche di preparazione.
Da grande appassionata del mondo del tè, perchè se ami il tè, piano piano ti rendi conto che non è "solo" una bevanda, ma un vero e proprio mondo fatto di riti, cerimonie, teiere, tazze, modi di gustarlo a seconda della cultura dei vari paesi.
Dicevo, da grande appassionata, il tè mi piace berlo caldo, alla giusta temperatura di infusione, però è stato comunque interessante, e direi istruttivo, conoscere un nuovo modo di berlo.
Sia chiaro, il tè freddo non è una novità, ma preparlo bene è tanto semplice quanto poco conosciuto, e vi assicuro che il gusto (e l'aspetto) cambia notevolmente in base alla modalità di preparazione.
Nel frattempo, la degustazione mi ha fatto venire una serie di idee, che quanto prima realizzerò, poi vi farò sapere.


Ieri, mentre tornavo a casa, preparavo le mie solite liste mentali di tutto quanto avrei fatto a casa, a partire dalla pasta al forno fino alla pulizia di fino degli armadi, forse è un po' esagerato, ma volevo fare davvero tante cose.
Poi, arrivata a casa, dalla cassetta delle lettere ho visto che sono arrivate le riviste alle quali sono abbonata, e mentre aspettavo l'ascensore, con 'sta pigrizia incombente di scale manco a parlarne, i miei buoni propositi hanno iniziato a vacillare.

Per prima cosa ho preparato il tè, ma questo lo faccio tutti i giorni, intanto il caldo mi aveva fatto passare definitivamente la voglia di preparare, mangiarla no, la pasta al forno e ho ripiegato su un più semplice sughetto.
Dopo aver dedicato si e no un quarto d'ora alla casa, mi sono "arresa" e sorseggiando il tè ho iniziato a sfogliare le riviste.
Ho preparato un altro tè, sempre con le stesse foglie, avendo scelto un tè verde, il pregiato Yun Wu Cha e sono stata fagocitata da Mansfield Park, di Jane Austen, eh si li sto rileggendo proprio tutti.
La protagonista Fanny Price l'ho amata fin dalla primissima lettura. Molti amanti della Austen la snobbano. A me, invece, piace molto.
Certo non ha la grinta e la bellezza di Elizabeth Bennet, e non è brillante e bella come Emma, ma ha un suo fascino.
La sua timidezza, la sua ritrosia, sono ben compensati dalla tenacia e dalla volontà.

Il terzo tè ha accompagnato la cena, un sughetto preparato col pomodoro fresco e basilico.

Gli gnocchi della ricetta di oggi li ho preparati qualche domenica fa, prima delle ferie. Mi era appena arrivato il pacco della  Melandri Gaudenzio, e visto che  i piselli mi piacciono tanto, mi incuriosiva utilizzarne la farina, poichè volevo preparare gli gnocchi di ricotta, buonissimi, leggeri e veloci, ho pensato di diminuire la quantità di farina 00 compensandola con quella di piselli.
Invece del solito formato, ho preparato delle sferette. Gli gnocchi erano molto buoni, sodi come piacciono a me, se li preferiti più morbidi, eventualmente diminuite il quantitativo di farina 00, il gusto di piselli era piacevolmente accennato.
Il sughetto preparato con le zucchinette e i suoi fiori li ha conditi molto bene.
In sintesi un piatto estivo, leggero e gustoso.
Come sempre il tè, ho abbinato un tè nero cinese, il Grand Keemun, le sue note affumicate accompagnava molto bene gli gnocchi.

Gnocchi di ricotta e piselli con sugo alle zucchinette

ingredienti per due persone:

250 g. di ricotta di pecora,
140 g. di farina 00 Molino Rosignoli,
40 g. di farina di piselli Melandri Gaudenzio,
1 uovo,
4 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiati,
sale,

per il condimento:

200 g. di zucchinette col fiore,
1 aglio fresco,
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva,
sale.

Per la preparazione degli gnocchi cliccate qui, è importante setacciare le due farine. Per il sugo ho lavato bene le zucchine, le ho aciugate, poi ho privato i fiori di zucca del pistillo e li ho lavati e asciugati. Ho tagliato le zucchinette a rondelle e i fiori di zucca a metà per il lungo.
In un cucchiaio di olio extravergine di oliva ho soffritto l'aglio tagliato a meta, ho aggiunto le rondelle di zucchinette, salato, mescolato e ho coperto subito col coperchio, ho fatto cuocere per tre quattro minuti a fiamma media, poi ho mescolato, fatto cuocere ancora per un paio di minuti, sempre coperto col coperchio, ho unito i fiori di zucca e dopo un minuto ho spento.
Contemporaneamente ho lessato gli gnocchi e li ho conditi col sughetto.

Gnocchi di ricotta e piselli con sugo alle zucchinette

Ho abbinato il tè nero cinese Grand Keemun.

A presto!

Giovanna

26 commenti:

  1. Ogni tanto fa bene essere un po’ “birichini”! E se non si approfitta durante l’estate quando?
    Mi hai dato un ottima idea su come usare ancora la farina di piselli. Gli gnocchi “marziani” li ho fatti di sola farina ma con la ricotta devono essere ancora più buoni e morbidosi. Con quel condimento in verde poi mi piacciono un sacco. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  2. Non avevo mai pensato di utilizzare le zucchinette con i fiori, devono essere ottime!

    RispondiElimina
  3. La farina di piselli qui a Pordenone non riesco proprio a trovarla... mi sa che dovrò rivolgermi on line... qualche dritta? In ogni caso i tuoi gnocchetti sono deliziosi. Mi ispirano proprio tanto.

    RispondiElimina
  4. Hanno un aspetto delizioso questi gnocchi e in quanto a dedicarti alle cose che ti piacciono, hai fatto più che bene!!!!!!!!Buon proseguimento!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Non ho mai mangiato gli gnocchi di ricotta con farina di piselli. Devono essere buoni.

    P.S. Anche a me piace Fanny Price, sarà per la timidezza e la riservatezza.

    RispondiElimina
  6. E fai bene a dedicare del tempo alle tue passioni.. Matu guarda che particolari sti gnocchi.. già con la ricotta non li ho mai mangiati.. ora tu li proproni addirittura con una parte di afrina di piselli??!!ma chissà che bontà.. ottimo il condimento.. smack :-D

    RispondiElimina
  7. stirare, davvero che brutta parola, io non ho nè asse nè ferro ,per ora lo fa mamma, anche se convivo, pero' ecco mi dà una mano!beh comunque buoni questi gnocchi, sono belli ''grossi''

    RispondiElimina
  8. Ma sono davvero belli questi gnocchi! Brava Giovanna!La farina di piselli non l'ho mai provata. Bisognerà rimediare ;-)
    Io credo che dedicarsi principalmente alle cose che più ci piacciono sia....UN DIRITTO di cui bisognerebbe riappriopriarsene (o mamma quant'è difficile scrivere sta' parola!! più spesso, o no? :-)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Anche io in questo periodo sono un pò "birichina"!!! Voglia di fare saltami addosso!!! Intanto mi gusto, anche se solo virtualmente, questi tuoi originali gnocchetti che mi sembrano davvero eccezionali!! Un bacione e a presto...

    RispondiElimina
  10. Che bello questo incontro per degustare i the!!! IO adoro la Austen!!! Gli gnocchi sembrano buonissimi!!! un bacione

    RispondiElimina
  11. E' da un pezzo che spesso e volentieri sono birichina ma mi piace esserlo! :-) E' una bella cosa rilassarsi e fare le cose che piacciono: un ottimo tè con le amiche, un buon libro..mi piace la Austen! E per finire un bel piatto di gnocchi a cui non saprei mai resistere!! Un bacione e buone "birichinate" :-)

    RispondiElimina
  12. davvero molto buoni la farina di piselli poi non l'avevo mai vista,
    brava
    ciao baci

    RispondiElimina
  13. ma sono bellissimi questi gnocchi! E poi con quanta classe abbini il tè... non dev'essere per niente facile. Mi informo sulla farina i piselli e conto di replicarli il prima possibile!

    RispondiElimina
  14. Ma dai, che splendida e gustosa idea cara Gionvanna, da copiare, grazie!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. Davvero particolare questa ricetta, peccato che da noi la farina di piselli è introvabile! Ottimo il condimento di verdure,brava come sempre!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  16. che bel piatto Giovanna, gli gnocchi mi piacciono sempre tanto!
    Io l'altra sera presa da un raptus mi sono alzata dal letto (era mezzanotte passata) e ho stirato fino alle tre :D
    A me capita così.....un'impulso improvviso ;) Prova, chissà che non capiti anche a te :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  17. Un piatto veramente buono, 10 e lode! Bella anche la presentazione, ciao SILVIA

    RispondiElimina
  18. Molto originali questi gnocchi, mi piacciono tutti i sapori che racchiudono. Mi piace anche l'idea di "arrendersi" di fronte alle incombenze di casa (specialmente stirare...oddio, che è?!!) e dedicarsi invece a coccolare amorevolmente le proprio passioni!
    Doppiamente brava dunque. Proporrei la ola!...e seguirò il tuo esempio!

    RispondiElimina
  19. mi piacciono molto questi gnocchetti bravissima!!un bacione buona giornata

    RispondiElimina
  20. Complimenti per il post e per quanto mi fai appassionare al mondo del tè...e complimenti anche per questi gnognetti sicuramente buonissimi e delicati, il condimento ci stà benissimo rendendo il piatto molto appetitoso... Un abbraccio, ciao.

    RispondiElimina
  21. Vi ringrazio tutti, siete molto gentili. Vorrà dire che continuerò a fare la "biricchina"!

    Barbara, on line Melandri Gaudenzio, quella utilizzata da me è preparata da loro.

    Fra, mi fa piacere che siamo in sintonia su Fanny Price.

    Claudia, provali con la ricotta, sono buonissimi, nonchè veloci.

    Violetta, sei incredibile, oltre che piena di buona volontà! Bravissima!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  22. Ciao, la ricetta è davvero originale e la presentazione è molto carina!! brava!!! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  23. Giò ma dove la trovi tutta questa energia? Non puoi fare una donazione a favore di una nuova amica? :) Che belli questi gnocchi con ingredienti squisiti...
    Grazie per il commento che mi hai lasciato mi ha fatto un piacere immenso. :* Sei speciale.
    chia

    RispondiElimina
  24. Anche a me Fanny è sempre piaciuta. Fai bene a dedicarti alle tue passioni, quella del thè è una forma d'arte, un rito, hai perfettamente ragione. Sono assolutamente ignorante in materia, deve essere davvero stimolante ed emozionante. Un saluto.

    RispondiElimina
  25. fai bene a dedicarti alle tue passioni :) io in questo periodo purtroppo devo astenermi ,sono a capofitto sui libri! un bacione e complimenti per ricetta!

    RispondiElimina
  26. Buongiorno tesoro un bacione!!!!buona giornata

    RispondiElimina