mercoledì 13 luglio 2011

Risotto con ciuffi di calamari e timo....

Risotto con ciuffi di calamari e timo

...e alla fine il timo in qualche modo c'entrava col pesce! Questo risotto, molto gustoso ed estivo, l'ho preparato un sabato di qualche settimana fa, quando le temperature, seppure alte, consentivano ancora di preparare il brodo, cucinare il risotto mentre  nel forno c'era il plum cake per la colazione della domenica.

In questi giorni, invece, le temperature alte, l'afa, le zanzare, non solo mi hanno fatto desistere dall'idea di utilizzare il forno, ad eccezione di venerdì, quando ho preparato alcune girelle salate, ma mi hanno indotta a cucinare cose veloci, oppure che richiedevano una minima permanenza in cucina, come per la zuppa che ho fatto la scorsa domenica, preparate le verdure e messe sul fuoco, mi sono limitata a rimescolare, o all'occorrenza aggiungere acqua tiepida, per poi mangiarla a temperatura ambiente.

Per il resto, lavoro a parte, mi aggiro per casa, stanca, demotivata, nervosa e pigra. Mi limito a fare l'essenziale e per il resto leggo, bevo tè e...aspetto che arrivi l'autunno.

Sia chiaro, non ho nulla contro l'estate e il caldo, ma l'afa, le temperature torride surriscaldano le città e non solo non mi consentono di fare quello che mi piace, ma mi fanno sentire rallentata, come se ogni minima attività costasse uno sforzo enorme.
Vuoi mettere, invece, quante cose si possono fare quando l'aria è fresca e il cielo terso?

Continua la mia passione per la letteratura inglese e la riririlettura di Mansfield Park mi sta prendendo molto.
Con Fanny e gli altri personaggi del libro mi aggiro con loro per la campagna inglese, partecipo alle loro feste danzanti, evito l'odiosa Mrs Norris e intanto noto l'ipocrisia nascosta sotto la falsa bontà, l'arrivismo, l'incoerenza nell'affermare qualcosa e agire in un altro modo.

Tornando al risotto, nel corso della spesa mi sono "imbattuta" nei ciuffi di calamari e in un attimo ho pensato di realizzare un risottino, semplice e leggero, profumato dalle foglie di timo.
Tra un mestolino di brodo e l'altro, ho pensato di aggiungere, quasi a fine cottura,  una patata e metà della carota utilizzate per il brodo vegetale.
Il risotto si è arricchito di nuovi sapori, guadagnando anche una buona corposità.

Come sempre ho abbinato il tè, un pregiato tè nero del Darjeeling, raccolto questa primavera, quindi un First Flush, che con le sue note morbide e rotonde, si abbinava molto bene ai calamari.

Risotto con ciuffi di calamari e timo

ingredienti per due persone:

200 g. di riso,
350 g. di ciuffi di calamari,
2 scalogni "banana",
olio extravergine di oliva,
brodo vegetale,
una decina di ramentti di timo,
sale,
pepe.

In due cucchiai di olio extravergine di oliva ho soffrito i due scalogni tritati finemente a coltello, ho aggiunto i ciuffi di calamari, li ho soffritti e cotti per un paio di minuti con mezzo mestolino di brodo, poi ho unito il riso, l'ho tostato, salato e aggiungendo mano a mano il brodo, l'ho portato a cottura.
Quasi a fine cottura ho unito una patata e mezza carota (utilizzate per preparare il brodo vegetale) grossolanamente schiacciata con la forchetta, ho unito le foglioline di timo e ho aromatizzato con pepe macinato al momento.

Risotto con ciuffi di calamari e timo

Ho abbinato il tè nero del Darjeeling First Flush

Vi avevo preannunciato una nuova rubrica. Partirà a breve,  vi lascio il logo e il nome: MarmellaTè.

Logo MarmellaTè (1)

Buon pomeriggio!

Giovanna

30 commenti:

  1. direi che hai fatto un risotto davvero gustoso l'aggiunta del timo e davvero eccellente complimenti...
    by da lia

    RispondiElimina
  2. buongiorno ma che bontà...mmmm a quest'ora poi..hihihi buon pomeriggio cara

    RispondiElimina
  3. Ti capisco per la sensazione di stanchezza accmpagnata a nervosismo che genera l’afa. Anche qui l’umidità è alle stelle e pare togliere il respiro. Ma se penso a quanto è peggio sopportarla in inverno con il freddo quella stessa umidità che penetra nelle ossa...mi ci ficcherei dentro un forno!
    Gran bel matrimonio hai celebrto fra timo e risotto, testimoni i calamari :D! Arrivo a cena...si può?
    Un bacione tesoro, sono curiosa di scoprire la tua nuova rubrica ^__^
    Hai celebrato davvero uno splendido matrimonio

    RispondiElimina
  4. che ottimo risotto! i ciuffi di calamari!!!

    RispondiElimina
  5. ci siamo lasciate un commento sui reciproci blog praticamente nello stesso momento :)
    grazie per le parole di incoraggiamento

    RispondiElimina
  6. Giovà.. io sto come te... non mi va di fare un'accidenti di niente.. ma non aspertto l'autunno.. amo l'estate.. aspetto temperature poco più basse con totale assenza di umidità!! eheheh.. Ottimo il tuo risotto..sai che amo i primi di pesce.. smack

    RispondiElimina
  7. un risotto dal gusto particolare!anche qui c'è una bella afa...

    RispondiElimina
  8. Per me il risotto non ha stagione, io lo cucino spessissimo anche se fa caldo!
    Complimenti, deve essere una vera bontà!
    Stavolta arrivo io con un bel frascati freddo e frizzantino......

    RispondiElimina
  9. Che buono, ha un aspetto delizioso. Figurati, io lo mangerei anche adesso che è solo ora di merenda!

    RispondiElimina
  10. Il risotto, secondo i miei gusti, si può mangiare sempre..se poi è buono come il tuo allora vale la pena di soffrire un pò davanti ai fornelli!!!! un bacione

    RispondiElimina
  11. di ritorno dalla sardegna ho trovato questa afa terribile che rende apatici e stanchi, quindi ti capisco, ma l'estate è bella , aspettiamo che il caldo si faccia sopportabile e godiamoci anche questa stagione.
    le tue ricette e i tuoi post sono sempre interessantissimi , per inciso non conosco quelle melanzane così lunghe ,grazie della notizia.
    un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  12. Muy exquisito el risotto de calamar,se ve cremoso me encanta,me gustaron mucho las berenjenas pequeñas y delgadas acá hay solamente grandes,abrazos y cariños.

    RispondiElimina
  13. oggi qui si muore dal caldo, peggio di ieri!
    spero nel refrigerio notturno!
    ad avercelo un piatto di questo risotto consolatorio...ma già pronto! :D

    RispondiElimina
  14. Il risottino mi piace: è davvero invitante! Mi piace anche leggere, ma sinceramente col caldo non riesco a concentrarmi nella lettura: ora mi alzo per bere qualcosa di fresco, ora per spostare il ventilatore, ora semplicemente perché...mi si è appiccicato il sedere alla poltrona :-D Però l'estate mi piace... Malgrado il caldo rallenti le funzioni vitali, c'è tanto bisogno di sole e mare, dai!

    RispondiElimina
  15. Originale l'abbinamento col timo, davvero...cercherò di propinarlo al Ciccio senza che se ne accorga...Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. Un piatto raffinato e profumatissimo, grazie Giovanna!!!!

    RispondiElimina
  17. ♥ •˚。
    Amiga,
    Passei para te dar um abraço.

    Sua receita é tudo de bom... especial!...

    Beijinhos, querida.
    Brasil
    ♥ •˚。
    °° 。♥。
    ●/ ♥•˚。˚
    /▌
    / \ 。˚。♥

    RispondiElimina
  18. Buongiorno tesoro..un bacione!!passa una splendida giornata

    RispondiElimina
  19. Ho appena finito di mangiare ma per il tuo risotto....ricomincierei volentieri!!!!!!!Speriamo che rinfreschi!!!!!!!!Buona giornata!!!!!!

    RispondiElimina
  20. Anch'io letteratura inglese!!! Vado un po' a periodi e questo è proprio quello.
    Ieri qui è arrivato un uragano...oggi temperature fresche, che bello! :)

    RispondiElimina
  21. Questo tuo risotto è davvero invitante. Quei ciuffi di calamari mi ricordano una frittura meravigliosa gustata in sicilia tempo fa e quindi mi portano lontana da qui, dall'afa, dall'aria immobile e rarefatta, verso serate di brezza, goduta su una terrazza vista mare (perché nei sogni si può anche esagerare, via!!)
    Confesso però che mi sono piacevolmente persa anche dietro ai personaggi della tua lettura, peregrinando fra loro con in mano una tazza di tè.
    Mi piace leggerti, è davvero un piacere!
    baci.

    RispondiElimina
  22. Che buono questo risottino,i sapori e i profumi del mare rendono queste gironate meno pesanti!adoro la campagna inglese e mi segno il libro che stai leggendo,sicuramente piacerà tantissimo anche a me.Complimenti per la nuova sezione dedicata al "tea",io la apprezzerò tantissimo,sai che amo molto questa bevanda,anche se non sono un'esperta come te.Un caro abbraccio e grazie per gli auguri che hai lasciato per la nascita della mia nipotina.

    RispondiElimina
  23. mmm...sento il profumo di questo risotto fino a qui...buono...CIAO SILVIA

    RispondiElimina
  24. buongiorno tesoro un bacione!!passa una bella giornata

    RispondiElimina
  25. Un piatto fantastico, veramente speciale, complimenti carissima, un abbraccio e felice giornata

    RispondiElimina
  26. ah, che voglia di risotto allo scoglio..

    RispondiElimina
  27. Ciao Gio, volevo farti un saluto prima del w-e e dirti che sarebbe splendido unire B&B e yoga insieme a te. Sognare per sognare, non mi faccio mancare il meglio ;)
    Bacioni!

    RispondiElimina
  28. Vi ringrazio tutti, siete molto gentili.

    Baci e buon fine settimana

    Giovanna

    RispondiElimina
  29. Anche io mi sento appensantita e rallentata dal caldo!!!... e poi si passa da giornidi freddo a giorni di caldo bestiale...uff!!!
    ai primi freschi sto risotto lo provo... mi ispira un sacco!!!

    RispondiElimina