giovedì 6 settembre 2018

Spaghetti integrali con pomodorini, melanzane e olive nere

pomodorini, melanzane e olive nere per un sugo goloso e salutare

pomodorini

Vorrei avere tutto l’anno le temperature, i colori, l’atmosfera, il mood dell’autunno e la frutta e la verdura dell’estate. In realtà lo scrivo, ma non lo penso realmente, perché con tutti i pregi e i difetti, adoro l’alternarsi delle stagioni e vivere perennemente in autunno, priverebbe questa stagione del fascino che esercita da sempre su di me.

Preferisco, di gran lunga, sbuffare ogni giorno d’estate per l’afa forte, il caldo opprimente, la luce forte che rende tutto sbiadito, e arrivati a fine agosto, iniziare a pensare che ci siamo e tra un po’ tutto diventerà dorato, l’aria frizzante e inizierà una stagione che amo molto.
Però, l’estate, con i prodotti dell’orto mi delizia giorno dopo giorno.
Qualche giorno fa al mercato, ero ancora in vacanza, cercavo le albicocche, niente, nada, no, no, no, le albicocche sono finite, così mi hanno detto a tutte le bancarelle, mi è dispiaciuto, ma ci sono ancora le pesche, le susine, le pere cosce, eppoi le melanzane, le zucchine, i pomodori, i datterini, i pomodorini, si, si, potrei fare un lungo elenco con tutte le varietà di pomodori che compro, cucino, amo, mangio.
Poi, certo, l’inizio dell’estate mi piace. Non è che non amo per niente questa stagione e da ragazza l’adoravo. Il mese di giugno, con i suoi colori, le sue temperature fresche lo amo molto.
Questi spaghetti sono stati preparati un giorno di ritorno dal mercato, faceva un grande caldo e avevamo voglia di qualcosa di veloce, ricco di verdure e di gusto. Nella sporta della spesa avevo melanzane, tante melanzane. Pomodorini rossi e datterini gialli, olive nere di Gaeta, un paio di vasetti di piante di basilico.
Così ho preparato degli spaghetti sulla falsariga di questi già presentati, arricchiti da un cucchiaino di pesto di olive preparato da me.
Le melanzane le ho cotte in padella, per evitare di accendere il forno.
Il risultato? Li ho fatti e rifatti!

Spaghetti integrali con pomodorini, melanzane e olive nere

ingredienti per 2 persone

180 g. di spaghetti integrali,
250 g. di pomodorini gialli e rossi,
2 melanzane lunghe,
20 olive nere di Gaeta,
olio extravergine di oliva,
un piccolo cipollotto di Tropea,
3 agli,
basilico,
pepe nero,
sale.

Eliminate il picciolo dalle melanzane lavatele, tagliatele a tocchetti. Riscaldate una padella, unite un aglio e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, unite le melanzane e cuocetele girandole spessissimo.Lavate i pomodorini, tagliateli a metà. Riscaldate una padella, unite 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, un aglio e fatelo dorare.Unite i pomodorini, salate, aromatizzate con qualche foglia di basilico, aggiungete qualche oliva nera e portate a cottura.
Qualche minuto prima della fine cottura – i pomodori devono rimanere integri, dovete cuocere tutto velocemente, facendo saltare i pomodori in padella – aggiungete le melanzane saltate in padella, mescolate e fate insaporire.Snocciolate le restanti olive nere, ponetele in un mortaio o nel bicchiere del frullatore, aggiungete il cipollotto e l’aglio tagliati a pezzetti, una decina di foglie di basilico, un pizzico di sale, un filo di olio extravergine di oliva, pepe nero macinato al momento e frullate fino ad ottenere un pesto.
Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, conditeli col sugo alle melanzane e un cucchiaino di pesto di olive. Aromatizzate con basilico e pepe nero macinato al momento.Servite subito, sono ottimi anche a temperatura ambiente.

pomodorini

5 commenti:

  1. sarebbe anche l'ora giusta per questo primo sano e gustoso :) un bacio, buon pomeriggio

    RispondiElimina
  2. Un piatto sanio e ricco di sapore , adoro questo tuo primo piatto. Un abbraccio, Daniela.

    RispondiElimina
  3. io di piatti così ne potrei mangiare a iosa, mi piacciono moltissimo e vengono sempre bene! Un bacio cara Giovanna

    RispondiElimina
  4. Si mangiano con gli occhi! Quella foto vale più di mille parole e sembra di percepirne tutto il profumo! Fantastica ricetta. Un bacio

    RispondiElimina