lunedì 2 dicembre 2013

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Ci sono dei luoghi che per una serie di - buoni, in questo caso direi ottimi - motivi restano nel cuore. Non importa se ci hai vissuto una vita, trascorso poche ore o soggiornato per un fine settimana, quel posto ti entra nell'anima.
Ho molti luoghi del cuore e a questi senza indugi, anzi con grande affetto aggiungo La Pieve, un bellissimo e suggestivo agriturismo, immerso nella campagna toscana, dove la scorsa settimana, ho trascorso un meraviglioso, mi azzardo e dico magico?, ecco l'ho detto, magico week end.


Quando ho ricevuto l'invito per soggiornare a La Pieve, ho accettato con molta gioia e tanto entusiasmo.
Lo sapete, adoro la Toscana, soprattutto la sua campagna, e nell'invito era compresa la visita ad un frantoio, raccolta delle olive, degustazione dell'olio novello.
Praticamente, tutte cose che amo moltissimo.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Quello che non sapevo era che a La Pieve, non avrei trovato solo tutto quello che era scritto nell'invito, ma avrei soggiornato in un luogo magico e cosa più bella e coinvolgente è stato conoscere i proprietari dell'agriturismo, Monica ed Andrea e Marta la loro secondogenita.
Monica ed Andrea una bellissima coppia di Treviso, dopo una vita trascorsa a Milano, hanno deciso di seguire il cuore e vivere in campagna.
Ci raccontava Andrea, che prima di trovare La Pieve, hanno girato tanto e a lungo, fino a quando, hanno visto La Pieve ed è scattato un clic. Quel clic che ti fa decidere in un attimo. Quel clic che è lui che ti sceglie.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Così, un sabato di un paio di settimane fa, dopo qualche ora di autostrada, molta pioggia, un po' di neve, siamo arrivati in Toscana, precisamente a Pelago un piccolo comune a pochi chilometri da Firenze e da lì all'agriturismo La Pieve.
Appena arrivata sono rimasta incantata dalla bellezza del paesaggio circostante e dalla purezza dell'aria.
Faceva freddo, molto freddo, ma l'aria era limpida, pulita.
Appena arrivati, varcata la soglia, siamo entrati in una stanza bellissima, ricca di storia e fascino e siamo stati accolti da un bellissimo sorriso, quello di Monica, la padrona di casa, un fantastico tepore e un profumo succulento.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

E qui inizia la magia che ha reso questo posto per me, così speciale. 
Monica ci accompagna nelle nostre camere e nel mostrarcele, dice che le ha abbinate in base al carattere che è emerso dalla lettura dei nostri blog.
Quindi, la camera gialla per l'amico solare, quella verde per la blogger che evoca freschezza e per me la rossa, secondo l'ispirazione avuta dal mio blog.
Le camere erano tutte bellissime, anche la blu che ospitava una coppia di travel blogger, invitati come noi per il bloggerweekend, però, la rossa era veramente la "mia".
Il colore delle pareti, la fantasia dei cuscini, la tovaglietta che era sul comodino tutto, tutto era in sintonia con me.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Sintonia o meno, tutte le camere, sono di una grande e coinvolgente bellezza. Arredate, come tutta la casa, con mobili di famiglia, arte povera, pezzi reinterpretati dall'infaticabile Monica.
Ogni camera ha un suo carattere, una sua personalità. La camera verde mi colpisce per il soppalco, una vera e propria camera, raggiungibile tramite una - bellissima - scala a pioli.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Si pranza con cibi toscani e si parte dalle bruschette preparate col cavolo nero, poi altre bruschette con la salsiccia toscana, una torta salata con prosciutto, formaggio e salvia, bis e anche tris! :-), eppoi formaggi e salumi toscani, marmellate in abbinamento, dolcetti ripieni di confetture home made, vino toscano, siamo nella zona del Chianti, e di fronte a La Pieve, c'è il castello dei marchesi Frescobaldi.
Durante il pranzo, apprendiamo che l'agriturismo era il monastero della pieve, che nel 1400 risiedevano i monaci, che trascorrevano la giornata nella sala del camino, adibita alla preparazione dei cibi.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Dopo pranzo si va all'OLCAS, il frantoio, dove ci viene non solo spiegato, ma anche illustrato come si produce l'olio.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Si parte dalla pesatura, poi si procede con la defogliazione, il lavaggio, la frantumazione, la gramolazione e la centrifugazione.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Il responsabile dell'OLCAS ci spiega che la qualità dell'olio è determinata dal tempo di gramolazione.
Affinché un olio sia di ottima qualità, il tempo di gramolazione non deve superare i 25 - 30 minuti altrimenti ne risente la qualità dell'olio, anche se aumentando i tempi, aumenta la resa.
Gli scarti della produzione, come per esempio quelli del nocciolo, vengono riutilizzati. In questo caso per il riscaldamento, in alternativa al pellet.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Nelle foto il momento nel quale le olive vengono scaricate.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Inizia il processo di produzione dell'olio.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Eccolo qui, l'olio extravergine, appena prodotto. Denso, corposo, un nettare.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Al rientro, riscaldati dal fuoco del camino e da una tazza di tè, quello non manca mai, nemmeno in Toscana patria del vino! :-), Monica ci racconta come si svolge la vita nell'agriturismo. Passione, contatto con la natura, cibo buono e tanto tanto lavoro. 
Dell'agriturismo fa parte l'oliveto che circonda La Pieve, nonché un maneggio .
Di tanto in tanto si sente abbaiare, sono Starsky, Hutch e Brownie i cani dei proprietari. E seppure meno imponente dell'abbaiare, anche il miagolio di Leon, il gatto rosso, si sente forte e nitido.
E dell'allegra brigata fanno parte anche i cavalli del maneggio de La Pieve e Locio, un'oca.
Mi ha commossa la sua storia. "Fino a qualche anno fa", ci spiegava Monica, "Locio aveva un compagno, quando mancò, Locio si immalinconì talmente da cercare compagnia nella sua immagine riflessa."

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Dalla commozione per la storia di Locio, passo a quella per l'olio. Assolutamente fantastico. Nel corso della degustazione assaporiamo le varie note che lo contraddistinguono e lo confrontiamo con l'olio prodotto lo scorso anno.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

In un lampo è ora di cena e ad accoglierci c'è la ribollita il classico dei classici della cucina toscana, preparata con maestria da Monica, dopo è la volta del cinghiale alla maremmana abbinato alla polenta e poi il dolce, dei deliziosi tortini di cioccolato.
E tra una chiacchiera, un bicchiere di vino, un dolcetto le ore trascorrono veloci.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La mattina appena pronta, scendo in sala e dalle finestre mi accoglie questo paesaggio.
Credo che qualunque commento sia superfluo. :-)

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Per colazione, crostata, cake, tortine, tutte prodotte in casa e tutte squisite, latte, tè, caffè e...pane e olio, evviva!, non sono l'unica che ama iniziare la giornata con pane e olio.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Dopo colazione, tutti si sono dedicati alla raccolta delle olive, le mie Hogan non erano molto indicate per il terreno e sono rimasta a conversare con Marta, la giovane figlia dei padroni di casa.
Una ragazza molto simpatica e piena di interessi.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Per pranzo lasagne al radicchio, piatto di origine veneta, infatti a La Pieve, sebbene la cucina sia del territorio, con prodotti locali e stagionali, nel menù sono presenti sia piatti toscani che veneti, in omaggio alle origine di Monica, padrona di casa e dell'agriturismo.
Dopo, un piatto toscano per eccellenza l'arista alla fiorentina accompagnato da un tortino di porri e radicchio.
Per dolce crema al mascarpone, di una bontà e delicatezza senza pari.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Dopo pranzo, sono andata nello studio, dove avevo lasciato lo smart e dalla finestra ho visto questo splendido paesaggio, non ho indugiato, ho preso la macchina fotografica e ho iniziato a fotografare.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Sono certa che le fotografie e quanto ho scritto non possano rendere né la magia del luogo e nemmeno la gentilezza, la semplicità, l'affettuosa ospitalità che Monica, Andrea e Marta ci hanno riservato.
Il caldo sorriso di Monica, la pacatezza e la gentilezza di Andrea, la semplicità e la ricchezza di Marta si possono scoprire soltanto andando a La Pieve.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Ringrazio ancora Monica, Andrea e Marta per le bellissime ore che ci hanno regalato, e ringrazio anche i miei compagni di viaggio.

La Pieve, la campagna toscana, l'olio novello e la magnifica cucina del luogo

Alla prossima!

Buona settimana!

Giovanna

19 commenti:

  1. cara Giovanna, mi sono gustata foto dopo foto e sono rimasta estasiata dalla bellezza di questo posto ! Prendo nota nella speranza di poter andare un giorno a godermi la Toscana che mi piace tanto !Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo reportage, le foto sono davvero incanrevoli :) Un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  3. Cara Giovanna, sono un tuo nuovo lettore e sono rimasto colpito dalla bellezza del tuo blog.
    Io frequento più le provincie di Arezzo e Siena (mia moglie è di Cortona), ma tutta la campagna Toscana è tanto bella, quanto è buona la sua cucina (e i suoi vini). Bellissimo post! A presto

    RispondiElimina
  4. un reportage che toglie il fiato.

    RispondiElimina
  5. Adoro la Toscana, i suoi piatti, la carne , ll'olio ecc ecc. avevo amici a Firenze e mi portavano anche nel loro podere in aperta campagna con coltivazioni olivi ecc. Favoloso questo viaggio belle immagini tutte e grazie di questa condivisione. Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  6. giovanna sono rimasta incantata da un posto a dir poco meraviglioso con delle foto che parlano sole
    sei riuscita a farmi immedesimare in un posto incantevole che vorrei tanto visitare

    RispondiElimina
  7. Anche a me piace molto la Toscana e questo agriturismo la rappresenta benissimo. Grazie per la tua recensione spero di poterci andare per provare anche io le tue stesse emozioni.

    RispondiElimina
  8. La mia terra! la amo! Immagii stupende e racconti fantastici, mi hai fatto venire una nostalgia che tornerei subito :-) Baciotti cara e grazie!

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia! Il posto è stupendo. Mi piace molto l'arredo scelto.

    RispondiElimina
  10. Sono rimasta senza parole... meraviglioso :)
    Un bacione cara!!!!

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia, grazie per questo fantastico reportage . Un luogo incantevole, splendide le foto. Un abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  12. quanta cura, quanto saper fare, vedo un sacco di cose belle di quelle vere che ti fanno stare bene, dall'accoglienza, alle tradizioni, dal paesaggio alla location. Tutto bello e soprattutto foto meravigliose che ti catapultano direttamente sul luogo.
    Brava Giovanna...bravi loro...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. una serie di meraviglie . grazie della condivisione un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  14. La toscana è stupenda e questo post mi piace moltissimo!!!!! Le foto sono una più bella dell'altra! Prendo nota e spero di andare al più presto

    RispondiElimina
  15. ciao giovanna, trovo che la Toscana sia una terra incantata e tu ce ne hai dato una dismostrazione pubblicando queste bellissime foto ciao a presto

    RispondiElimina
  16. Giovanna ho sognato alla visione di queste magnifiche foto accompagnate da preziosi dettagli che ci hai raccontato... la toscana è una terra meravigliosa e tu hai saputo narrarcela in maniera impeccabile... le foto sono dense di significato e dettagli... meraviglia:*

    RispondiElimina
  17. Che foto meravigliose!
    Che ne dici di seguirci a vicenda?
    www.sevacolazione.blogspot.it
    s

    RispondiElimina
  18. Foto magiche e meravigliose come sempre, sei proprio bravissima!!!
    E grazie per questo favoloso reportage.
    Baci

    RispondiElimina