mercoledì 28 marzo 2012

Fellata napoletana....ed i-Kitchen!

...ma l'uovo dov'è?

Fellata napoletana con brioche, uova sode, salame e ricotta salata

La fellata  è l'antipasto pasquale per eccellenza  della cucina napoletana. Forse è proprio uno dei pochi antipasti, considerato che Napoli e la Campania in generale non vantano una grande tradizione in questo campo.
Un antipasto semplice, popolare una ricetta non ricetta ricca di simbolismi. Le uova, come in tutte le culture, rappresentano la rinascita, il salame, la ricchezza contadina, la ricotta salata, un formaggio povero che serve per arricchire e completare questo piatto.
Il suo nome deriva dalla parola fella, ovvero fetta in dialetto napoletano, in quanto la ricotta salata e il salame vengono presentati tagliati a fette, mentre le uova sode, sono o tagliate a metà o a spicchi.
Inoltre, come molte ricette napoletane pasquali, nasce anche dall'esigenza di preparare cibi riciclabili nella gita di pasquetta.
Quando abitavo a Napoli, vuoi perché la ricotta salata, ovviamente, si trova in tutte le salumerie, vuoi perché era una delle poche tradizioni che venivano rispettate, era un piatto che non mancava mai il giorno di Pasqua.
Da quando abito a Milano, invece, un po' per la non facile reperibilità della ricotta salata e del salame napoletano - che comunque, è sostituibile con altri salami - un po' perché per me il simbolo della Pasqua è il "casatiello" non l'ho mai preparata.
Sabato, andando a fare la spesa, ho visto la ricotta salata e ho subito pensato alla fellata. Non come antipasto, non per il simbolismo pasquale, ma soltanto per il piacere di mangiare dopo tanto tempo un piatto tipico della mia città.
E il guscio che riveste le uova? E' presto detto: la scorsa settimana ho visto dalla copertina de La Cucina Italiana di aprile, delle bellissime uova sode rivestite  da un guscio di pasta. Mi sono piaciute tantissimo e avevo deciso di prepararle non appena mi sarebbe arrivata la rivista, poiché non mi è ancora arrivata, per rendere la "fellata" più simpatica e rivisitandola in una veste più ricca, ho pensato di preparare la pasta delle brioche.
Quindi, ho utilizzato una parte dell'impasto per ricoprire le uova, e il resto per fare i panini che hanno accompagnato la fellata.
La brioche l'ho preparata seguendo le modifiche apportate all'ultima versione, in questo caso ne ho apportata ancora un'altra che non ne ha inficiato il sapore: invece del burro, olio extravergine di oliva.
Inoltre, ho arricchito i panini con semi di sesamo e di girasole.

Fellata napoletana con brioche, uova sode, salame e ricotta salata

Questo piatto, però, pur privato del suo simbolismo, mi ricorda sempre la primavera, e ho pensato di postare ancora qualche foto scattata all'Isola del Garda.

Sirmione

Brioche

Fellata napoletana con brioche, uova sode, salame e ricotta salata

A Pasqua, di solito, è l'uovo a contenere la sorpresa, in questo caso è proprio l'uovo la sorpresa celata dietro il guscio di pasta.

Ortensie

Fellata napoletana con brioche, uova sode, salame e ricotta salata

Brioche

Fellata napoletana con brioche, uova sode, salame e ricotta salata

Tra l'altro, stamattina, mentre scrivevo il post ho ricevuto la e-mail di Patrizia che mi segnalava che i-Kitchen c'è! E' stato stampato ed è pronto per essere consultato, letto, ma soprattutto...acquistato, questo il link per avere subito la vostra copia:  http://www.liberodiscrivere.it/biblio/scheda.asp?OpereID=161267.
Sono proprio felice di segnalarvi questa splendida notizia in un post dove parlo di Pasqua, rinascita, sorprese, primavera. Non vi sembra un segnale positivo?
Inoltre sono state già programmate due date per presentare il libro, ve le segnalo:
domenica, 29 aprile al mercatino dei Navigli di Milano, ci sarà un banchetto e la relativa vendita del libro; se riesco ci sarò anch'io.
Inoltre, mercoledì 9 maggio alle 17 nel Salone del Gran Consiglio del Palazzo Ducale di Genova ci sarà la presentazione del libro.
Altre date sono in via di definizione.
Ortensie

Da bere? Un vinello come suggerirebbe la tradizione? Noooo! Come sempre, tè. Stavolta, considerato che seppure stiamo parlando di una ricetta povera, per me è una ricetta della mia terra, quindi l'ho "celebrata" con un tè importante che amo molto, il pregiato nero cinese, lo Yunnan d'Or.

Fellata napoletana

per la fellata:

2 uova,
100 g. di salame napoletano,
150 g. di ricotta salata, 

per la pasta brioche: 

600 g. di farina,
250 g. di latte,
4 cucchiai di olio extravergine di oliva,
20 g. di lievito di birra,  
2 uova,
semi di sesamo,
semi di girasole,
latte,
zucchero,
sale.

Per prima cosa ho preparato la pasta brioche, per il procedimento cliccate qui. Intanto ho rassodato le uova, le ho fatte raffreddare e sgusciate.
Quando l'impasto è lievitato, ne ho prelevato due porzioni con le quali ho rivestito le uova, le ho spennellate col latte e passate nei semi e con un altro po' di pasta ho preparato una piccola pallina che ho posto sulla parte sommitale delle uova.
Quindi ho pesato e suddiviso l'impasto in parti uguali e ho preparato i panini, spennellandoli col latte e decorandoli con i semi di sesamo e girasole.
Ho coperto le uova e i panini con un canovaccio umido e fatto lievitare per circa 30 minuti, poi cotto uova e panini in forno preriscaldato a 200° per circa 25 minuti.

Fellata napoletana con brioche, uova sode, salame e ricotta salata

Ho abbinato il tè nero cinese Yunnan d'Or

Alla prossima!

Giovanna

41 commenti:

  1. Buongiorno cara Giovanna
    e che splendida sorpresa!!!!!!!!!!!!Troppo carine e troppo golose!!!!!Complimenti!!!!!!!!!
    e mi unisco al tuo entusiasmo per il libro
    Ti abbraccio!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Certo che vedere queste delizie quasi a ora pranzo...ho lo stomaco che si fa sentire vorticosamente!!! Non conoscevo questo piatto tipico napoletano, ma quell’ovetto racchiuso nella pasta brioche è proprio una splendida “sorpresa” :) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  3. Giovanna quanti ricordi mi fai tornare in mente! La mia nonna napoletana preparava ogni anno a me e tutti gli altri nipoti le uova sode ricoperte di pasta ogni anno con una "geometria" diversa! La fellata è semplice ma deliziosa, a me amante dei rustici fa impazzire! La ricotta salata poi... Prova quando non la trovi a fartela da te, sul mio blog trovi un post dedicato con tanto di ricetta per farti la ricotta (non è affato difficile!), dopo la bollitura basterà aggiungere del sale e lasciarla asciugare un giorno in più! Vedrai che meraviglia!! Complimenti per quesi tuoi panini in pasta brioche, se fossi lì da te sparirebbero in un amen! Ti abbraccio! Any

    RispondiElimina
  4. Ciao Giovanna, davvero bella & buona questa ricetta, ci fa entrare nel clima di festa della Pasqua nonché del picnic di Pasquetta!! questa specialità ci starebbe proprio bene!! :-D

    RispondiElimina
  5. Ossignur.. ma che gustosi.. sfiziosi.. tutto!! e che colazione la mattina di Pasqua ammazza!!!! vorrei farla da te!!! baci e buona giornata .-)

    RispondiElimina
  6. Questi paninetti sono uno spettacolo per gli occhi e per la bocca!! Davvero un 'idea deliziosa per questa preparazione che non conoscevo proprio...Un bacione!

    RispondiElimina
  7. non lo conoscevo ma direi che e davvero stupendo in quando pratici e utili per il giorno di pasquetta...
    lia

    RispondiElimina
  8. non conoscevo questi panini...ma che buoni! E che dire di quelle ortensie...sono fra i miei fiori preferiti!

    RispondiElimina
  9. Giovanna che belle e che buone! bravissima!

    RispondiElimina
  10. Come mi piace questa ricetta! Belle anche le fotografie. Brava!

    RispondiElimina
  11. per un po' queste foto mi hanno rasserenato...ho passato dei momenti belli con lui..sul Garda...ottimo questo antipasto Giovanna delizioso

    RispondiElimina
  12. Che ricetta spettacololare!!! Queste delizie non possono non piacere!

    RispondiElimina
  13. Non la conoscevo, dalle mie parti si fa qualcosa del genere con la pizza al formaggio e il salame corallina. Le uova rivestite sono proprio belle.

    RispondiElimina
  14. Vi ringrazio tutte!
    Un bacione
    Giovanna

    RispondiElimina
  15. questa fa proprio Pasqua!! sfiziosissimi questi paninetti..! non conoscevo la ricetta.. ma è davvero invitante!

    RispondiElimina
  16. Conosco bene la fellata e mi piace da impazzire, con le tue brioches direi che è perfetta!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  17. che bello questo antipasto, non conoscevo questa splendida tradizione, grazie di averla condivisa, ti abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  18. ohzzio ma quelle uova così rivestite sono uno spettacolo!!!! te le copio, che bella pensata.
    e la fellata è veramente una "tipicità" tutta nostra, hai ragione.
    quando ero piccola non vedevo l'ora che arrivasse la domenica di Pasqua :-P
    baci.

    RispondiElimina
  19. giovanna che bella ricetta non in campania abbiamo tante risorse e tu le hai messe in evidenza ( beh la foto no iihihhihihi ) vorrei essere presente per il libro ma troppo lontana vi pensero'

    RispondiElimina
  20. Ma che sorpresa carinissima!Davvero stupende queste briochine,e poi accompagnate da quel salame mi fanno gola! brava!Ciao

    RispondiElimina
  21. Non conoscevo la fellata ma mi piacciono tantissimo le uova dentro al panino!! Che bell'idea da preparare anche per il picnic di Pasquetta :-) Complimenti per il libro,in bocca al lupo per un grande successo! Baci

    RispondiElimina
  22. si ma da te viene fameeeee quasi quasi un pensierino lo farei

    RispondiElimina
  23. che bell'impasto, non lo conoscevo. interessante la sorpresa!

    RispondiElimina
  24. Nonostante ho un marito napoletano non conoscevo questa delizia . Da noi in sardegna rivestono le uova con la pasta del pane e fanno una gallinella sempre con la pasta del pane! Erano le uova di Pasqua di una volta!

    RispondiElimina
  25. Adoro la fellata napoletana!!!!E la tua idea è semplicemente geniale!!!!!complimenti....beh di antipasti ne hanno tanti anche loro...io amo la cucina partenopea..sarò di parte:-)Un bacione e davvero complimenti!!!

    RispondiElimina
  26. Che bella sorpresa, l'ovetto sodo dentro la brioche! Una preparazione che non conoscevo e che qui non si usa.

    RispondiElimina
  27. fantastico tutto e sai che lo dico seriamente, perchè io adoro questo...per me è il sano mangiare...ricco e povero nello stesso tempo. Quella brioche con il tuppo e la sorpresa dell'uovo è una vera chicca. Bellissime le foto e non vedo l'ora di vedere le mie ortensie rifiorire...buona giornata...ciao.

    RispondiElimina
  28. Che belle queste ricette della tradizione! questa poi è veramente invitante, mi piace molto e non la conoscevo, pensa te..! io il libro l'ho già prentotato, mi hanno detto che veniva pronto dal 26 marzo, quindi fra un pò mi farò la posta al..postino! purtroppo io non ho potuto contribuire con una ricetta perchè ho imparato di questa iniziativa troppo tardi.. ma ho dato una mano nella traduzione in inglese, era il minimo! bacioni!!

    RispondiElimina
  29. che meraviglia! che golosità! complimenti davvero :) baci!

    RispondiElimina
  30. Complimenti! E' una ricetta davvero sfiziosa!

    RispondiElimina
  31. troppo gustosi questi "fallati" ripieni di uovo! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  32. Che belli questi panini con sorpresa!!! Non conoscevo questa tradizione partenopea e mi sembra davvero perfetta per la gita di Pasquetta! grazie Giovanna per l'idea carina.
    Buona serata!

    RispondiElimina
  33. Non avevo mai sentito parlare di questo antipasto napoletano...mi ispira tantissimo, sembra davvero gustoso!
    Complimenti anche per il blog, mi piace un sacco!
    Un bacione, GG

    RispondiElimina
  34. mi fai venire in mente un sacco di bei ricordi di quando vivevo anche io s napoli ; )

    RispondiElimina
  35. Vi ringrazio tutti!
    Un bacione e buon fine settimana
    Giovanna

    RispondiElimina
  36. Cara Giovanna questi panini sono favolosi bravissima! complimenti e buona serata baci

    RispondiElimina
  37. la fellata? le origini non ti abbandonano mai! :)
    e vedo che anche tu sei stata conquistata dalla copertina di CI, io sono andato a comprarla senza aspettare...
    buon we

    RispondiElimina
  38. Ciao, ti invito al mio giveaway potresti vincere i prodotti di ITALMAMI, che offre ben 3 premi a scelta al fortunato vincitore, scade il 12/04/2012
    http://lacreativitadianna.blogspot.it/2012/03/6-giveaway-vinci-i-prodotti-di-italmami.html
    Ti aspettiamo Ciao e a presto^_^

    RispondiElimina
  39. Ciao Giovanna!!! Ma sono bellissimeeeeeeeee!!!!! Con una sorpresa poi...davvero deliziosa!!! Complimenti cara! Notte! A presto...Anna.

    RispondiElimina
  40. mi piace questo tuo nuovo look e anche questi golosissimi panini.....non sai cosa farei per mangiarli con una fetta di salame...un bacio

    RispondiElimina
  41. Complimenti:-) hanno un'aspetto delizioso!

    RispondiElimina