giovedì 5 dicembre 2013

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro Lenti

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro

Tranne i dolci, che non amo molto mangiare e nemmeno preparare, crostate e torte di mele a parte, in cucina mi piace davvero cucinare tutto.
Dalla semplice minestra, ad un piatto più elaborato come sartù di riso, lasagne - con pasta all'uovo home made - passando per carne, pesce, contorni e lievitati.
E di ogni piatto mi piace il valore simbolico che racchiude.
Lo stufato, con le sue lunghe ore di cottura, evoca inverno, raccoglimento, tempo da dedicare alla cucina.


Un'insalata, veloce e fresca, ricorda l'estate, il caldo, la voglia di cibi leggeri.
Senza fare la lista di tutte le ricette, credo, però, per chi ami davvero cucinare, l'essenza della cucina non stia tanto o solo nel mangiare quanto preparato, ma nel piacere di cucinare e nella gioia della condivisione, la convivialità.

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro

Quindi, le ore trascorse in cucina sono sia lo scopo che il fine, cucinare proprio per il piacere di cucinare.
E di condividere con gli altri quanto preparato.
Chiaramente è soggettivo, forse dipende anche dai gusti personali, però, per me, il pane rappresenta il più forte simbolismo della condivisione.
Basta pensare al gesto più semplice, ovvero appena sfornato, staccarne un pezzetto e dividerlo con le persone vicine per assaggiarlo caldo.

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro

Per questo e molti altri motivi adoro preparare i lievitati. Più ne preparo e più ne farei, mi piace avere le mani in pasta, sporcarmi di farina, vedere l'impasto che mano a mano lievita, sentire il profumo che si sprigiona per casa mentre cuoce in forno.
E mi piace tanto, ma davvero tanto, mangiare pane e panini farciti con salumi e formaggi.
Ho già scritto quanto mi sia piaciuto il Lardomagro della Lenti, utilizzato, con successo,  in tantissime ricette.
Ho anche già scritto che i salumi, amo assaggiarli sul pane caldo, e nel caso del Lardomagro, vi assicuro che il risultato è strepitoso.
Dunque, perché non provarlo come farcitura di panini preparati ad hoc?
Così, una domenica di inizio autunno, ho fatto dei panini col grano Kamut, la mia ultima passione, poi, prometto ve ne parlerò dettagliatamente, all'impasto ho aggiunto formaggio dolce e noci, e cosparsi di semi di sesamo e papavero.
Una volta cotti, ancora tiepidi li ho farciti col Lardomagro. Uhmmm, deliziosi!
Mentre rivedevo le foto, pensavo che sarebbero perfetti in una cena tra amici, o in un buffet prenatalizio.

Come sempre tè. In questo periodo, evidentemente, ho un'adorazione per lo Yunnan d'Or, visto che lo bevo spessissimo, anche con questi panini, e devo dire che l'abbinamento è stato davvero perfetto, le sue note morbide e calde sono indicatissime per un panino dai sapori equilibrati.
Anche questa ricetta la potete leggere sul Ricettario eclettico.

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro

tempo di preparazione: 30 minuti, più la lievitazione
tempo di cottura: 15 - 20 minuti

ingredienti per i panini:

225 g. di grano Kamut,
125 g. di semola di grano duro,
un cucchiaio di olio extravergine di oliva,
6 g. di lievito di birra,
60 g. di formaggio dolce,
5 noci,
1/2 cucchiaino di miele al timo,
5 g. di sale,

per la farcitura:
Lardomagro Lenti,

Setacciate la semola e il grano Kamut in una bacinella, unite il lievito sbriciolato, il miele, il sale, lo zucchero, l'olio extravergine, aggiungete acqua leggermente tiepida e iniziate ad impastare.
Aggiungete altra acqua ed impastate fino ad ottenere un impasto sodo, a questo punto, sempre all'interno della bacinella, stendetelo e incorporate il formaggio tagliato a dadini e le noci tritate grossolanamente.
Impastate di nuovo, in modo da amalgamare bene all'impasto il formaggio e le noci, coprite la bacinella con un canovaccio umido e lasciate lievitare per circa un'ora e mezzo, o fino a quando l'impasto è raddoppiato.
Lavorate brevemente l'impasto per sgonfiarlo, e suddividetelo in pezzi da 80 g. l'uno.
Modellateli fino a dargli una forma rotonda, poneteli su una teglia ricoperta di carta forno, copriteli con un canovaccio umido e fateli levitare fino a quando saranno raddoppiati.
Spennellateli delicatamente con olio extravergine, e cospargeteli con semi di sesamo e di papavero.
Poneteli in forno preriscaldato a 200° e fateli cuocere per circa 15 - 20 minuti, devono risultare gonfi e dorati.
Una volta tiepidi, farciteli col Lardomagro tagliato a fettine sottilissime.

Panini di grano Kamut con formaggio dolce e noci, farciti col Lardomagro

Abbinamento tè. Yunnan d'Or, nero cinese, pregiato, dalle note morbide e calde.

Alla prossima!

Giovanna

33 commenti:

  1. Che sogno questi panini e soprattutto che bello il post sui lievitati e il fatto di condividerli, annusarli e vederli crescere.
    Consivido tutto quanto, pura poesia.
    Un bacione
    Elisa

    RispondiElimina
  2. Sai Giovanna, mi sento molto affine a te, questo post (come altri in passato) rispecchiano totalmente il mio modo di pensare sulla condivisione, convivialità! per non parlare della predilizione per i lievitati e soprattutto per il salato. Questi panini sono WOW!
    a presto...
    Angela

    RispondiElimina
  3. Gioia mia.
    Questi sono adorabili.
    Gustosi e davvero invitanti.
    Voglio proprio provarli.
    Ti mando tanti baci

    RispondiElimina
  4. sono perfetti questi panini! immagino la loro bontà! un bacio

    RispondiElimina
  5. Sono reduce or ora da una condivisione calda,profumata e appagante:ho sfornato dei panini e dentro stavolta,peperoni e salsiccia...cara Giovanna che te lo dico a fare,io e il marito"staccavamo"che è un piacere!I tuoi son meravigliosi con quelle noci all'interno...una meraviglia da condividere!Un bacione cara!

    RispondiElimina
  6. Ottimi con il grano khorosan dei mulini Kamut. Li mangio virtualmente. Buona serata

    RispondiElimina
  7. Anche a me piacciono i lievitati, sia dolci che salati. Secondo me nella lievitazione c'è la magia della trasformazione. Non resisto e li sbircio sempre, sotto il telo, in cottura... sempre. Ed il profumo? per me non ha eguali, basta quello a raccogliere tutti in cucina per reclamare la loro parte!
    Un abbraccio.
    Alice

    RispondiElimina
  8. sono pienamente d'accordo con te mia cara...purtroppo però ultimamente preparo pochi lievitati, preferisco buttarmi su altro.
    Questi panini devono essere di un goloso...li divorerei...e quel lardomagro......mmmmmm...
    corro lì con un bel Frascati fresco fresco....

    RispondiElimina
  9. LA cucina è condivision eprima di tutto e un gesto d'amore. e il pane caldo è una sua rappresentazione magnifica. se poi è fatto da te con qst ingredienti, beh, tutto diventa magico!

    RispondiElimina
  10. Che bocconcini deliziosi...farciti poi, una goduria!!!!

    RispondiElimina
  11. Concordo con il pensiero che oltre al piacere di cucinare c'è la gioia della condivisione. Sarebbe bello mangiare questi tuoi panini.

    RispondiElimina
  12. Che golosità! L'interno poi è splendido!
    Bacioni
    Annalisa

    RispondiElimina
  13. Mi sembra quasi di poterne percepire il profumo!!!
    Cosa darei per addentarne uno!!!
    Bravissima!!
    Un abbraccio e buona serata
    Carmen

    RispondiElimina
  14. sono deliziosi e sfiziosissimi, avrei solo l'imbarazzo della scelta per le farciture ! un bacione...

    RispondiElimina
  15. ciao carissima,
    quel paninetto imbottito mi fa una voglia che non ti dico.
    Prima del blog nemmeno io amavo far dolci, torta di mele a parte, ora invece ci ho preso gusto
    bacioni

    RispondiElimina
  16. Sono deliziosi questi panini, ne vorrei uno subito qui' anche se ho appena finito di cenare. Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  17. ciao Giovanna! è un po' che purtroppo manco e non passo a far visita! ma con piacere noto che hai fatto dei panini favolosi! a presto

    RispondiElimina
  18. Giovanna carissima anch'io preferisco il salato.. per quanto mi piace tanto cucinare anche i dolci... ma di fronte a lasagne, pizze e panini proprio non so resistere... favolosi i tuoi.. complimenti:*

    RispondiElimina
  19. La condivisione del pane caldo con le persone che ami è veramente uno dei piaceri del cucinare, anche per me, e poi adoro tutto il procedimento, l'attesa della lievitazione...
    Favolosi i tuoi panini, eleganti e golosi
    Un bacione

    RispondiElimina
  20. è una vita che non mi dedico ai lievitati e mi mancano moltissimo; il kamut ancora non l'ho mai provato ma i tuoi oanini invogliano eccome alla prova

    RispondiElimina
  21. Condivido in pieno tesoro la passione per i lievitati. Avere le mani in pasta mi rimette in pace con me stessa e col mondo. Questo panini sono deliziosi, adoro il kamut. E approfitterei anche di una bella colazione salata. Mi aspetti? Un bacio, buon we

    RispondiElimina
  22. Carissima, anche io adoro il kamut e devo dire che sto cercando di utilizzarlo sempre più spesso sia nelle ricette dolci che in quelle salate!
    I tuoi oanini sono una vera delizia con quelle noci nell'impasto mi fanno una gola incredibile: sai che quando trovo i pani con dentro la frutta secca non mi fermo più nel mangiarli?!! Bellissima ricetta!
    un abbraccio e un felice fine settimana

    RispondiElimina
  23. Anche io come te cucino per il piacere di cucinare e quindi ti capisco benissimo, del resto se non fosse così non riusciresti a sfornare queste prelibatezze. I tuoi panini sono a dir poco fantastici!!!!

    RispondiElimina
  24. dei panini particolarmente interessanti per la scelta degli ingredienti e per la magnifica presentazione

    RispondiElimina
  25. Spesso le cuoche hanno un cuore che si assomiglia, un sentire che unisce le tavole... e i tuoi panini sono stupendi ripieni poi con quel lardo magro che non avevo mai sentito ! Complimenti !!

    RispondiElimina
  26. Che belli i tuoi panini, ne mangerei uno subito! :)

    RispondiElimina
  27. Oddio, come mai mi mancava questo Lardomagro?? devo assolutamente rimediare...e per il pane che dire, lo adoro anche se non lo faccio quasi mai con le mie mani. Però concordo, è l'alimento con il simbolismo senza dubbio più forte.

    RispondiElimina
  28. Giovanna che acquolina!!!!! I tuoi panini sono meravigliosi, complimenti anche per le foto che rendono benissimo!!!!!

    RispondiElimina
  29. Sono favolosi , iressistibili i tuoi panini, complimenti Giovanna . Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  30. scusa il commento era da parte mia :)

    RispondiElimina
  31. Eccolo il mio pranzo perfetto! Ma anche la colazione considerando che io sono più per i salati (anche lievitati) che per i dolci :)

    RispondiElimina