venerdì 27 dicembre 2013

Mini quiche con arrosto di culatello Lenti, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

Buongiorno a tutti, avete trascorso bene queste giornate festive? Le mie, come sempre, sono state tranquille e serene.
La sera della Vigilia, dopo la cena a base di pesce, qualche pezzo di torrone e cioccolata, ahimè, quest'anno ne ho fatto una scorpacciata, ho aperto il regalo e wow! era proprio quello che volevo.


Questo Natale, poi, sono stata particolarmente felice, il motivo? Un calendario, con foto e ricette mie. 
Poi vi racconto tutto con calma e ve lo farò anche vedere. :-)
Il giorno di Natale tra tantissime tazze di tè, lettura del libro e un piccolo giro al parco, è trascorso sereno, tranquillo, pacioso come il mio amato Fonci che ronfava sul divano.
Quello che ho cucinato lo sapete! :-)

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

E poi che altro? A parte leggere, ho ripreso con la letteratura italiana e sto rileggendo i libri di Tondelli, mangiare cioccolata e bere tè, tanto tè, ho anche iniziato a pensare al menù di Capodanno.
Ve l'avevo detto, vero?, che quest'anno mi sentivo in sintonia con le feste e con lo spirito natalizio.
Sintonia, ovviamente, non con shopping sfrenato, consumismo, tavole esageratamente imbandite, cibi esotici e varie.
No, no, sentirmi in sintonia con lo spirito del Natale, o delle festività, lo ritengo una dimensione più intima, spirituale.

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

Ma come al solito divago. Dunque, dicevo che dopo essermi dedicata con cura ed attenzione al menù di Natale, subito dopo, ho iniziato a pensare a quello di Capodanno.
Anche in questo caso cibi semplici, però pensati per essere vissuti all'insegna della convivialità, con un occhio alle nostre tradizioni culturali e gastronomiche.

Partiamo dall'antipasto. Come ho scritto più volte, adoro le torte salate. La pasta frolla e la brisé sono le mie grandi passioni.
Adoro prepararle e soprattutto adoro mangiare quiche e torte farcite con formaggi, latticini, salumi, verdure.

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

Così ho pensato ad una serata trascorsa tra amici, pochi, intimi con i quali tra una chiacchiera, un sorso di vino, vabbè per me tè :-), qualcosa di stuzzicante da mangiare, aspettare insieme il nuovo anno.
Così per antipasto ho pensato proprio ad una delle mie amate quiche, però delle mini quiche, disposte su un'alzatina, dei vassoietti, in maniera che ognuno potesse servirsi.
Un antipasto easy, snello, non lunghe ore trascorse sedute a tavola, ma qualcosa di semplice e gustoso.
Alle mini quiche ho abbinato un'insalata.
Anche questa molto semplice, molto invernale, molto mediterranea e molto classica.
Come sempre, per le quiche ho preparato la pasta brisé, stavolta ho aggiunto alla farina un po' di grano Kamut, per il resto l'impasto è lo stesso che faccio abitualmente, ovvero burro e solo il tuorlo dell'uovo, in maniera che la pasta sia friabile.
Per la farcitura volevo che si sentisse appieno il delicato e nel contempo aromatico sapore dell'arrosto di culatello, una deliziosa specialità della Lenti.
Il suo sapore così buono mi ha conquistata in un attimo e non solo ho deciso di aggiungerlo alla farcitura, ma anche di utilizzarlo in purezza sulle tartellette.
Ma andiamo con ordine. Dunque, arrosto di culatello, ricotta di pecora, porro stufato, nocciole, pepe e l'albume avanzato dalla preparazione della pasta brisé che serviva a stemperare la farcitura.
Vi assicuro che era davvero gustosissimo.
Poi, ho cosparso il fondo di ogni formina ricoperta di pasta, con qualche nocciola tritata.

L'insalata, invece è un classico, ovvero finocchi, arance, olive nere, pochissimo rosmarino tritato e la barba del finocchio.
Però, per condire ho utilizzato una vinaigrette molto stuzzicante, ovvero olio extravergine di oliva e aceto di lamponi.
Il connubio era perfetto. La sapidità delle tartellette veniva equilibrata dai sapori freschi dell'insalata.
Da bere? E vabbè lo ammetto, c'era il vino, un Pigato ligure, però c'era anche il tè, in questo caso un verde giapponese, il Sencha Ariake, il suo sapore persistente, ma nel contempo leggero, delicato, quasi marino, lo rendeva ideale con le mini quiche e l'insalata.

Anche questa ricetta potete leggerla nel Ricettario eclettico, che, dopo il menù di Natale, adesso si arricchirà anche di quello dedicato al Capodanno. :-)

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi


tempo di preparazione: un'ora, a parte il tempo di riposo della pasta brisé
tempo di cottura: 15 minuti

ingredienti per 20 mini quiche:

per la pasta brisé:

260 g. di farina 00,
60 g. di grano Kamut,
160 g. di burro,
2 tuorli d'uovo,
6 cucchiai di acqua

per la farcitura:

480 g. di ricotta di pecora,
150 g, di arrosto di culatello Lenti, più una decina di fette100 g. di nocciole tostate,
2 porri,gli albumi di due uova,
olio extravergine di oliva,
pepe,

per l'insalata:

2 finocchi,
4 arance,
una manciata di olive nere di Gaeta,
rosmarino,
barbetta dei finocchi,
olio extravergine di oliva,
aceto di lamponi.

In una terrina setacciate le farine, aggiungete il burro molto freddo tagliato a pezzetti e lavorate velocemente, per non surriscaldare il burro, con la punta delle dita il burro e la farina, fino ad ottenere delle briciole.
Aggiungete i tuorli, l'acqua e sempre velocemente impastate fino ad ottenere un impasto consistente, liscio e setoso.
Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola e ponetelo per almeno un'ora in frigorifero.
Intanto tagliate a rondelle i porri, stufateli in una padella con un dito di acqua e un filo di olio extravergine di oliva.
Tritate finemente l'arrosto di culatello e amalgamatelo alla ricotta, unite gli albumi, i porri stufati e le nocciole, tritate grossolanamente a coltello, avendo cura di tenerne un paio di cucchiai da parte.
Aromatizzate con pepe nero macinato al momento e amalgamate bene.
Intanto lavate i finocchi, asciugateli, tenete da parte le barbine e tagliateli a fettine molto sottili.
Stendete la pasta brisé, foderate le formine, poi, cospargete il fondo di ognuna con una manciata di nocciole, ricoprite con la farcitura e ponete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 - 20 minuti, le mini quiche devono risultare dorate.
Fatele raffreddare e sformatele.
Poco prima di servire l'antipasto, pelate le arance, tagliatelle a rondelle, avendo cura di raccogliere il succo, ponetele in una insalatiera, unite i finocchi e le olive.
Preparate la vinaigrette col succo delle arance raccolte durante il taglio, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva e 1,5 cucchiai di aceto di lamponi.
Emulsionate e condite l'insalata, completate con rosmarino e le barbette del finocchio tritate.
Servite le mini quiche, decorandone alcune con fette sottili di arrosto di culatello tagliate sottilmente, accompagnata dall'insalata.

Mini quiche con arrosto di culatello, ricotta, porri e nocciole e insalata di finocchi, arance e olive con vinaigrette all'aceto di lamponi

Abbinamento col tè. Verde, giapponese, il Sencha Ariake, con la sua freschezza e persistenza è perfetto con i sapori complessi delle quiche e freschi dell'insalata.
Abbinamento col vino. Pigato ligure.

Alla prossima, con tante altre golose ricette per il menù di Capodanno!

Buon fine settimana!

Giovanna

7 commenti:

  1. Un antipasto super stuzzicante!!!!!

    RispondiElimina
  2. A Capodanno avrò ospiti, il menù è pronto!! Conoscendomi però apporterò modifiche, per esempio questa tua ricetta mi stuzzica tantissimo :) quasi quasi...
    Un bacione tesoro, buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina
  3. un menù decisamente invitante....mi inviti?Un bacione grande

    RispondiElimina
  4. Carissima Giovanna le tue mini quiche sono eleganti e sicuramente buonissime!!!
    L'insalata un classico che faccio spesso anch'io.
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Wow ch ebel menù! due sole portate ma che racchiudono eleganza e ricercatezza degli ingredienti! molto ben presentate anche!
    bacioni

    RispondiElimina
  6. E l'hai pensato proprio bene, Giovanna!! Mi piace molto come hai descritto lo spirito natalizio e quanto ti emozioni un regalo semplice, ma mirato e profondo. E' emozionante sentire che qualcuno riesca ancora a vivere così questo periodo, senza farsi travolgere dal consumismo e dall'apparenza. Davvero complimenti, complimenti per tutto.
    Un abbraccio infinito e l'augurio che il nuovo anno avanzi mantenendo vivi questi valori.
    Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
  7. Bellissime e originali le tue proposte, complimenti Giovanna. Un abbraccio, buona serata Daniela.

    RispondiElimina