giovedì 23 febbraio 2012

Crepes con ricotta e fior di latte

Crepes  con ricotta e fior di latte

Posso essere sincera sincera? Non vedo l'ora che arrivi la primavera, ho bisogno di luce, tepore, del profumo del gelsomino nell'aria. Lo so, forse corro troppo e sto rappresentando un'immagine non troppo realistica della primavera in città, come dire, un po' bucolica, ma abitando nelle prossimità di un parco, in un certo qual modo riesco a rifuggire dallo smog e dal caos.
Per me, da sempre, febbraio è un mese di transizione. I mesi autunnali sono così ricchi di energia, con quei colori accesi, sgargianti, l'aria che profuma di legno e castagne, eppoi sono tanto promettenti.
Anche se non sono una grande amante delle festività natalizie, ottobre e novembre sono carichi di aspettative.
Invece, febbraio, mi sembra un ponte tra l'inverno e la primavera, un mese un po' così.
Negli anni dell'università lo ricordo come quello durante il quale studiavo di più, già proiettata verso la fine dei corsi semestrali.
Adesso, invece, ne approfitto per cucinare tutti quei piatti che richiedono temperature rigide, e come il protagonista del libro di John Fante, penso: "Aspetta primavera, Bandini".

Crepes  con ricotta e fior di latte

Le crepes, un piatto secondo me adatto a tutte le stagioni, le ho preparate all'inizio di gennaio, in una domenica o un giorno festivo, non ricordo bene.
Privilegiando una cucina leggera, le crepes, le preparo raramente, ma mi piacciono moltissimo. Le trovo molto versatili e ottime con ogni tipo di ripieno.
Dopo la versione con i carciofi, eccone un'altra, preparata con ricotta, fior di latte e tanto sugo.
L'idea iniziale era preparare dei fagottini, poi, avendo una padella antiaderente dal diametro di una ventina di cm, avrei dovuto impiegare molto tempo per preparare i vari fagottini, avendo già in ballo la preparazione delle brioche, ho preferito avvolgerli come dei pacchettini.
Eh si, non ho perso l'abitudine di fare cento cose insieme, per poi arrivare stremata a fine giornata. Stremata, ma anche tanto soddisfatta.
Tra l'altro, la preparazione di queste crepes è stata rocambolesca. 
Dunque, in gastronomia acquisto tutto il necessario per il ripieno, ovvero ricotta e fior di latte, insieme ad altre cose che mi occorrevano per cena.
La commessa prepara un unico pacchetto, alla cassa pago e vado a casa.
Il giorno dopo, una volta pronte le crepes, il sugo, tagliato a dadini il fior di latte, grattugiato il parmigiano, vado nel frigo, e vedo che nel pacchetto non c'era la ricotta. Orrore!!!! E' vero che avrei potute farcirle anche solo col fior di latte, ma ormai già le pregustavo con la ricotta.
Per fortuna, anche se era un giorno festivo, era aperto un supermercato e mentre io fotografavo, controllavo la cottura delle brioche, mio marito si è offerto di andare a comprare 'sta ricotta.
Così le mie crepes hanno avuto la farcitura che volevo ed erano davvero buonissime. Ne avevo preparato una dose doppia, per la cena del giorno dopo, ma sono finite in un lampo!
In questo caso, considerato la complessità dei sapori, ho abbinato un pregiato tè nero del Darjeeling, il Makaibari le cui note morbide e fruttate risultavano ideali per la farcitura delle crepes.

Crepes con ricotta e fior di latte

ingredienti per 4 persone:

per le crepes: 

125 g. di farina 00,
300 g. di latte,
2 uova, 
una noce di burro, più un po'
un pizzico di sale,

per il sugo:

una confezione di concentrato di pomodoro Cirio,
1/2 cipolla dorata,
2 cucchiai di olio extravergine,
sale,

per la farcitura:

200 g. di fior di latte,
200 g. di ricotta,
parmigiano reggiano,
pepe.

Per prima cosa ho preparato il sugo, quindi, ho tritato finemente la cipolla, l'ho fatta soffriggere nell'olio extravergine fino a quando si è appassita, quindi ho unito il concentrato di pomodoro ho rimescolato bene per amalgamare gli ingredienti, poi ho aggiunto un paio di mestoli di acqua bollente, salato e fatto cuocere per un'oretta, fino a quando il sugo era denso.
Intanto ho preparato le crepes: setacciato la farina e il sale in una terrina, ho aggiunto le uova, precedentemente sbattute, ho amalgamato con la frusta, quindi unito la noce di burro fusa e il latte a filo, mescolando bene per non far formare grumi, ho coperto il recipiente e l'ho posto in frigorifero per circa un'ora.
Poi, ho sciolto una noce di burro in padella, ho aggiunto un mestolino di pastella, fatto cuocere un paio di minuti per lato girato e continuato fino ad esaurimento della pastella, aggiungendo, se necessario, altro burro nella padella.
In una terrina ho unito un paio di cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato,  la ricotta, il pepe  e un paio di mestolini di sugo, quindi ho amalgamato il tutto con una frusta fino ad ottenere una crema non troppo densa, poi ho aggiunto il il fior di latte tagliato a dadini e ho mescolato il tutto.
Ho farcito le crepes con un cucchiaio di questo ripieno e ho formato dei pacchettini che ho posto in una pirofila da forno, cosparso col sugo, aggiunto un altro po' di parmigiano reggiano grattugiato e posto in forno preriscaldato a 180° per circa quindici minuti, o fino a quando la superficie risulta gratinata.

Crepes  con ricotta e fior di latte

Ho abbinato il tè nero indiano del Darjeeling Makaibari

Alla prossima!

Giovanna

28 commenti:

  1. Che buone le crepes, così semplici poi sono il massimo!!!

    RispondiElimina
  2. Aaaaaah me ne è venuta una voglia matta!!!Sono le seconde che vedo oggi e questo ripieno è sfiziosissimo, chissà che morbide e saporite!Baci

    RispondiElimina
  3. queste crepes sembrano proprio ottime! p.s. anche io amo l'autunno, i suoi colori e quasi non sopporto febbraio :)un bacio!

    RispondiElimina
  4. Non corri tesoro ,anche io non vedo l'ora che arrivi la primavera e l'estate !!
    Le tue crepes sono invitanti brava!!
    un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  5. Posso essere sincera? Anch'io sto sospirando la primavera giorno dopo giorno, quest'anno più del solito. Il freddo e la neve di febbraio mi hanno messa letteralmente KO! Fantastico il ripieno delle tue crepes, delicato e saporito insieme. Mi piacciono davvero un sacco. Un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  6. Mentre insieme a te aspetto la Primavera ....sogno... gustando queste meravigliose crepes...che ottimo ripieno!!!! Complimenti!!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. mi ci tuffo su questa deliziosa lasagna !!!

    RispondiElimina
  8. Abito in campagna,è ancora tutto spoglio,ma c'è la mia mimosa che si è illuminata già di un giallo quasi "abbagliante",quindi c'è un pò di colore a farmi compagnia nell'attesa di questa primavera!!E l'attesa è meno lunga anche grazie a queste ricette...le crepes farcite così mi piacciono molto!!Un abbraccio cara!!

    RispondiElimina
  9. E' un pò che penso di fare le crepes o i cannelloni, un primo perfetto secondo me ad ogni stagione! mi segno la tua ricetta buonissima.. per spianare la mia pirofila!! bacioni!

    RispondiElimina
  10. Giovanna io di sto tempo non ne posso più...e poi ci sono ancora le influenze in giro...che palle ci vorrebbe dell'aria pulita primaverile...un po' ha piovuto e da 2 giorni splende il sole speriamo bene!!!e comunque la primavera sta vicina...ultima settimana di febbraio poi a marzo mi sembra di sentire l'odore di fiori!!!!e queste crepes sono buone con semplici ingredienti

    RispondiElimina
  11. Che belle le crepes preparate in questo modo di solito le faccio sempre in bianco con la besciamella le voglio provare cosi, sono davvero invitanti!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  12. ...come ti capisco...anche io non ne posso più di questa stagione e di piatti invernali...voglio il calore, il colore, il sole!
    però le tue crespelle me le mangerei anche adesso..

    RispondiElimina
  13. Anche io solitamente prediligo qualcosa di leggero, ma non mi faccio problemi a mangiare cose più caloriche, penso che si debba mangiare sempre tutto :D
    Le tue crepes sono fantastiche e gustosissime, brava come sempre cara!
    Buona serata ^^

    RispondiElimina
  14. Ma sai che anche per me l'autunno è carico di promesse, mentre gennaio e febbraio sono mesi così e così?!
    Anche se a pensarci bene qualche promessa la fanno pure loro...e cioè che alla fine dell'inverno arriva la primavera :)!
    Che bontà le tue crepes Giovanna! :)

    RispondiElimina
  15. perfette mi ricordano la mia infanzia la domenica a casa da nonna che bontà divina...ora a casa non posso mai mancare ottimissime

    RispondiElimina
  16. Va bene,passi per il teporino ed il profumo di gelsomino (il gelo me li ha quasi strinati!), ma il caldo afoso umido dell'estate no però, eh?? Fermiamoci a maggio, okkei??? Un bacione.

    RispondiElimina
  17. Molto buone queste crepes e adattissime a queste giornate invernali che non finiscono più!! Meno male che il maritino si è prestato e la farcitura così completa è stata davvero deliziosa!!! Da provare sicuramente...Un bacione!

    RispondiElimina
  18. anche io non vedo l'ora che arrivi la primavera:)
    Buonissime le tue crepes,fatte cosi devono essere molto gustose,buona serata!

    RispondiElimina
  19. Buone le crepes farcite!!Con la ricotta già son buone.. ma chissà aggiungendo anche i fiocchi!!! Gnamm gnamm.. bacioni e buon w.e. .-D

    RispondiElimina
  20. complimenti un primo fantastico

    RispondiElimina
  21. Oggi qui c'è un sole stupendo, abbiamo 18° e mi vedo già in estate! E poi, anche se siamo in città c'è un profumo intenso di fiori ed è bellissimo :-) Come sono stupende le tue crepes! Se succede a me l'inconveniente di dimenticare non ho proprio l'opportunità di rimediare perché qui tutti i negozi sono chiusi alla domenica! Bacione buon w.e.

    RispondiElimina
  22. Favolose queste crepes, il ripieno è delicato è allo stesso tempo molto gustoso, bravissima!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. Anch'io come te, Giovanna, adoro le crepes!!! E poi danno massima libertà ai propri gusti... scegliendo la farcitura che preferiamo... io le ho fatte anche con salsiccia e crescenza, salmone e robiola, funghi e besciamella e persino pesto alla genovese... in tutti questi modi sono meravigliose!!
    Buonissima anche la tua versione, la proverò!!
    Buon we,
    Franci

    RispondiElimina
  24. Buone le tue crepes. Anche io trovo molto versatili.
    Non vedo l'ora che arrivi la primavera. Qui ci sono degli annunci.

    RispondiElimina
  25. Ciao Giovanna! tutto ok per "le ricette di mammà" mi hanno già assegnato una ricetta! non vedo l'ora di provarla e postarla.. se riesci passa da me, c'è una piccola cosa che spero ti faccia piacere.. baci!

    http://burroezucchero.blogspot.com/2012/02/premio-cake-blog-di-qualita.html

    RispondiElimina
  26. Ciao!!!
    Anche per me Febbraio è un mese di transizione! In questi giorni la Primavera ci ha dato un suo assaggio, ma non credo che l'Inverno sia andato completamente via!
    Buonissime queste crepes!!!
    Un bacio, ciao!

    RispondiElimina
  27. Cercavo una ricetta per il pranzo di domani, mi sa che l'ho trovata....buon w.e.!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina