venerdì 4 dicembre 2009

Tagliatelle con ragù di porri e salsiccia

Questa ricetta la potrei molto semplicemente e sinceramente chiamare la "trasformista".
In pratica decido di preparare gli gnocchi di zucca, conditi col ragù, utilizzato poi per le tagliatelle.
Quindi vado al supermercato certa di comprare una bella zucca, o un pezzo di zucca, da poter utilizzare anche per un risotto o grigliata condita con olio e aceto.
Invece niente di niente, o meglio trovo delle zucchette pallide ed anemiche, poco convinta ne compro una, pensando, intanto ad una soluzione alternativa.
Il giorno dopo, all'interno la zucca è chiarissima, altro che quel bel colore arancio, piuttosto sembrava un rosa salmone, così, la già mia poca convinzione si annulla del tutto e opto per preparare i garganelli, da condire sempre con lo stesso sugo.
Poi, avevo molte cose da fare, come sempre, avevo un libro che attendeva, e, sinceramente, nella graduatoria delle buone intenzioni, la preparazione dei graganelli non occupava proprio le prime posizioni...
Così ho ripiegato sulle tagliatelle, molto più rapide, comunque ottime col sugo, che invece ho realizzato proprio come avevo pensato.
Il risultato è stato davvero molto buono, molto apprezzato, e anche se gli gnocchi alla zucca non sono stati rimpianti, io continuo a cercare una bella zucca, che per la cronaca ancora non ho trovato.
Mi sa che devo andare al mercato...


Il sugo è molto semplice e saporito. Porro stufato, salamella mantovana, preparato proprio in pochi minuti. Ho preferito non salarlo, in quanto le salamelle e il Castelmagno, utilizzato a scaglie sulle tagliatelle, sono già molto sapidi.


Si può considerare anche un piatto unico, seguito da verdure di stagione e un dessert.
Puoi leggere questa ricetta anche su Report on Line.
Tagliatelle con ragù di porri e salsiccia
Ingredienti per 4 persone
per le tagliatelle:
160 g. di farina 00,
40 g. di semola di grano duro,
2 uova,
per il ragù:
400 g. di salamella mantovana,
1 porro,
50 g. di Castelmagno,
olio extravergine di oliva,
pepe.
Per la preparazione delle tagliatelle cliccate qui. Una volta pronte le sfoglie, con la macchina per la pasta preparate le tagliatelle.
Per il sugo, tagliate a fette molto sottili il porro, lavatelo, asciugatelo e fatelo stufare bene in 2 cucchiai di olio extravergine. Quindi unite le salamelle private del budello e sbriciolate, pepate, mescolate in continuazione, e portate a cottura.
Lessate le tagliatelle, saltatele nel sugo, impiattatele, e servitele con il Castelmagno a scaglie, ed eventualmente un pò di pepe macinato al momento.

Come vino data la presenza del Castelmagno, sono rimasta in Piemonte, e ho abbinato un Nebbiolo d'Alba.

5 commenti:

  1. Ma insomma, questa zucca color arancio sembra introvabile! Io spero che prima o poi riuscirai a fare i tuoi gnocchi, nel frattempo puoi continuare con altri piatti, te la cavi egregiamente!

    RispondiElimina
  2. Io al mercato mi trovo benone....compro della frutta e della verdura da paura, al super non sono così...e poi sono nostrane, non ci sono vaschette and co., insomma....prova lì, secondo me la troverai!
    Compolimenti per il piattino saporitissimo ed invitante!

    RispondiElimina
  3. Due saproti molto contrastanti che che si prendono ottimamente con la apsta fatta in casa!
    un bacione

    RispondiElimina
  4. l'alternativa direi che è ottima!!
    aspetto questi gnocchi , mi hai incuriosita.
    ciao Reby

    RispondiElimina
  5. Tania, grazie! Anch'io spero di riuscire a fare gli gnocchi, prima che la stagione della zucca finisca.

    Simo, grazie! Anch'io mi trovo molto bene al mercato. Purtroppo per questioni di tempo, non sempre riesco ad andarci.

    Manu e Silvia, grazie!

    Rebecca, grazie!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina