lunedì 13 maggio 2019

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

Di sostenibilità ambientale e strategie anti spreco si è dibattuto a lungo, lo scorso mercoledì nel corso di Metronomo, la ricerca che Metro Italia conduce con scadenza biennale sul tema dello spreco alimentare.
Nello specifico è stato preso in esame lo spreco dei consumatori quando mangiano al ristorante. Le domande erano semplici, ma le considerazioni che si sono tratte importanti ed interessanti.
Dei risultati della ricerca di Metronomo si è parlato presso il ristorante CHIC'N QUICK con Antonio Caruso, Direttore Vendite di METRO Italia, Fabio Iraldo Green Bocconi, Claudio Sadler Direttore Scientifico METRO Academy e Giancarlo Morelli, chef, stellato come Sadler. A moderare il dibattito Tessa Gelisio conduttrice televisiva.
Metro Italia, da anni impegnata in progetti di sostenibilità ambientale, lotta alla fame e agli sprechi alimentari, nell'attuale ricerca di Metronomo, effettuata con Bocconi Green, si è soffermata sulla ristorazione e il consumatore finale.
La ricerca è stata condotta intervistando un campione di consumatori su una serie di domande inerenti le abitudini alimentari al ristorante.

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

E' emerso che il 68% degli intervistati ritiene che per combattere gli sprechi sia il ristoratore a dover fare qualcosa. Inoltre, dallo spaccato è risultato che nelle regioni del centro Italia si verificano il maggior numero di sprechi.
Mi sembra interessante porre l'accento su due domande della ricerca e il ventaglio di risposte.
La prima domanda fatta ai consumatori è: Quante volte avanziamo il cibo al ristorante? Se da un lato è rincuorante vedere che il 23% dei consumatori ha risposto mai e il 48% raramente, mi sembra d'altra parte sconfortante la risposta dell'8% - spesso - e del 3% dei consumatori: sempre.
Anche se il 3% può sembrare un piccolo numero è comunque meritevole di attenzione capire perché al ristorante venga avanzato il cibo.
In base al sondaggio le cause dell'avanzo di cibo al ristorante, per il 50% dei consumatori è relativo ad aspettative disattese, per il 47% porzioni troppo grandi, la scarsa fame è il motivo per il quale il 46% degli intervistati lascia cibo nel piatto, mentre il 41% sostiene di aver ordinato troppo cibo.

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

Analizzato i comportamenti dei consumatori al ristorante , mi sembra interessante vedere quali possano essere per il consumatore le soluzioni per prevenire lo spreco. Il 92% suggerisce di donare il cibo avanzato a persone che ne hanno bisogno, ipotesi chiaramente non percorribile: non si possono donare gli avanzi.
Mentre invece mi sembrano molto interessanti le soluzioni proposte, rispettivamente dall'86 e 85% dei consumatori, ovvero l'asporto da parte dei clienti e donazioni ad associazioni che gestiscono rifugi per animali.
La doggy bag è sicuramente un'ottima soluzione, anche se attuata da pochi consumatori, il 67% afferma infatti, di non potersene avvalere perché dopo il ristorante non va direttamente a casa. Mentre il 55% non la chiede perché prova imbarazzo.
Avendo assistito con molto interesse al dibattito e visto che NON spreco mai cibo nè a casa e nemmeno al ristorante, mi sono chiesta perché provare imbarazzo nel chiedere la doggy bag? Personalmente non la chiedo mai, ma semplicemente perché mi informo molto bene, facendo domande mirate al cameriere sui piatti inseriti nel menù e ordino il cibo in base all'appetito.
Con molto interesse ho letto le risposte sulle possibili soluzioni per costruire un menù efficace. Il 56% chiede le foto del piatto, il 49% la quantità delle portate e il 68% l'elenco dettagliato degli ingredienti.
Da consumatrice attenta mi ritrovo nel 68% degli intervistati. Anche per me è importante sapere gli ingredienti con i quali si è realizzato un piatto.

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

Dopo aver letto i risultati del sondaggio, ho pensato quanto sia importante questo studio. Di primo acchito, si potrebbe ritenere che avanzare cibo al ristorante sia soltanto uno spreco economico. Invece, si sprecano risorse, si inquina inutilmente l'ambiente per buttare cibo nella pattumiera. Anche l'imbarazzo nel chiedere la doggy bag mi ha stupito, considerato che, se il cibo avanzato viene portato a casa, si evita la ristoratore di doversi occupare dello smaltimento dei rifiuti. Proprio per questo mi piace molto che Metro Italia da anni abbia attuato importanti strategie anti spreco, fra le quali quella di donare le eccedenze alimentari al Banco Alimentare.
In conclusione, è importante che tutti ci impegniamo al massimo nella lotta allo spreco delle risorse e mi piace chiudere con la frase dello chef Morelli: "comprare meno, comprare meglio" che è quello che faccio da sempre.

Metronomo 2019 - Meno sprechi, più sostenibilità nell’Horeca

3 commenti:

  1. molto interessante, tanti spunti per riflettere...

    RispondiElimina
  2. Interessante questo studio.
    Cerco sempre di essere attenta a non sprecare i cibi.

    RispondiElimina
  3. Caspita, molto interessante. Sullo spreco alimentare poi sono molto attenta perchè è una cosa che non riesco a tollerare. Un bacio

    RispondiElimina