mercoledì 4 giugno 2008

Taccole in umido


Recentemente ho letto su un libro di cucina che in Italia le taccole sono poco utilizzate, è un vero peccato, anche perchè sono molto buone di sapore e molto interessanti nutrizionalmente; chiamate anche piselli mangiatutto, perchè a differenza dei piselli si consuma anche il baccello, le taccole sono dei legumi, ma vengono considerati degli ortaggi proprio perchè risultano interamente edibili e perchè nutrizionalmente più vicine agli ortaggi; ricche di amido e fibre, povere di calorie sono ideali da consumare nell'ambito di una dieta.
Io le ho preparate allo stesso modo in cui al sud si preparano i fagiolini.


TACCOLE IN UMIDO

  • 500 g. di taccole,
  • 400 g. di pomodori ramati o perini,
  • 1 scalogno,
  • olio extravergine di oliva,
  • 1 ciuffo di basilico,
  • sale.


Lessate le taccole in acqua bollente per circa 10-12 minuti; appena pronte versatele subito in acqua e ghiaccio, questa operazione è necessaria per arrestare la cottura e mantenere il colore brillante; nel frattempo tritate lo scalogno e fatelo soffriggere dolcemente nell'olio; aggiungete i pomodori precedentemente lavati e tagliati a spicchi, salate, aggiungete il basilico e fate cuocere a fiamma moderata per circa 10 minuti; unite al sugo le taccole ben scolate e fate insaporire nel sughetto per 10 minuti.


Come vino è perfetto un bianco Falanghina, il suo sapore fruttato e fresco ben si abbina alla sapidità della ricetta

Nessun commento:

Posta un commento