giovedì 18 dicembre 2014

Torta salata farcita con patate e fagiolini

Torta salata preparata con pasta brisé e farcita con patate e fagiolini

Complice un sacchetto di pansotti, che una mia cara amica, mi ha regalato di ritorno dalla Liguria, ho pensato di organizzare un brunch pre natalizio, ispirato a ricette liguri.
I pansotti, appunto, la focaccia, immancabile in queste occasioni, eppoi il pesto come salsa da spalmare sulla focaccia.
La Liguria mi ha fatto pensare alle scogliere, al mare, alla salsedine, alle erbe aromatiche, maggiorana in primis, che mi ha ispirata una ricetta a base di patate e fagiolini.

mercoledì 17 dicembre 2014

Lasagne farcite con ricotta, prosciutto cotto Lenti & Lode Cuore, mozzarella di bufala ed erbe aromatiche

Lasagne farcite con ricotta, prosciutto cotto, mozzarella di bufala ed erbe aromatiche

E' ufficiale, lo spirito natalizio mi ha contagiata! :-) Addobbo la casa, ho comprato una piccola pianta di bacche rosse, leggo riviste di cucina a tema natalizio, aromatizzo il tè con spezie e penso a vari menù.
Piatti semplici, legati alla tradizione, ma con molte rivisitazioni, sicuramente qualcuno a base di pesce, sicuramente l'insalata di rinforzo che per me è il simbolo del Natale, sicuramente qualche dolce tipico, torrone in primis e sicuramente pasta farcita, che amo tantissimo e preparo spessissimo, ma a Natale, vuoi mettere?
Vi dicevo, qualche post fa, che per me quest'anno è "brunch time".

lunedì 15 dicembre 2014

Paté di fagioli cannellini con prosciutto crudo

Paté di fagioli cannellini con prosciutto crudo

Dopo un autunno abbastanza caldo, per i miei gusti troppo umido, in un lampo le temperature sono scese.
Poco male, in questi casi, la cucina diventa il "rifugio" ideale.
Preparo il tè, lo sorseggio, impasto il pane, preparo zuppe, soprattutto zuppe.
Mi piace dopo una fredda giornata, tornare a casa, preparami il tè, e iniziare a preparare la cena.

venerdì 12 dicembre 2014

Torta salata di pasta brisé farcita con ricotta, provola e prosciutto cotto Lenti & Lode Cuore

Torta salata di pasta brisé farcita con ricotta, provola e prosciutto cotto

It's a Christmas time - o quasi :-) - and it's a brunch time! Oh yeh, quest'anno per scambiare gli auguri con i miei amici ho optato per un brunch.
Quindi tante pietanze, dolci e salate, in formato mignon, monoporzione o finger food.

Torta salata di pasta brisé farcita con ricotta, provola e prosciutto cotto

Il mio cibo totemico nei brunch è sicuramente la torta salata. Mi piacciono sia preparate con la pasta frolla (con le sue caratteristiche note dolce salato, si crea un contrasto che amo molto, moltissimo) che con la brisé.
Le farciture mi piacciono di tutti i tipi, per questo brunch tra amici ho scelto di fare (o meglio di rielaborare) un classico della cucina napoletana, ovvero un morbido e friabile guscio di pasta brisé che accoglie ricotta di pecora o di latte vaccino, fior di latte e salame napoletano.
A Napoli si chiama pizza rustica e non c'è festa, ricorrenza, gita fuori porta, pic nic dove non sia presente.

mercoledì 10 dicembre 2014

Polpettine di ricotta e spinaci con salsa di pomodoro

Polpettine di ricotta e spinaci con salsa di pomodoro

Lo ammetto, il mese di dicembre mi piace, mi piace molto. Adoro quell'aria di attesa, la città vestita a festa, menù da organizzare, pranzi da preparare.
Che poi a me piace mangiare bene tutto l'anno e non aspetto Natale per sbizzarrirmi, quello è un altro discorso, però, amo l'idea di concepire ed organizzare le cose.
Incontri, menù, cene, un tè con le amiche, un brunch con le amiche.

Tè con la frutta

Mi piace tornare a casa la sera e mentre la cena è sul fuoco, rilassarmi in soggiorno con le candele accese, una tazza di tè e qualche libro da leggere o rivista da sfogliare.
D'accordo, anche queste sono cose che faccio abitualmente, ma è l'atmosfera ad essere diversa.

lunedì 8 dicembre 2014

Cannelloni di pasta all'uovo farciti con polpettine fritte, ricotta e mozzarella di bufala

Cannelloni di pasta all'uovo farciti con polpettine fritte, ricotta e mozzarella di bufala

Ho sempre amato l'otto dicembre. A partire da questa data, da bambina prima, poi adolescente e ancora dopo, si entrava nell'atmosfera natalizia. 
Prima no, novembre era il mese della zucca, delle castagne, era il mese autunnale per eccellenza, ma non natalizio.
Invece l'otto dicembre cominciava il Natale e si preparavano l'albero e il presepe.
Il presepe, pur piacendomi moltissimo, non l'ho quasi mai preparato. 
Mi piaceva (e mi piace) nel periodo natalizio andare in giro e vedere presepi tipici, ma non ho mai avuto una vera propensione a prepararlo.
Invece adoravo addobbare l'albero, scegliere le decorazioni giuste, le luci, le palline.
Ovviamente albero ecologico, da decorare secondo l'ispirazione del momento.
Di solito mi piacciono sobri, sfavillanti e non troppo addobbati e soprattutto mi piace comprare qualche decorazione particolare, simbolo di quel Natale e di quel periodo.

Cannelloni di pasta all'uovo farciti con polpettine fritte, ricotta e mozzarella di bufala

Il periodo prenatalizio era anche passeggiare per la città addobbata a festa e soprattutto era andare a San Gregorio Armeno, la strada del centro storico, completamente dedicata ai presepi.
Anche se la mia facoltà era in quella zona e a San Gregorio, io e i miei colleghi, ci passavano pressoché tutti i giorni, in questo periodo acquistava un fascino particolare.
Quelle botteghe artigiane, completamente dedicate ai presepi, per noi studenti, per gran parte dell'anno, erano praticamente invisibili, ci passavano davanti tutti i giorni pieni di libri, sogni, aspirazioni, non guardandole proprio, mentre, magicamente, nei giorni precedenti le festività, tra i libri, i sogni e le aspirazioni trovavano spazio il Natale, i presepi e le botteghe di San Gregorio.

venerdì 5 dicembre 2014

Pane farcito con lardomagro Lenti, scamorza e nocciole

Ricetta pane farcito con lardomagro, scamorza e nocciole

Che cosa nasce dall'incontro di farina, lievito, lardomagro, scamorza e nocciole? E' quello che mi sono chiesta in una domenica (o era un sabato?) di inizio autunno, quando avevo (come sempre) la voglia di mettere le mani in pasta e di fare un lievitato.
Ero partita dall'idea di un pane preparato col kamut, o con farina semi integrale e tanti bei semi (zucca, girasole, sesamo, papavero) adatto sia ad accompagnare pietanze salate che ad essere spalmato con burro e marmellata.
Poi, mentre preparavo il pane, con farina 00 e semola di grano duro, visto che ahimè sia quella di kamut, che quella integrale erano finite, ho pensato di farcirlo.
Mi era appena arrivato il lardomagro Lenti, avevo una scamorzina affumicata freschissima, delle nocciole del Piemonte e...tanta voglia di un pane ricco, ricchissimo.
Così, una volta lievitato l'impasto, l'ho farcito con lardomagro & company ed ho fatto bene.
Il pane era delizioso. Gli ingredienti si abbinavano molto bene, il sapore deciso del lardomagro e quello affumicato della scamorza hanno reso il pane molto aromatico e gustoso, le nocciole hanno conferito una piacevole nota croccante.

Tè? Certo, una teiera di English Breakfast, ha accompagnato molto bene questo pane.

Anche questa ricetta la potete leggere nel Ricettario eclettico.

mercoledì 3 dicembre 2014

Baccalà tiepido con patate croccanti, paté di olive e chicchi di mais

Ricetta baccalà tiepido con patate croccanti, paté di olive e chicchi di mais

Amo molto il baccalà, mi piace il suo sapore forte, salmastro, di mare. Lo mangio tutto l'anno, senza mai dimenticare che il baccalà è il piatto forte del cenone della Vigilia di Natale ed insieme a quello di Capodanno, rappresenta il culmine del pranzo delle festività natalizie.

Di solito a Natale si mangia fritto, condito con un sugo a base di pomodori, olive e capperi, come tutte le ricette tradizionali ha le sue varianti, una delle quali prevede il passaggio in forno dopo averlo fritto e condito col sugo.
Mai fatto! Il baccalà mi piace proprio per il suo sapore deciso e frittura e sugo lo coprirebbero troppo, senza contare che fritto risulterebbe poco affine al mio gusto.

Ricetta baccalà tiepido con patate croccanti, paté di olive e chicchi di mais

Quindi, di solito lo lesso e lo servo con un condimento a base di olio extravergine di oliva, prezzemolo e aglio, niente limone, col pesce non lo uso mai, ne copre troppo il sapore.
Oppure, lo preparo in umido, accompagnato da pane tostato è un delizioso piatto unico.

lunedì 1 dicembre 2014

California Bakery e "The Power of Pistachios"

California Bakery e "The Power of Pistachios"

Un intero pranzo a base di pistacchi, dall'antipasto al dolce, passando per i burger di salmone. Un pranzo buonissimo, grazie alla presenza di questi frutti meravigliosi che io amo moltissimo, che si è svolto al California Bakery, un paio di settimane fa, all'insegna del "Power of Pistachios".

California Bakery e "The Power of Pistachios"

A novembre è iniziata la partnership tra i locali più United States di Milano, i California Bakery, of course! :-) e l'American Pistachio Growers, ovvero l'associazione che rappresenta i coltivatori americani di questi frutto.

domenica 30 novembre 2014

Mi sono trasferita!

La cuoca eclettica si è trasferita! 

Da http://www.lacuocaeclettica.blogspot.it/

a: http://www.lacuocaeclettica.it/

Per chi ha inserito il mio blog nel blogroll personale vi chiedo, gentilmente di aggiornarlo.

Grazie e un grazie grandissimo a Fabrizio Castelli che mi ha aiutato nel "trasloco"! :-)

Vi aspetto domani, vi porterò con me in un posto golosissimo!

Buona domenica!

Giovanna