venerdì 6 febbraio 2015

Torta salata di pasta fillo farcita con ricotta di pecora e coste

Torta salata di pasta fillo farcita con ricotta di pecora e coste

Veloce è veloce, leggera sicuramente, golosa, oh si, molto molto golosa.
Ma andiamo con ordine. Anzi, potrei parlare di parola d'ordine, ovvero coste.
C'è poco da fare, a me la ripetitività stanca, e ho sempre bisogno di nuovi stimoli.
Cosa c'entrano le coste con stimoli e ripetitività? C'entrano, c'entrano.
Dunque, se gli scorsi inverni, le verdure più consumate sono state carciofi, broccoli e cavolfiori, quest'anno, sentivo il bisogno di cambiare.
Quindi, seppure nella mia dieta e nel mio frigorifero, questi ortaggi continuano ad entrarci, quest'anno, sto facendo autentiche scorpacciate di coste.
E dopo averle preparate lessate, mmmmmm lessate....lessate, saltate in padella, utilizzate come farcitura per gli agnolotti, stavolta sono finite nella pasta fillo e poi in forno.

Torta salata di pasta phillo con coste e ricotta 2

Una torta velocissima, coste lessate e saltate in padella, per asciugarle bene e dare sapore, ricotta di pecora, scorza di limone grattugiata che da brio e pasta fillo.
Indubbiamente leggera, considerato che la pasta fillo è senza grassi e la farcitura è verdura e ricotta.
Nella ricetta è riportato il peso delle coste già lessate, semplicemente perché mi sono dimenticata di pesarle prima! 
Tè? Certo! L'English Breakfast ha accompagnato questa torta davvero molto bene.

Torta salata di pasta phillo con coste e ricotta 6

Torta salata di pasta fillo farcita con ricotta di pecora e coste

tempo di preparazione: 20 minuti,
tempo di cottura: 25 minuti,
difficoltà: facile,

ingredienti:

250 g. di pasta fillo surgelata,
300 g. di ricotta di pecora,
300 g. di coste lessate,
la scorza grattugiata di un limone bio,
olio extravergine di oliva,
un aglio,
sale.

Riscaldate una padella, aggiungete l'aglio in camicia, un filo di olio extravergine e saltateci le coste. Tritatele, salatele e una volta raffreddate unitele alla ricotta e alla scorza del limone grattugiata.
Amalgamate bene gli ingredienti. Rivestite una teglia con carta forno, ricopritela con un foglio di pasta fillo, spennellatelo di olio extravergine, sovrapponete un secondo foglio, spennellate ancora con olio extravergine e continuate fino ad esaurimento dei fogli di pasta fillo.
Farcite col ripieno di coste e ricotta, chiudete sovrapponendo i vari lembi. Ponete in forno preriscaldato a 180° e cuocete per circa 25 minuti o fino a quando risulta dorata in superficie.
Sfornate, sformate delicatamente e consumatela a temperatura ambiente o tiepida.

Torta salata di pasta phillo con coste e ricotta 3

Abbinamento col tè. L'English Breakfast ha accompagnato bene gli ingredienti della torta.

Alla prossima!

Buon fine settimana!

Giovanna

11 commenti:

  1. anche io, come te, adoro la pasta fillo e questa torta salata è da urlo! Buona!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. hai fatto bene a parlare delle coste, sono spesso dimenticate eppure , come in questa splendida ricetta, diventano un piatto sopraffino ! Buon weekend cara, un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Urca, le torte devono essere velocissime! Sono il rimedio universale quando non si sa cosa fare^^ e questa è la dimostrazione che anche gli ortaggi invernali possono trasformarsi in un piatto davvero allegro!
    un bacio Gio':*

    RispondiElimina
  4. A casa mia la bieta a coste piace molto. Ottima questa torta salata con la pasta fillo.

    RispondiElimina
  5. anche io da quando ho scoperto la pasta fillo la uso spesso

    RispondiElimina
  6. Non ci crederai, ma da noi la benedetta pasta phillo proprio non si trova, non sanno nemmeno cosa sia:( Peccato, perchè ci piacerebbe tanto provare la sua consistenza croccante e sfogliata....questa torta salata sembra davvero ottima, semplice e leggera!
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. dalle mie parti la pasta fillo non la trovo mai, infatti quante ricette come questa, mi sono persa. Molto invitante con quel ripieno poi!!! un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. :D direi che qui hanno fatto una meravigliosa fine e un'ottima figura sulla tua tavola con quella crosta croccantissimissima che sono la phyllo può donare e quel ripieno morbido morbido. Buona!!!
    ps: io faccio sempre i gambi in umido, da quando sno bambina è uno dei contorni che conosco meglio ;-)

    RispondiElimina
  9. Che rabbia, qui la pasta fillo non si trova ed io non riesco a sopportare l'idea di non poter assaggiare il tuo bellissimo scrigno dorato e croccante!!
    So che si può fare in casa ma non so se viene esattamente come quella che si compera!!
    Salvo comunque la tua ricetta, chissà che un giorno non riesca a trovarla da qualche parte!!
    Un caro abbraccio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  10. E' un'idea nuova e gustosa, bravissima Giovanna!
    Un bacione!

    RispondiElimina