lunedì 16 febbraio 2015

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

Se lo scorso anno il tema di Identità Golose, il congresso di cucina ideato da Paolo Marchi, fu "Una golosa intelligenza", quest'anno, invece, si è passati ad "Una sana intelligenza".
Tema ed argomento importante, dalle mille sfaccettature, ben sviluppato nel corso delle giornate congressuali.
"Una sana intelligenza" è la consapevolezza. Di quello che mangiamo. Di quello che ci viene servito. Della stagionalità. Della provenienza del cibo. Dell'importanza di alcuni alimenti rispetto ad altri. 
Consapevolezza che dovrebbe accompagnarci sempre, perché "una sana intelligenza" è indubbiamente salute e benessere per il nostro corpo.

Gli argomenti sviluppati sono stati tantissimi. Da "Il gusto dell'acqua" di Pietro Leeman, vegetariano da 30 anni, che sul palco di Identità, porta cibo e spiritualità a "10 anni a Piazza Duomo" di Enrico Crippa, chef piemontese che, come sempre, mi incanta.
Mi emoziona anche Alain Ducasse col suo "Naturalitè".

Identità Golose 2015, accenni

Per la prima volta c'è stata "Identità Montagna", dove chef provenienti da Alpi e Appennini hanno parlato di una cucina ben ancorata ad uno specifico territorio, e sul palco di Identità Golose ci spiegato le le loro proposte.
Come sempre ho seguito Identità Naturali, uno spazio importante, dove chef dopo chef, mi si apre un mondo ed imparo ed acquisto sempre più consapevolezza.
E come sempre, avrei voluto avere il dono dell'ubiquità per seguire tutti, ma proprio tutti, gli interventi.

Identità Golose 2015, accenni

"Una sana intelligenza", argomento da approfondire e assimilare. Una sana intelligenza, non è preferire una dieta rispetto ad un'altra,  ma conoscere, scegliere, capire, valutare.
Di questo hanno parlato gli chef sul palco.
Illuminanti. Illuminanti le parole di Alain Ducasse, Enrico Crippa, Simone Tondo, solo per citarne alcuni.
Questo post, è comunque, solo un accenno. Nel prossimo, vi racconterò in dettaglio, alcuni, interventi, della prima giornata.

Identità Golose 2015, accenni

Il panino di Pietro Leeman.

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

Enrico Crippa, chef di Piazza Duomo.

Identità Golose 2015, accenni

La preparazione di uno dei piatti (o dovrei chiamarli quadri?) di Enrico Crippa.

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

....e il piatto finito. E' bellissimo. Una vera opera d'arte.

Identità Golose 2015, accenni

Monsieur Alain Ducasse, di Plaza Athénée.

Identità Golose 2015, accenni

La preparazione del suo piatto.

Identità Golose 2015, accenni

Romain Meder, con Alain Ducasse da Plaza Athénée.

Identità Golose 2015, accenni

Il momento della lezione di Christian Milone per Identità di Montagna.

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

La preparazione di uno dei piatti presentati da Simone Tondo.

Identità Golose 2015, accenni

I cannoli di fave farciti con ricotta di Fabio Abbattista.

Identità Golose 2015, accenni

Simone Tondo chef del Roseval un rinomato bistrot parigino.

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

La preparazione dei piatti presentati da Enrico Crippa.

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

Romain Meder, mentre prepara il suo piatto.

Identità Golose 2015, accenni

Identità Golose 2015, accenni

Ma questo è solo l'antipasto. Nel prossimo post dedicato al congresso sarò più esaustiva.

Giovanna

9 commenti:

  1. meno male che ci sei tu a raccontare così bene questa manifestazione, mi sono gustata foto per foto, grazie ! Buona settimana, un bacione !

    RispondiElimina
  2. Allora al prossimo post più dettagliato con altre foto. Intanto grazie per le informazioni.

    RispondiElimina
  3. prima o poi riuscirò a venirci pure io di persona!

    RispondiElimina
  4. Un bellissimo reportage! Grazie per averlo condiviso :)

    RispondiElimina
  5. Bel reportage , e bellissime foto !

    RispondiElimina
  6. un post preciso e dettagliato, corredato da bellissime foto. Complimenti.

    RispondiElimina
  7. fantastica questa manifestazione, avrei voluto esserci anche io ma da Roma non sono potuta venire, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. E ma ci credo che avresti voluto essere ovunque! Grazie per aver condiviso con noi la tua esperienza. Un abbraccio.
    Alice

    RispondiElimina
  9. Giovanna cara che esperienza partecipare.Assorbire con consapevolezza così tante nozioni è un dono e tu come una spugna acchiappi ogni insegnamento e lo confidi a noi...grazie!
    Ultima considerazione:ma questi chef son pure belli? Irresistibili in tutti i sensi, che fascino..
    Un bacione tesoro mente riammiro i loro quadri!

    RispondiElimina