lunedì 7 marzo 2011

Faux financiers herbe, feta et amandes

Faux financiers herbe, feta et amandes

Agli inizi di dicembre, sono andata nella mia solita libreria, avendo ben chiaro tre cose: seguire un incontro che mi interessava, scegliere un libro da regalare alla figlia di una mia amica, e non comprare libri per me.
Di letteratura ne ho tanti, le mie due librerie, a parete, stanno scoppiando. 
Libri di cucina, fra quelli che acquisto, quelli che mi regalano e le riviste, potrei cucinare per 2 secoli.

Quindi, inizio a girare per scegliere il libro da regalare. E poi, e poi, e poi...è un attimo.
La mia attenzione è attratta da "Sunset Park", l'ultimo libro di Paul Auster.
Lo sapete, l'ho scritto e riscritto. Philip Roth e Paul Auster sono i miei due autori contemporanei preferiti.
Di loro ho letto quasi tutto, ebbene, potevo non leggere anche Sunset Park?
No, non potevo. Così ho trovato tutte le ragioni del mondo e l'ho preso.
In attesa che iniziasse l'evento, non so neanche come, mi sono trovata fra le mani, il libro del Cavoletto, "Regali golosi", l'ho sfogliato, e mi è piaciuto tantissimo.
Sappiamo tutti quanto sia brava. Il suo libro è bellissimo. Ricette semplici, veloci, ma molto golose e interessanti.
Il libro è suddiviso in due sezioni, una dedicata al dolce, l'altra al salato. Una serie di idee e suggerimenti, fotografie curatissime, tutte queste cose messe insieme mi sono sembrate ottimi motivi per acquistare il libro.
L'ho sfogliato, l'ho letto, e ho iniziato la mia interminabile lista di cose da cucinare.
Poi tra una ricetta e l'altra, non trovavo mai l'occasione giusta.
Fino alla scorsa settimana, quando ho deciso di preparare una ricetta salata, le finanziere alle erbe, feta e mandorle.

La feta mi piace, le erbe aromatiche sono la mia passione, la farina di mandorle è in dispensa, da quando ho preparato i tortini al cioccolato, quindi perchè non partire da questa ricetta salata?
L'unico inconveniente, gli stampini da financier, li ho cercati in alcuni negozi, anche molto forniti, ma sembrano introvabili.
Ma, se quando ero all'Università, riuscii, in attesa che arrivassero dal deposito, a ricavare da un pezzo di polistirolo dei porta provette, fedeli compagni della mia tesi di laboratorio, possibile che un dettaglio così irrilevante, come la mancanza degli stampini, potesse fermarmi?
Ovviamente, no. Così ho ovviato, mettendo l'impasto in una teglia, e ricavando i rettangoli, con un coltello seghettatato, non appena cotto il tutto.

Faux financiers herbe, feta et amandes

Inutile aggiungere che erano buonissime, le erbe aromatiche conferivano un senso di freschezza, che ben calibrava la sapidità della feta e il sapore ricco della farina di mandorle.

Tè, tanto tè. Con questi bocconcini salati, era necessario un tè nero. Un tè bianco o verde, sarebbe stato coperto dal sapore delle finanziere.
Lo Yunnan d'Or era perfetto. Il suo bouquet si armonizzava piacevolmente con le finanziere.

Finanziere erbe aromatiche, feta e mandorle

90 g. di farina del Molino Chiavazza,
90 g. di farina di mandorle,
80 g. di feta,
3 uova,
10 cl di latte,
10 dl di olio d'oliva,
16 g. di lievito per dolci,
2 cucchiai di erba cipollina,
2 cucchiai di aneto fresco,
1 cucchiaino di mentuccia,
sale,
pepe.

Sbattete le uova con il latte e l'olio. Aggiungete la farina, la farina di mandorle, il lievito, le erbe finemente tritate, e la feta sbriciolata. Condite con un po' di sale e pepe, mescolate velocemente il tutto, riempite una teglia rettangolare. Cuocete a 180° per circa 20 minuti.
Quindi tagliate a rettangoli.

Faux financiers herbe, feta et amandes

Ho abbinato il tè nero cinese Yunnan d'Or

27 commenti:

  1. Sei un pericolo, come me, quando vai in libreria :) ma quanto sei brava!!!
    Non ti dico la fame che mi è venuta, pregustando la tua ricetta e guardandone le illustrazioni.
    E io per stasera ho appena finito di fare il minestrone :(
    Ciao cara Giovanna, un bacione.
    Lara

    RispondiElimina
  2. Mi associo alle pericolose quando entrano in libreria :)) Interessante la ricetta, anche io amo molto le erbe aromatiche e questa combinazione dev'essere davvero molto gustosa!

    RispondiElimina
  3. Anch'io sono pericolosa quando entro in libreria e quando mi riprometto di non comprar nulla è la volta buona che esco piena!!!
    Della feta mi sono innamorata la scorsa estate, senza erbe aromatiche non so cosa sia la cucina e le mandorle in casa non mancano mai! Mi hanno conquistata al primo sgardo questi deliziosi bocconcini profumati. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  4. Buonissimi Guiovanna. Approvo totalmente la scelta, sia di acquistare il libro, sia della prima ricetta. Io faccio un cake con gli stessi ingredienti e mi piace moltissimo. Mi piaceranno moltissimo anche questi bocconcini salati che proverò senz'altro. Allora tu porti il tè e i financieres, io i biscottini :D
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Anche a me piace trascorrere del tempo in libreria e, stai pur certa, che immancabilmente, esco sempre dopo aver fatto qualche acquisto interessante!
    Tesoro, i miei complimenti per questi bocconcini invitanti e aromatici!!! Bravissima, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Io non ho questi problemi, in libreria purtroppo non ci metto piede...Beh devo dire la verità ma questi financier sono buonissimi, c'è un mix di ingredienti molto intrigante, feta ed erbe aromatiche gli conferiscono gusto e profumo da far venire tanta acquolina. Bene cara, un caro saluto e alla prossima. Ciao.

    RispondiElimina
  7. Anche noi quando andiamo in libreria ce ne torniamo sempre con un nuovo acquisto.Approviamo la tua scelta e ci piace molto la ricetta...che ci ha fatto venire fame nonostante l'ora!
    Un abbraccio! Alda e Mariella

    RispondiElimina
  8. questa ricetta mi piace davvero moltissimo. Complimenti perchè ha davvero un ottimo aspetto. Un saluto

    RispondiElimina
  9. Lara, grazie! Il minestrone mi piace tantissimo, anch'io lo preparo spesso.

    Elel, grazie! Si le librerie sono un pericolo. Se ci entro, ne vengo fagocitata.

    Federica, grazie! Siamo sulla stessa lunghezza d'onda, librerie, feta, erbe aromatiche e mandorle. La feta, poi, è un formaggio impagabile. In estate rende qualunque insalata allegra e saporita.

    Viola, grazie! Certo che porto tè e financieres. Uhm, che bell'idea il cake. Da fare!!!!

    Lady Boheme, grazie! Si la libreira è una calamita. C'è sempre qualcosa che attira la mia attenzione.

    Max, grazie! Credimi, appena ci entri inizi a scegliere e comprare. La feta e le erbe aromatiche si abbinano strabene.

    Alda e Mariella, grazie! Altre bibliofile come me? Che bello! il mondo senza libri, per me sarebbe tristissimo.

    Valerio, grazie!

    Carpe Diem, grazie!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  10. Quel libro lo adoro!!!
    E pure i tuoi financiers...chissà che saporino!
    Arrivo con un bel culatello fresco fresco...
    baciotti e buon 8 marzo!

    RispondiElimina
  11. Oh, che meraviglia... Già solo leggere gli ingredienti mi accorgo che mi sconfinferano assai.
    Lascia perdere lo stampo dei financiers... o meglio, per carità, fai come vuoi eh!
    Però , oltre che essere reperibile solo on line praticamente, bisogna aggiungere che contiene talmente poca preparazione che ti tocca fare una marea di infornate...
    La tua soluzione più rustica mi pare perfetta... ;)

    RispondiElimina
  12. Grazie per il commento che hai lasciato al mio blog... Ottrima ricetta.. mi piace la feta nelle rpeparazioni...torna presto a trovarmi ok?? mi farebbe piacere ;-).. Intanto ti seguo..

    RispondiElimina
  13. Ciao, piacere di conoscerti!
    Ne approfitto per invitarti al mio contest "cook the book", consigliami un libro ed associa una ricetta!
    Ti aspetto
    Fede
    http://federicadp.blogspot.com/2011/02/il-mio-primo-contest-cook-book.html

    RispondiElimina
  14. Simo, grazie! Il culatello? Che bontà!!! Ti aspettoooo!!!!

    Parentesi Culinaria, grazie! Gli stampi? E chi ci pensa più! Questa soluzione è così pratica...Poi non sapevo che contengono poco impasto, l'idea di avere il forno acceso per ore, non mi alletta proprio!

    Claudia, benvenuta e grazie! Certo che passo a trovarti!

    Federica, benvenuta! Che bel contest, partecipo volentieri!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  15. sicuramente ...da provare!
    tiziana

    RispondiElimina
  16. Bellissima ricetta, complimenti!!!!
    Un bacione
    Raffa

    RispondiElimina
  17. Tiziana, grazie!

    Raffa, grazie!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  18. wow!una ricettina sfiziosa e golosa!!! Bravissima...chissà che buon sapore lasciano le erbesotto il palato, gnammi!

    RispondiElimina
  19. come ti capisco, la mia casa scoppia di libri e continuo ad ordinarne! (domani ne arriva un altro da amazon) ma non ne posso fare a meno :)
    ottima la tua financier e senza trovare stampo l'arte di arrangiarsi è di grande aiuto :)

    RispondiElimina
  20. Complimenti,complimenti, complimenti!!! Veramente un bellissimo e "buonissimo" blog!

    http://diner-italien.blogspot.com/

    RispondiElimina
  21. Nel cuore dei sapori, grazie!

    Gio, grazie! Quando si amano i libri, si continua, nonostante i "buoni" propositi ad acquistarne.

    Diner, benvenuta e grazie!!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  22. buonissima questa frittata in tranci! complimenti, devo provare subito! :-D

    RispondiElimina
  23. Copio subito questa splendida ricettina, buonissima! Grazie Giovanna, baci!

    RispondiElimina
  24. Le ricette dell'amore vero, grazie!

    Speedy, grazie!!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina
  25. interessantissimo, mi piacciono molto anche le foto! Ah, io amo il Giapponeee

    RispondiElimina
  26. Pips, grazie! Sei gentilissima!

    Baci Giovanna

    RispondiElimina