mercoledì 6 maggio 2009

Involtini al sugo


Solitamente cucino poca carne rossa, di tanto in tanto però compare nelle dieta e come alternativa alla solita bistecca, avendo un po' di tempo a disposizione, preparo questi involtini, semplicissimi da preparare, ma saporitissimi e nel contempo molto colorati.
Come contorno vanno benissimo le patate al forno, un purè di patate o anche delle verdure lesse.
Il sugo è ottimo per condire un buon piatto di pasta.

Involtini al sugo

300 g. di scamone di vitellone tagliata a fette,
1,5 uova sode,
30 g. di prosciutto cotto,
25 g. di parmigiano,
15 g. di pecorino romano,
400 g. di passata di pomodoro,
1/ cipolla dorata,
3 cucchiai di olio extravergine, sale e pepe.

Appiattite le fettine di carne col batticarne, adagiate su ognuna le fettine di prosciutto cotto, 1/2 uovo sodo, i due formaggi tagliati grossolanamente a dadini; arrotolate e legate con lo spago. Tritate la cipolla a coltello, fatela rosolare nell’olio, unite gli involtini, rosolateli quindi aggiungete la passata di pomodoro, salate, pepate, coprite col coperchio e fate cuocere a fiamma bassissima, deve sobbollire, per circa un paio d’ore.

Private gli involtini dello spago, tagliateli a fette e serviteli caldi accompagnati da verdure di stagione.

Come vino ho abbinato un barbera del Monferrato.

8 commenti:

  1. Anch'io mangio poca carne rossa e la preferisco al sugo quindi questi involtini mi piacciono tanto!

    RispondiElimina
  2. Tania benvenuta! Grazie, sei molto gentile. Giovanna

    RispondiElimina
  3. Che buoni gli involtini...io li adoro! I tuoi sono belli, buoni e coloratissimi!
    Un bacione

    RispondiElimina
  4. Ciao! proprio originali questi involtini e davvero saporiti!!
    bacioni

    RispondiElimina
  5. questi si che sono buonissimi!!!

    RispondiElimina
  6. Simo, Manu e Silvia, Mirtilla, grazie. Baci Giovanna

    RispondiElimina
  7. Buonissimi ed originali questi involtini. Ciao

    RispondiElimina
  8. Moooolto appetitosi: credo proprio che li proverò, grazie per l'idea.

    Ciao,
    Rita

    RispondiElimina