Gnudi di ricotta di capra e spinaci

By Giovanna - 2.9.20

Gnudi di ricotta di capra e spinaci

Gnudi di ricotta di capra e spinaci
Che li si chiami gnudi oppure gnocchi di ricotta, il risultato è sempre lo stesso, un delizioso piatto della nostra tradizione gastronomica. Un piatto che io amo e faccio spessissimo. Come per tutti i piatti della tradizione, inizialmente mi piace seguire la ricetta originale, ma poi la vera ricetta qual è? 
Solo per fare un esempio, della parmigiana di melanzane, piatto che appartiene al mio vissuto, ogni nucleo familiare aveva la sua ricetta che manco a dirlo era quella "vera".

Quindi, come tutti i piatti della tradizione li faccio seguendo le ricette tipiche, poi, faccio qualche variazione. Un esempio è il casatiello, un magnifico piatto della tradizione pasquale napoletana che, fin dall'inizio ho variato sostituendo lo strutto con l'olio evo. Fino ad arrivare alla versione vegetariana, presentata nell'altra "cucina". Per non parlare della versione veg della parmigiana di melanzane.
Ma sto divagando nella cucina tradizionale napoletana e le mie variazioni. Tornando alla ricetta odierna, gli gnocchi di ricotta e spinaci li ho già presentati qualche mese fa, in una versione più "invernale-primaverile".
Oggi, vi presento un piatto alleggerito e con un condimento fresco ed estivo.
La ricetta prevede ricotta, spinaci, uova, parmigiano e noce moscata, bene, ho tolto le uova per due motivi: volevo provare un piatto più leggero, fresco, nel quale il sapore degli spinaci prevalesse. Poi, di tanto in tanto mi piace provare piatti senza un latte o uova.
Il quantitativo di farina era poco e gli gnocchi sono venuti profumatissimi e leggeri.
Il sapore era quello del ripieno dei ravioli ricotta e spinaci e li ho chiamati gnudi, proprio perché in Toscana per gnudi si intende gnocco derivante dalla farcitura dei ravioli di magro.

Uova o non uova, regionalità, tipicità, insomma mio marito appena ha sentito la parola Toscana, ha subito stappato una bottiglia di Vermentino bianco. Devo dire che ha fatto benissimo, il vino legava magnificamente con gli gnudi.

Gnudi di ricotta di capra e spinaci

tempo di preparazione: 25 minuti,
tempo di cottura: 8 minuti,
difficoltà: facile,

ingredienti per 4 persone:

350 g. di ricotta di capra,
500 g. di spinacini,
300 g. di pomodorini datterini colorati,
65 g. di parmigiano,
65 g. di cipolla,
un aglio,
basilico,
2 cucchiai di farina, più un po'
3 cucchiai di olio extravergine di oliva, 
pepe nero,
noce moscata,
sale.

Tritate finemente la cipolla, ponetela in un tegame riscaldato. Aggiungete un cucchiai di olio evo e fate ammorbidire la cipolla, quindi unite gli spinacini ben lavati, aromatizzate col pepe, regolate di sale e fate cuocere a fiamma medio bassa, per 3-4 minuti, girando frequentemente.
Gli spinacini devono risultare morbidi, ma non sfatti. Fateli raffreddare e nel contempo sgocciolare, tritateli finemente e aggiungeteli alla ricotta, unite la farina, il parmigiano, un pizzico di pepe e di noce moscata. Impastate bene, suddividete l'impasto in parti uguali, formate dei cilindretti, con un coltello affilato suddivideteli in tanti rocchetti, date una forma rotonda. Poneteli su un canovaccio leggermente cosparso di farina.

Intanto, lavate e asciugate i pomodorini, tagliateli a metà. Fate imbiondire un aglio in una padella calda e il restante olio evo. Aggiungete i pomodorini, aromatizzate con basilico spezzettato e pepe nero macinato al momento, regolate di sale e fate cuocere fino a quando i pomodorini saranno morbidi, occorreranno pochi minuti.

Lessate gli gnudi in abbondante acqua salata, non appena affiorano in superficie tirateli su, poneteli nella padella con i pomodori. Mescolateli con attenzione, aromatizzate con pepe e basilico e portate subito in tavola.

Gnudi di ricotta di capra e spinaci

Print Friendly and PDF
  • Share:

You Might Also Like

2 assaggi

  1. Come te mi chiedo sempre ma la vera ricetta qual è? Come tutte le ricette della tradizione ce ne sono tante, e tutte sono la vera ricetta :) Detto questo mi hai fatto venire voglia di questi gnudi di ricotta.

    RispondiElimina